Apri il menu principale

Camillo I Gonzaga

nobile
Camillo I Gonzaga
Ritratto di Camillo I Gonzaga.jpg
Ritratto di Camillo I Gonzaga, Primo conte di Novellara, di Benedetto Gennari junior.
Conte di Novellara, Bagnolo
e Cortenuova
Stemma
In carica 15301595
Investitura 1533
Predecessore Alessandro I Gonzaga
Successore Camillo II Gonzaga
Altri titoli Signore del canale delle acque di Novellara
Signore di Santa Maria, San Tommaso e San Giovanni nel Reggiano
Patrizio Veneto
Nascita Bologna, 27 marzo 1521
Morte Novellara, 24 aprile 1595
Dinastia Gonzaga
Padre Alessandro I Gonzaga
Madre Costanza da Correggio
Consorte Barbara Borromeo
Religione Cattolicesimo
Contea di Novellara
Gonzaga
Coat of arms of the House of Gonzaga-Novellara.svg

Giampietro
Figli
Alessandro I
Francesco II
Figli
  • Alessandro
  • Costanza
  • Claudio (naturale)
Camillo I
Alfonso I
Figli
  • Alessandro
  • Camillo
  • Porzia
  • Faustina
  • Vittoria
  • Barbara
  • Settimia
  • Isabella
  • Costanza
  • Camillo II
  • Giulio Cesare
  • Alfonsina
  • Alfonso
  • Giulio Cesare (naturale)
  • Cornelia (naturale)
Camillo II
Figli
Alessandro II
Figli
  • Bianca (naturale)
Alfonso II
Figli
Camillo III
Figli
Filippo Alfonso
Modifica

Camillo I Gonzaga (Bologna, 27 marzo 1521Novellara, 24 aprile 1595) è stato un nobile e militare italiano, conte di Novellara dal 1540 al 1577.

BiografiaModifica

Era figlio di Alessandro I Gonzaga, conte di Novellara e di Costanza da Correggio.

Venne inviato a Roma affinché il patriarca Giulio Cesare Gonzaga gli facesse intraprendere la carriera ecclesiastica, ma ben presto si accorse che quella non era la strada da percorrere e nel 1545 intraprese la carriera della armi. Militò sotto la bandiera dell'Impero e, col grado di colonnello, nel 1547 fu a fianco di Carlo V.

Nel 1533 ottenne l'investitura della Contea di Novellara, unitamente ai fratelli Francesco ed Alfonso.

Combatté nella Fiandre e in Germania e venne eletto governatore della città di Borgo San Donnino.

Al termine della carriera militare si ritirò a Novellara, dove si dedicò alle opere religiose e ai poveri.

Nel 1570 fece erigere dai Gesuiti un collegio ed operò per l'abbellimento del paese.

Morì nel 1595 a Novellara.

DiscendenzaModifica

Camillo sposò nel 1555 Barbara Borromeo (1538 – 1572), figlia del conte Camillo Borromeo di Arona, governatore di Como e Pavia, ma non ebbero figli.

AcendenzaModifica

Genitori Nonni Bisnonni
Giampietro Gonzaga Francesco I Gonzaga  
 
Costanza Strozzi  
Alessandro I Gonzaga  
Caterina Torelli Marsiglio Torelli  
 
Taddea Pio di Savoia  
Camillo I Gonzaga  
Giberto VII da Correggio Manfredo I da Correggio  
 
Agnese Pio di Savoia  
Costanza da Correggio  
Violante Pico Antonio Maria Pico  
 
Costanza Bentivoglio  
 

BibliografiaModifica

  • Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. Gonzaga di Mantova, Torino, 1835. ISBN non esistente.

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN7597148451587315970008 · WorldCat Identities (EN7597148451587315970008