Apri il menu principale

Campionati mondiali di sci nordico 1991

Campionati mondiali di sci nordico 1991
Competizione Campionati mondiali di sci nordico
Sport Nordic combined pictogram.svg Sci nordico
Edizione 38a
Date 7 - 17 febbraio
Luogo Italia Val di Fiemme
Discipline 3
Statistiche
Gare 15
Cronologia della competizione
Left arrow.svg Lahti 1989 Falun 1993 Right arrow.svg

I Campionati mondiali di sci nordico 1991, trentottesima edizione della manifestazione, si svolsero dal 7 al 17 febbraio[1] in Val di Fiemme, in Italia. Vennero assegnati quindici titoli.

Rispetto all'edizione precedente vennero introdotte alcune variazioni nel programma dello sci di fondo: in campo maschile la 15 km a tecnica classica fu sostituita dalla 10 km a tecnica classica; in campo femminile la 10 km a tecnica classica fu sostituita dalla 5 km a tecnica classica.

Per quel che concerne la partecipazione, in Val di Fiemme la Germania presentò un'unica squadra in seguito alla Riunificazione tedesca avvenuta il 3 ottobre 1990.

OrganizzazioneModifica

Quelli del 1991 furono i primi campionati mondiali di sci nordico organizzati in Italia e costituirono un grande traguardo sportivo ed organizzativo del Trentino e della Val di Fiemme.[2] Per la manifestazione vennero realizzate strutture considerate all'avanguardia per l'epoca, tra cui il nuovo stadio del salto di Stalimen (Predazzo), lo stadio del fondo a Lago di Tesero, il centro stampa di Cavalese, il centro di produzione televisivo internazionale della RAI (allestito presso l'attuale palestra di Cavalese) e la nuova strada fondovalle SP232 della Val di Fiemme.

Il costo di realizzazione degli impianti sportivi (finanziati interamente dalla Provincia autonoma di Trento) ammontarono a 28,8 miliardi di lire, di cui 14,5 miliardi per i trampolini, 3,8 miliardi per il centro del fondo e 10,5 miliardi per il centro stampa, mentre la gestione dell'organizzazione fu pari a otto miliardi di lire.[3]

RisultatiModifica

UominiModifica

Combinata nordicaModifica

IndividualeModifica
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Fred Børre Lundberg   Norvegia 41:00,6
2 Klaus Sulzenbacher   Austria 42:11,7
3 Klaus Ofner   Austria 42:11,9
4 Allar Levandi   Unione Sovietica 42:12,3
5 Hans-Peter Pohl   Germania 42:56,3
6 František Máka   Cecoslovacchia 43:24,7

7 febbraio
Trampolino: Giuseppe Dal Ben K95
Fondo: 15 km

Gara a squadreModifica

13 febbraio
Trampolino: Giuseppe Dal Ben K95
Fondo: 3x10 km

Salto con gli sciModifica

Trampolino normaleModifica
Posizione Atleta Nazione Punti
1 Heinz Kuttin   Austria 222,9
2 Kent Johanssen   Norvegia 222,0
3 Ari-Pekka Nikkola   Finlandia 219,5
4 Andreas Felder   Austria 218,4
5 Kazuhiro Higashi   Giappone 216,6
6 Stefan Zünd   Svizzera 215,7

16 febbraio
Trampolino: Giuseppe Dal Ben K95

Trampolino lungoModifica
Posizione Atleta Nazione Punti
1 Franci Petek   Jugoslavia 217,5
2 Rune Olijnyk   Norvegia 216,3
3 Jens Weißflog   Germania 210,0
4 Heinz Kuttin   Austria 205,1
5 Stefan Horngacher   Austria 203,4
Stefan Zünd   Svizzera 203,4

10 febbraio
Trampolino: Giuseppe Dal Ben K120

Franci Petek fu l'ultimo atleta a conquistare una medaglia per la Jugoslavia prima che il proprio paese cadesse nella tragedia della guerra proprio in quell'anno. Nella stessa gara, Jens Weißflog fu il primo atleta tedesco a vincere una medaglia individuale per la Germania riunificata.

Gara a squadreModifica

8 febbraio
Trampolino: Giuseppe Dal Ben K120

Sci di fondoModifica

10 kmModifica
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Terje Langli   Norvegia 25:55,0
2 Christer Majbäck   Svezia 25:59,7
3 Torgny Mogren   Svezia 26:01,5
4 Vegard Ulvang   Norvegia 26:06,7
5 Luboš Buchta   Cecoslovacchia 26:13,9
6 Harri Kirvesniemi   Finlandia 26:16,1

11 febbraio
Tecnica classica

15 kmModifica
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Bjørn Dæhlie   Norvegia 36:57,2
2 Gunde Svan   Svezia 37:05,6
3 Vladimir Smirnov   Unione Sovietica 37:07,8
4 Giorgio Vanzetta   Italia 37:31,3
5 Maurilio De Zolt   Italia 37:32,8
6 Jan Ottosson   Svezia 37:54,8

9 febbraio
Tecnica libera

30 kmModifica
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Gunde Svan   Svezia 1:16:12,4
2 Vladimir Smirnov   Unione Sovietica 1:16:17,3
3 Vegard Ulvang   Norvegia 1:16:32,8
4 Terje Langli   Norvegia 1:16:40,8
5 Harri Kirvesniemi   Finlandia 1:17:31,6
6 Alois Stadlober   Austria 1:17:41,5

7 febbraio
Tecnica classica

50 kmModifica
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Torgny Mogren   Svezia 2:03:31,6
2 Gunde Svan   Svezia 2:03:48,8
3 Maurilio De Zolt   Italia 2:04:01,7
4 Bjørn Dæhlie   Norvegia 2:04:52,0
5 Pavel Benc   Cecoslovacchia 2:06:20,1
6 Aleksej Prokurorov   Unione Sovietica 2:06:41,5

17 febbraio
Tecnica libera

Staffetta 4x10 kmModifica

15 febbraio

DonneModifica

Sci di fondoModifica

5 kmModifica
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Trude Dybendahl   Norvegia 14:04,2
2 Marja-Liisa Kirvesniemi   Finlandia 14:04,9
3 Manuela Di Centa   Italia 14:24,1
4 Ljubov' Egorova   Unione Sovietica 14:27,5
5 Marianne Dahlmo   Norvegia 14:38,9
6 Inger Helene Nybråten   Norvegia 14:40,6

12 febbraio
Tecnica classica

10 kmModifica
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Elena Välbe   Unione Sovietica 28:25,9
2 Marie-Helene Östlund   Svezia 28:59,4
3 Tamara Tichonova   Unione Sovietica 29:06,5
4 Manuela Di Centa   Italia 29:08,2
5 Simone Opitz   Germania 29:10,3
6 Gabriele Heß   Germania 29:16,5

10 febbraio
Tecnica libera

15 kmModifica
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Elena Välbe   Unione Sovietica 44:58,5
2 Trude Dybendahl   Norvegia 46:02,4
3 Stefania Belmondo   Italia 46:31,4
4 Solveig Pedersen   Norvegia 46:40,9
5 Pirkko Määtä   Finlandia 46:50,6
6 Marie-Helene Östlund   Svezia 47:06,4

8 febbraio
Tecnica classica

30 kmModifica
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Ljubov' Egorova   Unione Sovietica 1:20:26,8
2 Elena Välbe   Unione Sovietica 1:21:02,4
3 Manuela Di Centa   Italia 1:21:15,3
4 Stefania Belmondo   Italia 1:22:05,9
5 Svetlana Nagejkina   Unione Sovietica 1:22:35,9
6 Marie-Helene Östlund   Svezia 1:23:37,4

16 febbraio
Tecnica libera

Staffetta 4x5 kmModifica

15 febbraio

Medagliere per nazioniModifica

Posizione Nazione Oro Argento Bronzo Totale
1   Norvegia 5 3 2 10
2   Unione Sovietica 4 2 2 8
3   Austria 3 1 1 5
4   Svezia 2 5 1 8
5   Jugoslavia 1 0 0 1
6   Finlandia 0 2 2 4
7   Italia 0 1 4 5
8   Francia 0 1 0 1
9   Germania 0 0 2 2
10   Giappone 0 0 1 1

NoteModifica

  1. ^ Gli allenamenti del salto speciale K120 e della combinata nordica K90 iniziarono già dal 4 febbraio
  2. ^ Giorgio Tonini, Fiemme91 News, dicembre 1990/gennaio 1991, p. 4.
  3. ^ Tito Giovannini, Saluto del segretario generale, in Fiemme91 News, dicembre 1990/gennaio 1991, p. 5.

BibliografiaModifica

  • (NO) Hermann Hansen, Knut Sveen, VM på ski '97. Alt om ski-VM 1925-1997, Trondheim, Adresseavisens Forlag, 1996, ISBN 82-7164-044-5.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN310703540 · GND (DE105908225X · WorldCat Identities (EN310703540
  Portale Sport invernali: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport invernali