Campionati mondiali di sci nordico 1991

Campionati mondiali di sci nordico 1991
Competizione Campionati mondiali di sci nordico
Sport Nordic combined pictogram.svg Sci nordico
Edizione 38ª
Date 7 - 17 febbraio
Luogo Italia Val di Fiemme
Discipline 3
Statistiche
Gare 15
Cronologia della competizione
Left arrow.svg Lahti 1989 Falun 1993 Right arrow.svg

I Campionati mondiali di sci nordico 1991, trentottesima edizione della manifestazione, si svolsero dal 7 al 17 febbraio[1] in Val di Fiemme, in Italia. Vennero assegnati quindici titoli.

Rispetto all'edizione precedente vennero introdotte alcune variazioni nel programma dello sci di fondo: in campo maschile la 15 km a tecnica classica fu sostituita dalla 10 km a tecnica classica; in campo femminile la 10 km a tecnica classica fu sostituita dalla 5 km a tecnica classica.

Per quel che concerne la partecipazione, in Val di Fiemme la Germania presentò un'unica squadra in seguito alla Riunificazione tedesca avvenuta il 3 ottobre 1990.

OrganizzazioneModifica

Quelli del 1991 furono i primi campionati mondiali di sci nordico organizzati in Italia e costituirono un grande traguardo sportivo ed organizzativo del Trentino e della Val di Fiemme.[2] Per la manifestazione vennero realizzate strutture considerate all'avanguardia per l'epoca, tra cui il nuovo stadio del salto di Stalimen (Predazzo), lo stadio del fondo a Lago di Tesero, il centro stampa di Cavalese, il centro di produzione televisivo internazionale della RAI (allestito presso l'attuale palestra di Cavalese) e la nuova strada fondovalle SP232 della Val di Fiemme.

Il costo di realizzazione degli impianti sportivi (finanziati interamente dalla Provincia autonoma di Trento) ammontarono a 28,8 miliardi di lire, di cui 14,5 miliardi per i trampolini, 3,8 miliardi per il centro del fondo e 10,5 miliardi per il centro stampa, mentre la gestione dell'organizzazione fu pari a otto miliardi di lire.[3]

RisultatiModifica

UominiModifica

Combinata nordicaModifica

IndividualeModifica
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Fred Børre Lundberg   Norvegia 41:00,6
2 Klaus Sulzenbacher   Austria 42:11,7
3 Klaus Ofner   Austria 42:11,9
4 Allar Levandi   Unione Sovietica 42:12,3
5 Hans-Peter Pohl   Germania 42:56,3
6 František Máka   Cecoslovacchia 43:24,7

7 febbraio
Trampolino: Giuseppe Dal Ben K95
Fondo: 15 km

Gara a squadreModifica

13 febbraio
Trampolino: Giuseppe Dal Ben K95
Fondo: 3x10 km

Salto con gli sciModifica

Trampolino normaleModifica
Posizione Atleta Nazione Punti
1 Heinz Kuttin   Austria 222,9
2 Kent Johanssen   Norvegia 222,0
3 Ari-Pekka Nikkola   Finlandia 219,5
4 Andreas Felder   Austria 218,4
5 Kazuhiro Higashi   Giappone 216,6
6 Stefan Zünd   Svizzera 215,7

16 febbraio
Trampolino: Giuseppe Dal Ben K95

Trampolino lungoModifica
Posizione Atleta Nazione Punti
1 Franci Petek   Jugoslavia 217,5
2 Rune Olijnyk   Norvegia 216,3
3 Jens Weißflog   Germania 210,0
4 Heinz Kuttin   Austria 205,1
5 Stefan Horngacher   Austria 203,4
Stefan Zünd   Svizzera 203,4

10 febbraio
Trampolino: Giuseppe Dal Ben K120

Franci Petek fu l'ultimo atleta a conquistare una medaglia per la Jugoslavia prima che il proprio paese cadesse nella tragedia della guerra proprio in quell'anno. Nella stessa gara, Jens Weißflog fu il primo atleta tedesco a vincere una medaglia individuale per la Germania riunificata.

Gara a squadreModifica

8 febbraio
Trampolino: Giuseppe Dal Ben K120

Sci di fondoModifica

10 kmModifica
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Terje Langli   Norvegia 25:55,0
2 Christer Majbäck   Svezia 25:59,7
3 Torgny Mogren   Svezia 26:01,5
4 Vegard Ulvang   Norvegia 26:06,7
5 Luboš Buchta   Cecoslovacchia 26:13,9
6 Harri Kirvesniemi   Finlandia 26:16,1

11 febbraio
Tecnica classica

15 kmModifica
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Bjørn Dæhlie   Norvegia 36:57,2
2 Gunde Svan   Svezia 37:05,6
3 Vladimir Smirnov   Unione Sovietica 37:07,8
4 Giorgio Vanzetta   Italia 37:31,3
5 Maurilio De Zolt   Italia 37:32,8
6 Jan Ottosson   Svezia 37:54,8

9 febbraio
Tecnica libera

30 kmModifica
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Gunde Svan   Svezia 1:16:12,4
2 Vladimir Smirnov   Unione Sovietica 1:16:17,3
3 Vegard Ulvang   Norvegia 1:16:32,8
4 Terje Langli   Norvegia 1:16:40,8
5 Harri Kirvesniemi   Finlandia 1:17:31,6
6 Alois Stadlober   Austria 1:17:41,5

7 febbraio
Tecnica classica

50 kmModifica
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Torgny Mogren   Svezia 2:03:31,6
2 Gunde Svan   Svezia 2:03:48,8
3 Maurilio De Zolt   Italia 2:04:01,7
4 Bjørn Dæhlie   Norvegia 2:04:52,0
5 Pavel Benc   Cecoslovacchia 2:06:20,1
6 Aleksej Prokurorov   Unione Sovietica 2:06:41,5

17 febbraio
Tecnica libera

Staffetta 4x10 kmModifica

15 febbraio

DonneModifica

Sci di fondoModifica

5 kmModifica
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Trude Dybendahl   Norvegia 14:04,2
2 Marja-Liisa Kirvesniemi   Finlandia 14:04,9
3 Manuela Di Centa   Italia 14:24,1
4 Ljubov' Egorova   Unione Sovietica 14:27,5
5 Marianne Dahlmo   Norvegia 14:38,9
6 Inger Helene Nybråten   Norvegia 14:40,6

12 febbraio
Tecnica classica

10 kmModifica
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Elena Välbe   Unione Sovietica 28:25,9
2 Marie-Helene Östlund   Svezia 28:59,4
3 Tamara Tichonova   Unione Sovietica 29:06,5
4 Manuela Di Centa   Italia 29:08,2
5 Simone Opitz   Germania 29:10,3
6 Gabriele Heß   Germania 29:16,5

10 febbraio
Tecnica libera

15 kmModifica
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Elena Välbe   Unione Sovietica 44:58,5
2 Trude Dybendahl   Norvegia 46:02,4
3 Stefania Belmondo   Italia 46:31,4
4 Solveig Pedersen   Norvegia 46:40,9
5 Pirkko Määtä   Finlandia 46:50,6
6 Marie-Helene Östlund   Svezia 47:06,4

8 febbraio
Tecnica classica

30 kmModifica
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Ljubov' Egorova   Unione Sovietica 1:20:26,8
2 Elena Välbe   Unione Sovietica 1:21:02,4
3 Manuela Di Centa   Italia 1:21:15,3
4 Stefania Belmondo   Italia 1:22:05,9
5 Svetlana Nagejkina   Unione Sovietica 1:22:35,9
6 Marie-Helene Östlund   Svezia 1:23:37,4

16 febbraio
Tecnica libera

Staffetta 4x5 kmModifica

15 febbraio

Medagliere per nazioniModifica

Posizione Nazione Oro Argento Bronzo Totale
1   Norvegia 5 3 2 10
2   Unione Sovietica 4 2 2 8
3   Austria 3 1 1 5
4   Svezia 2 5 1 8
5   Jugoslavia 1 0 0 1
6   Finlandia 0 2 2 4
7   Italia 0 1 4 5
8   Francia 0 1 0 1
9   Germania 0 0 2 2
10   Giappone 0 0 1 1

NoteModifica

  1. ^ Gli allenamenti del salto speciale K120 e della combinata nordica K90 iniziarono già dal 4 febbraio
  2. ^ Giorgio Tonini, Fiemme91 News, dicembre 1990/gennaio 1991, p. 4.
  3. ^ Tito Giovannini, Saluto del segretario generale, in Fiemme91 News, dicembre 1990/gennaio 1991, p. 5.

BibliografiaModifica

  • (NO) Hermann Hansen, Knut Sveen, VM på ski '97. Alt om ski-VM 1925-1997, Trondheim, Adresseavisens Forlag, 1996, ISBN 82-7164-044-5.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN310703540 · GND (DE105908225X
  Portale Sport invernali: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport invernali