Apri il menu principale

Callionima juliane

specie di animale della famiglia Sphingidae

DescrizioneModifica

AdultoModifica

Molto simile a C. falcifera, rispetto alla quale la taglia è più ridotta, e le ali anteriori e posteriori hanno una colorazione più uniforme e un disegno meno marcato. Nell'ala anteriore, la macchia argentata mostra un ramo anteriore spesso e non diviso. La forma della pallida linea apicale obliqua si allarga, a livello della nervatura M1, a formare un'area chiara, esattamente come in C. falcifera.
Nell'ala posteriore, a livello dell'area anale, la macchia nerastra visibile nelle specie congeneri, qui appare marroncina e poco sviluppata, a differenza di quanto accade in C. falcifera.
L'apertura alare, nei maschi, va da 53,6 a 61,9 mm, e nelle femmine da 53,9 a 63,9.
Il genitale maschile è identico a quello di C. falcifera; quello femminile è molto simile a quello di C. falcifera, ma con un signum più corto e con un numero minore di file di dentelli.

LarvaModifica

Dati non disponibili.

PupaModifica

I bruchi si impupano negli strati superficiali della lettiera.

Distribuzione e habitatModifica

La specie è endemica del Perù settentrionale (locus typicus: Marañón (fiume), Balzas).

BiologiaModifica

Le femmine richiamano i maschi grazie ad un feromone rilasciato da una ghiandola, posta all'estremità addominale.

Periodo di voloModifica

Dati non disponibili.

AlimentazioneModifica

I bruchi si alimentano sulle foglie di alcune specie di Apocynaceae tra cui soprattutto Aspidosperma macrocarpa Benth.

TassonomiaModifica

SottospecieModifica

Non sono state descritte sottospecie.

SinonimiModifica

Non sono stati descritti sinonimi.

BibliografiaModifica

  • Eitschberger U 2000. Eine neue Art der Gattung Callionima Lucas, 1857 aus Peru (Lepidoptera, Sphingidae). Atalanta, 31, 493-496, 594-595.
  • Eitschberger, 2001 - Die Gattung Callionima Lucas, 1857 Neue Ent. Nachr. 51: 153-224
  • Kitching & Cadiou, 2000 - Hawkmoths of the World; An annotated and illustrated revisionary checklist (Lepidoptera: Sphingidae). 256 PP.; Comstock Publishing Associates; ISBN 978-0-8014-3734-2
  • (EN) Kükenthal, W. (Ed.), Handbuch der Zoologie / Handbook of Zoology, Band 4: Arthropoda - 2. Hälfte: Insecta - Lepidoptera, moths and butterflies, in Kristensen, N. P. (a cura di), Handbuch der Zoologie, Fischer, M. (Scientific Editor), Teilband/Part 35: Volume 1: Evolution, systematics, and biogeography, Berlino, New York, Walter de Gruyter, 1999 [1998], pp. x + 491, ISBN 978-3-11-015704-8, OCLC 174380917.
  • Landman Wijbren, 2001 - The Complete Encyclopedia of Moths. 272 pp.; Grange Books; ISBN 1-84013-409-7
  • Opler Paul, Pavulaan Harry, Stanford Ray, Pogue Michael - Butterflies and Moths of North America; Mountain Prairie Information Node
  • Opler & Warren, 2003 - Butterflies of North America. 2. Scientific Names List for Butterfly Species of North America, north of Mexico.
  • (EN) Scoble, M. J., The Lepidoptera: Form, Function and Diversity, seconda edizione, London, Oxford University Press & Natural History Museum, 2011 [1992], pp. xi, 404, ISBN 978-0-19-854952-9, LCCN 92004297, OCLC 25282932.
  • (EN) Stehr, F. W. (Ed.), Immature Insects, 2 volumi, seconda edizione, Dubuque, Iowa, Kendall/Hunt Pub. Co., 1991 [1987], pp. ix, 754, ISBN 978-0-8403-3702-3, LCCN 85081922, OCLC 13784377.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica