Apri il menu principale

Campionati internazionali Rugby Europe 2016-2017

48ª edizione del campionato europeo di rugby
Campionati internazionali Rugby Europe 2016-2017
Competizione Campionati internazionali Rugby Europe
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione
Organizzatore Rugby Europe
Date dal 7 febbraio
al 21 marzo 2017 (1ª div.)
Partecipanti 6 (1ª div)
Formula Girone unico, sola andata
Risultati
Vincitore Romania Romania
Pr. Trofeo Rep. Ceca Rep. Ceca
Pr. Conference 1 Ungheria Ungheria
  Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina
Pr. Conference 2 Slovacchia Slovacchia
Rt. Conference 1 Ucraina Ucraina
Rr. Conference 2 Lussemburgo Lussemburgo
  Cipro Cipro
Rt. Sviluppo Turchia Turchia
Statistiche
Miglior marcatore Romania Florin Vlaicu (43)
Record mete Georgia Giorgi Tkhilaishvili
Georgia Giorgi Koshadze (4)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2014-16 2017-18 Right arrow.svg

I campionati internazionali Rugby Europe 2016-17 (in inglese 2016-17 Rugby Europe International Championships) furono la 1ª edizione della serie di campionati europei di rugby a 15 maschile organizzati da Rugby Europe, ramo europeo di World Rugby.

Limitatamente alla conference di rango più alto, si tratta anche della 48ª edizione del torneo che designa il campione europeo di rugby.

Il torneo, insieme a quello successivo, servì come base per la qualificazione della zona europea alla Coppa del Mondo 2019 secondo un meccanismo che prevedeva una qualificazione diretta e una squadra, atrraverso vari spareggi, da qualificare ai ripescaggi intercontinentali.

Il torneo maggiore si tenne negli stessi fine settimana del Sei Nazioni 2017 e vide la vittoria della Romania[1], campione europeo per l'undicesima volta, quinta dal 2000 dopo la riforma del campionato e l'uscita dal torneo di Francia e Italia.

Indice

FormulaModifica

Il campionato è una piramide con diversi tornei, tutti con meccanismo di promozione e retrocessione tra i vari livelli.

  • Campionato europeo propriamente detto: livello più alto del torneo, con 6 squadre[2] la prima classificata delle quali fregiantesi del titolo di campione d'Europa.
  • Trofeo europeo, secondo livello, anch'esso con 6 squadre, la prima delle quali destinata a giocare lo spareggio promozione contro l'ultima classificata del campionato europeo[2], mentre invece l'ultima classificata retrocessa direttamente al livello inferiore.
  • Conference europea 1[2], terzo livello, ripartita su due gironi geografici, Conference 1 nord e Conference 1 sud, con una vincitrice promossa al livello superiore determinata dallo spareggio tra le prime classificate dei due gironi, e due retrocesse nella serie inferiore, le ultime classificate di ciascun girone;
  • Conference europea 2[2], quarto livello, ripartita come la Conference 1 su due geografici, Conference 2 nord e Conference 2 sud, con due promosse al livello superiore, le prime di ogni girone, e una retrocessa nella serie inferiore.
  • Sviluppo (Development League): destinata alle federazioni emergenti, quinto livello europeo, con una promossa al livello superiore.

Tutti i tornei si disputarono con il metodo del girone all'italiana in gara unica e il sistema di punteggio dell'Emisfero Sud con 4 punti a vittoria per partita, 2 per il pari, 0 per la sconfitta, uno per l'eventuale marcatura di 3 o più mete rispetto all'avversario in un incontro singolo e un ulteriore punto per l'eventuale sconfitta con sette o meno punti di scarto. Al vincitore di tutte le partite del girone fu accordato un punto supplementare.

Campionato europeoModifica

1ª giornataModifica

Offenbach am Main
11 febbraio 2017, ore 13:15 UTC+1
Germania  41 – 38
referto
  RomaniaSparda Bank Hessen (3 000 spett.)
Arbitro:   Maxime Chalon

Bruxelles
11 febbraio 2017, ore 15 UTC+1
Belgio  6 – 31
referto
  GeorgiaPetit Heysel (4 000 spett.)
Arbitro:   Ben Whitehouse

Madrid
11 febbraio 2017, ore 16 UTC+1
Spagna  16 – 6
referto
  RussiaStadio Complutense (8 000 spett.)
Arbitro:   Dudley Phillips

2ª giornataModifica

Bucarest
18 febbraio 2017, ore 13 UTC+2
Romania  13 – 3
referto
  SpagnaArcul de Triumf
Arbitro:   Elia Rizzo

Bruxelles
18 febbraio 2017, ore 15 UTC+1
Belgio  18 – 25
referto
  RussiaPetit Heysel (2 500 spett.)
Arbitro:   Salem Attalah

Rustavi
19 febbraio 2017, ore 15 UTC+4
Georgia  50 – 6
referto
  GermaniaRugby Stadium (3 300 spett.)
Arbitro:   Max Burlet

3ª giornataModifica

Soči
4 marzo 2017, ore 13 UTC+3
Russia  10 – 30
referto
  RomaniaStadio Slava Metreveli (2 000 spett.)
Arbitro:   Sean Gallagher

Medina del Campo
4 marzo 2017, ore 16 UTC+1
Spagna  10 – 20
referto
  GeorgiaStadio Municipale (7 200 spett.)
Arbitro:   Craig Evans

Offenbach am Main
4 marzo 2017, ore 16:15 UTC+1
Germania  34 – 29
referto
  BelgioSparda Bank Hessen (4 126 spett.)
Arbitro:   Iñigo Atorrasagasti

4ª giornataModifica

Bruxelles
11 marzo 2017, ore 15 UTC+1
Belgio  17 – 33
referto
  RomaniaPetit Heysel (3 000 spett.)
Arbitro:   Claudio Blessano

Colonia
11 marzo 2017, ore 16:15
Germania  15 – 32
referto
  SpagnaSportpark Höhenberg (4 500 spett.)
Arbitro:   Lloyd Linton

Tbilisi
12 marzo 2017, ore 18 UTC+4
Georgia  28 – 14
referto
  RussiaStadio Boris Paichadze (52 000 spett.)
Arbitro:   Ian Tempest

5ª giornataModifica

Madrid
18 marzo 2017, ore 16 UTC+1
Spagna  30 – 0
referto
  BelgioStadio Complutense
Arbitro:   Vlad Iordachescu

Soči
19 marzo 2017, ore 14 UTC+3
Russia  52 – 25
referto
  GermaniaStadio Slava Metreveli
Arbitro:   Cédric Marchat

Bucarest
19 marzo 2017, ore 15 UTC+2
Romania  8 – 7
referto
  GeorgiaArcul de Triumf
Arbitro:   Luke Pearce

Classifica campionato europeoModifica

Squadre G V N P PF PS B PT
  Romania 5 4 0 1 122 78 +44 3 19
  Georgia 5 4 0 1 136 44 +92 3 19
  Spagna 5 3 0 2 91 54 +37 1 13
  Russia 5 2 0 3 107 117 -10 1 9
  Germania 5 2 0 3 121 201 -80 0 8
  Belgio 5 0 0 5 70 153 -83 2 2

Trofeo europeoModifica

Data Incontro Risultato Sede
24-9-2016 PoloniaUcraina 22–0 Lublino
5-11-2016 UcrainaPaesi Bassi 12–54 Leopoli
12-11-2016 MoldaviaUcraina 54–15 Bălți
19-11-2016 Paesi BassiMoldavia 44–17 Amsterdam
19-11-2016 SvizzeraPortogallo 10–28 Yverdon
26-11-2016 SvizzeraMoldavia 29–26 Yverdon
18-2-2017 PortogalloPolonia 35–10 Lisbona
4-3-2017 Paesi BassiPortogallo 10–26 Amsterdam
11-3-2017 PortogalloMoldavia 59–0 Lisbona
12-3-2017 SvizzeraUcraina 54–18 Plan-les-Ouates
18-3-2017 MoldaviaPolonia 3–15 Anenii Noi
18-3-2017 Paesi BassiSvizzera 38–25 Amsterdam
1-4-2017 UcrainaPortogallo 7–31 Odessa
8-4-2017 PoloniaPaesi Bassi 14–13 Varsavia
22-4-2017 PoloniaSvizzera 12–22 Varsavia
Squadre G V N P PF PS B PT
  Portogallo 5 5 0 0 179 37 +142 4 25
  Paesi Bassi 5 3 0 2 159 94 +65 3 15
  Svizzera 5 3 0 2 140 122 +18 1 13
  Polonia 5 3 0 2 73 73 0 0 12
  Moldavia 5 1 0 4 100 162 -62 2 6
  Ucraina 5 0 0 5 52 215 -163 0 0

Spareggio campionato europeo / trofeo europeoModifica

Bruxelles
20 maggio 2017, ore 15:50 UTC+2
Belgio  29 – 18
referto
  PortogalloPetit Heysel (1 820 spett.)
Arbitro:   Frank Murphy

Conference 1Modifica

Conference 1 NordModifica

Data Incontro Risultato Sede
3-9-2016 SveziaRep. Ceca 14–56 Enköping
22-10-2016 LettoniaLussemburgo 31–24 Riga
5-11-2016 LituaniaLettonia 11–6 Kaunas
5-11-2016 LussemburgoSvezia 0–19 Lussemburgo
12-11-2016 Rep. CecaLituania 15–6 Praga
15-4-2017 Rep. CecaLettonia 54–3 Praga
22-4-2017 LituaniaLussemburgo 24–12 Vilna
29-4-2017 LettoniaSvezia 16–9 Riga
6-5-2017 SveziaLituania 14–52 Enköping
6-5-2017 LussemburgoRep. Ceca 3–33 Lussemburgo
Squadre G V N P PF PS B PT
  Rep. Ceca 4 4 0 0 158 26 132 3 20
  Lituania 4 3 0 1 93 45 48 2 14
  Lettonia 4 2 0 2 56 98 -42 1 9
  Svezia 4 1 0 3 56 124 -68 2 6
  Lussemburgo 4 0 0 4 39 107 -68 1 1

Conference 1 SudModifica

Data Incontro Risultato Sede
22-10-2016 AndorraMalta 15–63 Andorra
29-10-2016 MaltaCipro 31–3 Paola
29-10-2016 CroaziaAndorra 47–15 Spalato
5-11-2016 IsraeleCroazia 23–16 Netanya
12-11-2016 CiproIsraele 28–38 Pafo
11-2-2017 AndorraCipro 15–14 Andorra
8-4-2017 IsraeleAndorra 57–17 Netanya
22-4-2017 MaltaIsraele 39–17 Paola
29-4-2017 CroaziaMalta 14–14 Zagabria
6-5-2017 CiproCroazia 27–29 Pafo
Squadre G V N P PF PS B PT
  Malta 4 3 1 0 147 49 98 3 17
  Israele 4 3 0 1 135 100 35 2 14
  Croazia 4 2 1 1 106 79 27 2 12
  Andorra 4 1 0 3 62 181 -119 0 4
  Cipro 4 0 0 4 72 113 -41 2 2

Finale Conference 1Modifica

Praga
20 maggio 2017, ore 13:50 UTC+2
Rep. Ceca  48 – 14  MaltaStadion Markéta (500 spett.)
Arbitro:   Thomas Charabas

Conference 2Modifica

Conference 2 NordModifica

Data Incontro Risultato Sede
1-10-2016 EstoniaUngheria 5–53 Tallinn
8-10-2016 NorvegiaFinlandia 48–31 Oslo
8-10-2016 UngheriaDanimarca 25–13 Esztergom
22-10-2016 FinlandiaEstonia 51–6 Helsinki
22-10-2016 DanimarcaNorvegia 20–0 Odense
22-4-2017 DanimarcaFinlandia 53–5 Odense
22-4-2017 UngheriaNorvegia 42–7 Esztergom
29-4-2017 EstoniaDanimarca 12–75 Tallinn
6-5-2017 FinlandiaUngheria 5–37 Helsinki
6-5-2017 NorvegiaEstonia 43–16 Stavanger
Squadre G V N P PF PS B PT
  Ungheria 4 4 0 0 157 30 127 3 20
  Danimarca 4 3 0 1 161 42 119 3 15
  Norvegia 4 2 0 2 98 109 -11 1 9
  Finlandia 4 1 0 3 92 144 -52 1 5
  Estonia 4 0 0 4 39 222 -183 0 0

Conference 2 SudModifica

Data Incontro Risultato Sede
8-10-2016 AustriaBosnia ed Erzegovina 29–22 Vienna
29-10-2016 SloveniaSerbia 74–13 Lubiana
8-4-2017 SloveniaBosnia ed Erzegovina 15–22 Lubiana
22-4-2017 AustriaSlovenia 13–0 Vienna
22-4-2017 Bosnia ed ErzegovinaSerbia 21–10 Zenica
29-4-2017 SerbiaAustria 29–12 Belgrado
Squadre G V N P PF PS B PT
  Bosnia ed Erzegovina 3 2 0 1 65 54 11 1 9
  Austria 3 2 0 1 54 51 3 0 8
  Slovenia 3 1 0 2 89 48 41 2 6
  Serbia 3 1 0 2 52 107 -55 0 4
  Turchia[3]

Divisione SviluppoModifica

Data Incontro Risultato Sede
14-5-2017 MontenegroSlovacchia 20–32 Teodo
17-5-2017 BulgariaSlovacchia 22–20 Teodo
20-5-2017 MontenegroBulgaria 42–19 Teodo
Squadre G V N P PF PS B PT
  Slovacchia 2 1 0 1 52 42 +10 1 5
  Montenegro 2 1 0 1 62 51 +11 1 5
  Bulgaria 2 1 0 1 41 62 -21 0 4

NoteModifica

  1. ^ (EN) Romania Wins Rugby Europe Championship 2017, su rugbyeurope.eu, Rugby Europe, 20 marzo 2017. URL consultato il 2 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 25 marzo 2017).
  2. ^ a b c d (EN) Press Release - Rugby Europe AGM Twickenham, July 25, 2015, su rugbyeurope.eu, Rugby Europe, 25 luglio 2015. URL consultato il 2 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 25 agosto 2016).
  3. ^ Ritirata

Collegamenti esterniModifica


  Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby