Calibano (astronomia)

satellite naturale di Urano
Calibano
(Urano XVI)
Caliban feat.png
Scoperta di Calibano.
Satellite diUrano
Scoperta6 settembre 1997
ScopritoriBrett Gladman
Philip Nicholson
Joseph Burns
John Kavelaars
Parametri orbitali
(all'epoca J2000)
Semiasse maggiore7 231 000 km
Periodo orbitale-579,73 giorni
Inclinazione
sull'eclittica
139.89°
Inclinazione rispetto
all'equat. di Urano
120.28°
Inclinazione rispetto
al piano di Laplace
140.878°
Eccentricità0,1588
Dati fisici
Diametro medio~72 km (stimato)[1]
Superficie~30.000 km² (stimata)
Volume~490.000 km³ (stimato)
Massa
~7,417 × 1017 kg (stimata)
Densità media~1,5 × 103 kg/m³ (stimata)
Acceleraz. di gravità in superficie~0,02 m/s² (stimata)
Velocità di fuga~45 m/s (stimata)
Periodo di rotazione2,7 ore[2]
Temperatura
superficiale
64 K (min)
89 K (max)
Pressione atm.nulla
Albedo0,04[1]

Calibano è una luna di Urano. È di forma irregolare e si trova in orbita retrograda, cosa comune ad altre lune di Urano. Tra di esse, è la seconda in ordine di grandezza.

Calibano fu scoperto il 6 settembre 1997, assieme alla luna Sycorax da Brett J. Gladman, Philip D. Nicholson, Joseph A. Burns e John J. Kavelaars usando il telescopio Hale da 5 metri e ricevette la designazione provvisoria S/1997 U 1.[3]

Fu battezzato col suo nome definitivo in onore del personaggio de La tempesta di William Shakespeare. Inoltre, essendo la sedicesima luna di Urano, è possibile riferirsi ad esso anche con la sigla Uranus XVI,

I parametri orbitali suggeriscono che può appartenere, assieme a Stephano allo stesso cluster dinamico, suggerendo origini comuni[4].

Il suo diametro è stimato di 72 km (assumendo un'albedo di 0,04)[1] facendone il secondo più grande satellite irregulare di Urano, metà della grandezza di Sycorax, il più grande satellite irregolare di Urano.

Studi non ancora confermati collocano Calibano nella categoria rosso chiaro (B-V=0,83 e V-R=0,52[5], B-V=1,23 e V-R=0,47[2], più rosso di Sycorax ma meno della maggior parte degli oggetti della fascia di Kuiper.

La sua curva di luce suggerisce che abbia un periodo di rotazione di 2,7 ore.[2]

NoteModifica

  1. ^ a b c Scott S. Sheppard, David C. Jewitt, and Jan Kleyna An Ultradeep Survey for Irregular Satellites of Uranus: Limits to Completeness, The Astronomical Journal, 129 (2005), pages 518–525 . Preprint
  2. ^ a b c M. Maris, G. Carraro, G. Cremonese, M. Fulle Multicolor Photometry of the Uranus Irregular Satellites Sycorax and Caliban, The Astronomical Journal, 121 (May 2001), pp. 2800-2803, [1][collegamento interrotto]
  3. ^ GLADMAN, NICHOLSON, BURNS, KAVELAARS, MARSDEN, WILLIAMS & OFFUTT Discovery of two distant irregular moons of Uranus, Nature, 392 (1998), pp. 897 - 899
  4. ^ Grav, Tommy; Holman, Matthew J.; Gladman, Brett J.; Aksnes, Kaare Photometric survey of the irregular satellites,Icarus, 166 (2003), pp. 33-45. Preprint
  5. ^ Rettig, Terrence W.; Walsh, Kevin; Consolmagno, Guy, Implied Evolutionary Differences of the Jovian Irregular Satellites from a BVR Color Survey, Icarus, 154 (2001), pp. 313-320

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare