Callionima juliane

specie di animale della famiglia Sphingidae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Callionima juliane
Callionima juliane JH034 male up edi.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Panorpoidea
Ordine Lepidoptera
Sottordine Glossata
Infraordine Heteroneura
Divisione Ditrysia
Superfamiglia Bombycoidea
Famiglia Sphingidae
Sottofamiglia Macroglossinae
Tribù Dilophonotini
Sottotribù Dilophonotina
Genere Callionima
Specie C. juliane
Nomenclatura binomiale
Callionima juliane
Eitschberger, 2000

Callionima juliane Eitschberger, 2000 è un lepidottero appartenente alla famiglia Sphingidae, endemico del Perù.

DescrizioneModifica

AdultoModifica

Molto simile a C. falcifera, rispetto alla quale la taglia è più ridotta, e le ali anteriori e posteriori hanno una colorazione più uniforme e un disegno meno marcato. Nell'ala anteriore, la macchia argentata mostra un ramo anteriore spesso e non diviso. La forma della pallida linea apicale obliqua si allarga, a livello della nervatura M1, a formare un'area chiara, esattamente come in C. falcifera.
Nell'ala posteriore, a livello dell'area anale, la macchia nerastra visibile nelle specie congeneri, qui appare marroncina e poco sviluppata, a differenza di quanto accade in C. falcifera.
L'apertura alare, nei maschi, va da 53,6 a 61,9 mm, e nelle femmine da 53,9 a 63,9.
Il genitale maschile è identico a quello di C. falcifera; quello femminile è molto simile a quello di C. falcifera, ma con un signum più corto e con un numero minore di file di dentelli.

LarvaModifica

Dati non disponibili.

PupaModifica

I bruchi si impupano negli strati superficiali della lettiera.

Distribuzione e habitatModifica

La specie è endemica del Perù settentrionale (locus typicus: Marañón (fiume), Balzas).

BiologiaModifica

Le femmine richiamano i maschi grazie ad un feromone rilasciato da una ghiandola, posta all'estremità addominale.

Periodo di voloModifica

Dati non disponibili.

AlimentazioneModifica

I bruchi si alimentano sulle foglie di alcune specie di Apocynaceae tra cui soprattutto Aspidosperma macrocarpa Benth.

TassonomiaModifica

SottospecieModifica

Non sono state descritte sottospecie.

SinonimiModifica

Non sono stati descritti sinonimi.

BibliografiaModifica

  • Eitschberger U 2000. Eine neue Art der Gattung Callionima Lucas, 1857 aus Peru (Lepidoptera, Sphingidae). Atalanta, 31, 493-496, 594-595.
  • Eitschberger, 2001 - Die Gattung Callionima Lucas, 1857 Neue Ent. Nachr. 51: 153-224
  • Kitching & Cadiou, 2000 - Hawkmoths of the World; An annotated and illustrated revisionary checklist (Lepidoptera: Sphingidae). 256 PP.; Comstock Publishing Associates; ISBN 978-0-8014-3734-2
  • (EN) Kükenthal, W. (Ed.), Handbuch der Zoologie / Handbook of Zoology, Band 4: Arthropoda - 2. Hälfte: Insecta - Lepidoptera, moths and butterflies, in Kristensen, N. P. (a cura di), Handbuch der Zoologie, Fischer, M. (Scientific Editor), Teilband/Part 35: Volume 1: Evolution, systematics, and biogeography, Berlino, New York, Walter de Gruyter, 1999 [1998], pp. x + 491, ISBN 978-3-11-015704-8, OCLC 174380917.
  • Landman Wijbren, 2001 - The Complete Encyclopedia of Moths. 272 pp.; Grange Books; ISBN 1-84013-409-7
  • Opler Paul, Pavulaan Harry, Stanford Ray, Pogue Michael - Butterflies and Moths of North America; Mountain Prairie Information Node
  • Opler & Warren, 2003 - Butterflies of North America. 2. Scientific Names List for Butterfly Species of North America, north of Mexico.
  • (EN) Scoble, M. J., The Lepidoptera: Form, Function and Diversity, seconda edizione, London, Oxford University Press & Natural History Museum, 2011 [1992], pp. xi, 404, ISBN 978-0-19-854952-9, LCCN 92004297, OCLC 25282932.
  • (EN) Stehr, F. W. (Ed.), Immature Insects, 2 volumi, seconda edizione, Dubuque, Iowa, Kendall/Hunt Pub. Co., 1991 [1987], pp. ix, 754, ISBN 978-0-8403-3702-3, LCCN 85081922, OCLC 13784377.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • (EN) CATE Creating a Taxonomic eScience, su cate-sphingidae.org. URL consultato il 19 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 24 luglio 2012).
  • (EN) Funet.fi, su nic.funet.fi. URL consultato il 2 aprile 2011.
  • (EN) Lepidoptera Barcode of Life, su lepbarcoding.org. URL consultato il 2 aprile 2011 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  • (EN) Silkmoths, su silkmoths.bizland.com. URL consultato il 2 aprile 2011.