Apri il menu principale

Il campiere, in Italia, era una guardia privata di una tenuta agricola.

Rispondeva del suo operato al gabellotto in primis e indirettamente al proprietario latifondista.

Cenni storiciModifica

Figura tipica della Sicilia dell'XIX secolo, invero erano presenti nelle zone agricole di tutta Italia, ma in forma temporanea: uomini di fiducia del proprietario, del mezzadro o dell'affittuario, perlopiù disarmati, controllavano, in ronda o da postazioni sopraelevate, le coltivazioni nel periodo prossimo alla raccolta, per prevenire furti, danneggiamenti e incendi dolosi delle messi mature.

Voci correlateModifica