Apri il menu principale
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Calyptraea chinensis
Calyptraea chinensis 01.jpg
Calyptraea chinensis
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Mollusca
Subphylum Conchifera
Classe Gastropoda
Superfamiglia Calyptraeoidea
Famiglia Calyptraeidae
Nomenclatura binomiale
Calyptraea chinensis
Linnaeus, 1758

La Calyptraea chinensis, nota anche col nome di cappello cinese , è una specie di piccola lumaca di mare, un mollusco marino marino gasteropode della famiglia delle Calyptraeidae.[1]

DescrizioneModifica

Il sottile guscio di questa specie ha la forma di un cono quasi simmetrico (come un cappello cinese), alto 7 mm alto e largo 15 - 21 mm. La partizione interna ha un bordo ricurvo a spirale che corre dall'apice al margine del guscio e ne copre parzialmente l'apertura. La presenza di questo ripiano interno distingue facilmente questa specie dai patellogastropoda. L'apertura è rotonda e adattata al substrato. Il guscio è bianco crema e lucido all'interno.

L'alimentazione avviene per filtrazione. La specie è caratterizzata da ermafroditismo per proterandrìa, ma le fasi del cambiamento da maschio a femmina non sono state chiaramente definite. I maschi e le femmine si riuniscono solo per la copulazione.[2] La specie non ha una fase larvale pelagica. Allo stadio di veliger l'individuo vive in capsule fissate al substrato, custodito sotto il guscio del genitore. Alla schiusa l'esemplare si presenta come larva strisciante post-veliger.[3]

DistribuzioneModifica

 
Fossile di "Calyptraea chinensis"

La Calyptraea chinensis si trova nell'Africa nordoccidentale, nel Mediterraneo, Mare del Nord, Mar Nero e Oceano Atlantico. Queste piccole lumache possono essere trovate nelle zone litorali e sublitorali lungo coste riparate e rocciose e su aree fangose o limitrofe purché possano aggrapparsi a un substrato duro come pietre o ostriche vive . La specie si trova anche sulle coste settentrionali e occidentali della Gran Bretagna e dell'Irlanda, ma è assente dal Mare del Nord e dal Canale della Manica.[4]

La Calyptraea chinensis è conosciuto in stato fossile sin dal Pliocene e dal Pleistocene. [5]

NoteModifica

  1. ^ Collins pocket guide, Sea Shore of Britain and Europe, HarperCollinsPublishers, London, 1996, ISBN 0-00-219955-6
  2. ^ H. V. Wyatt, The Reproduction, Growth, and Distribution of Calyptraea chinensis (L.), in Journal of Animal Ecology, vol. 30, nº 2, 1961, pp. 283–302, DOI:10.2307/2299, JSTOR 2299.
  3. ^ H.V. Wyatt, Response of Larvæ of Calyptraea chinensis (L) to Light, in Nature, vol. 186, nº 328, April 1960, pp. 328, DOI:10.1038/186328a0. URL consultato il 4 giugno 2010.
  4. ^ D. Minchin e J.D. Nunn, Further Range Extensions of the Marine Gastropod Calyptraea chinensis (L.) in Ireland, in The Irish Naturalists' Journal, vol. 28, nº 5, April 2006, pp. 200–203, JSTOR 25536712.
  5. ^ Norton P.E.P., Marine Molluscan Assemblages in the Early Pleistocene of Sidestrand, Bramerton and the Royal Society Borehole at Ludham, Norfolk, Philosophical Transactions of the Royal Society of London. Series B, Biological Sciences, Vol. 253, No. 784 (Dec. 21, 1967), pp. 161-200

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica