Campionati del mondo di ciclismo su strada 1979

cinquantaduesima edizione del campionato ciclistico
LII campionati del mondo di ciclismo su strada 1979
Competizione Campionati del mondo di ciclismo su strada
Sport Cycling (road) pictogram.svg Ciclismo su strada
Edizione 52ª
Organizzatore UCI
Date 22-26 agosto 1979
Luogo Paesi Bassi Valkenburg aan de Geul
Statistiche
Miglior nazione Paesi Bassi Paesi Bassi (2/0/0)
Gare 4
Heren profs wereldkampioen Jan Raas tijdens de huldiging, links Dietrich Thurau, Bestanddeelnr 930-4114.jpg
Il podio della gara dei professionisti
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1978 1980 Right arrow.svg

I campionati del mondo di ciclismo su strada 1979 si disputarono a Valkenburg aan de Geul, nei Paesi Bassi, tra il 22 e il 26 agosto 1979.

Furono assegnati quattro titoli, quelli individuali nelle categorie femminile, maschile Dilettanti e maschile Professionisti, e quello della cronometro a squadre maschile Dilettanti.

CalendarioModifica

  • 22 agosto: Cronometro a squadre maschile Dilettanti, gara di 100 km
  • 25 agosto: Prova in linea femminile, gara di 53 km
  • 25 agosto: Prova in linea maschile Dilettanti, gara di 178,8 km
  • 26 agosto: Prova in linea maschile Professionisti, gara di 274,8 km

Resoconto delle gareModifica

I mondiali ritornarono sul circuito di Valkenburg aan de Geul, che già ospitò più volte la rassegna iridata negli anni precedenti. Nella gara maschile per Professionisti, a giocarsi la vittoria furono in quattro, il tedesco Dietrich Thurau, il francese Jean René Bernaudeau, l'olandese Jan Raas e l'italiano Giovanni Battaglin. Durante la volata Raas, che già aveva usufruito di spinte da parte del pubblico lungo la salita e scie delle moto lungo il percorso, si spostò da un lato all'altro della carreggiata, urtando e facendo cadere Battaglin, Thurau (che per primo aveva tagliato la strada a Battaglin) e Bernaudeau si fermarono e l'olandese arrivò solo sul traguardo; la direzione di gara non prese nessun provvedimento in merito all'accaduto.[1] Su centoquattordici partenti, quarantaquattro conclusero la prova.

Tra i Dilettanti, la selezione italiana vinse il titolo individuale con Gianni Giacomini, mentre la Germania dell'Est si aggiudicò la cronometro a squadre sulla distanza dei 100 km. I Paesi Bassi vinsero anche il titolo femminile con Petra de Bruin.

MedagliereModifica

Pos. Nazione        
1   Paesi Bassi 2 0 0 2
2   Germania Est 1 0 1 2
3   Italia 1 0 0 1
4   Polonia 0 2 0 2
5   Germania Ovest 0 1 1 2
6   Belgio 0 1 0 1
7   Francia 0 0 1 1
  Norvegia 0 0 1 1
Totale 4 4 4 12

Sommario degli eventiModifica

Eventi   Oro Tempo   Argento Tempo   Bronzo Tempo
Uomini Professionisti
Gara in linea
dettagli
Jan Raas
  Paesi Bassi
7h03'09"
Media 38,965 km/h
Dietrich Thurau
  Germania Ovest
s.t. Jean-René Bernaudeau
  Francia
s.t.
Uomini Dilettanti
Gara in linea
dettagli
Gianni Giacomini
  Italia
4h19'26" Jan Jankiewicz
  Polonia
s.t. Bernd Drogan
  Germania Est
a 1"
Cronometro a squadre
dettagli
  Germania Est
Drogan, Hartnick, Petermann, Boden
1h58'29"   Polonia
Jankiewicz, Lang, Ciekański, Plutecki
a 2'04"   Norvegia
Digerud, Sæther, Wilmann, Ødegård
a 2'13"
Donne
Gara in linea
dettagli
Petra de Bruin
  Paesi Bassi
1h43'57" Jen De Smet
  Belgio
s.t. Beate Habetz
  Germania Ovest
a 26"

NoteModifica

  1. ^ Mario Spairani, 100 Anni di Ciclismo: speciale mondiali 1971 - 1982, in spaziociclismo.it, 1º ottobre 2010. URL consultato il 7 ottobre 2010.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo