Campionato Italiano Velocità 2001

Il campionato italiano velocità 2001 è l'ottantesima edizione del campionato italiano velocità. In questa annata sono attive cinque categorie: la Superbike, la Supersport, la Stock 1000, la Classe 250 e la Classe 125.

Campionato Italiano Velocità 2001
Edizione n. 80 del Campionato Italiano Velocità
Dati generali
Inizio9 aprile
Termine28 ottobre
Prove5
Titoli in palio
SuperbikeLucio Pedercini
su Ducati 996RS
Supersport 600Stefano Cruciani
su Yamaha YZF R6
Stock 1000Roberto Antonello
su Suzuki GSX-R1000
Classe 250Valter Bartolini
su Honda RS250R
Classe 125Gioele Pellino
su Honda RS125R
Altre edizioni
Successiva

Il titolo piloti Superbike viene vinto da Lucio Pedercini con una Ducati 996RS. Pedercini conquista quattro delle cinque gare in calendario e sopravanza di oltre venti punti il più diretto degli inseguitoriː il compagno di marca Paolo Blora.[1] Tra i costruttori prevale Ducati che vince tutte le gare previste. Nella Supersport il titolo va a Stefano Cruciani su di una Yamaha YZF R6.[1] Cruciani vince tre gare e nelle altre due si piazza secondo conquistando il titolo con un margine di trenta punti. Tra i costruttori Yamaha conquista tutte le gare in calendario. Nella Stock 1000 vince Roberto Antonello su Suzuki. Antonello vince tre gare e chiude con un margine di dieci punti sul secondo classificatoː Gianluca Vizziello su Yamaha.[1] Tra i costruttori prevale Suzuki con quattro vittorie ed un secondo posto come migliori risultati.

Nella Classe 250 il titolo italiano lo conquista, all'ultima gara in calendario, Walter Bartolini con una Honda RS250R. Bartolini sopravanza così il secondo classificato Gilles Boccolini.[1] Nella Classe 125 vince il titolo Gioele Pellino con una Honda RS125R. Pellino, che vince una gara in stagione, sopravanza di un solo punto il compagno di marca Mattia Angeloni.[1] Terzo Andrea Ballerini su Aprilia. Tra i costruttori prevale Honda che conquista tre gare.

Calendario modifica

Dove non indicata la nazionalità si intende pilota italiano.

Prova Data Circuito Vincitore
Superbike Supersport Stock 1000 Classe 250 Classe 125
1 9 aprile Misano prova 1 Lucio Pedercini[2] Stefano Cruciani[3] Roberto Antonello[4] Gilles Boccolini[5] Andrea Ballerini[6]
2 16 giugno Monza Lucio Pedercini[7] Alessio Corradi[8] Giacomo Romanelli[9] Valter Bartolini[10] Andrea Ballerini[11]
3 16 settembre Vallelunga Lucio Pedercini[12] Fabrizio De Marco[13] Roberto Antonello[14] Gilles Boccolini[15] Gioele Pellino[16]
4 14 ottobre Misano prova 2 Lucio Pedercini[17] Stefano Cruciani[18] Roberto Antonello[19] [20] Mattia Angeloni[21]
5 28 ottobre Misano prova 3 Luca Pasini[22] Stefano Cruciani[23] Gianluca Vizziello[24] Gilles Boccolini[1] Mattia Angeloni[25]

Classifiche modifica

In questa stagione i piloti che ottengono punti in tutte e cinque le gare in calendario scartano il peggior risultato. Nelle tabelle della classifica piloti sono indicati i punti validi e, tra parentesi, i punti complessivi.

Superbike modifica

Vi sono delle diversità tra la classifica piloti ed i resoconti di gara[2][7][12][17][22] in quanto vi prendono parte, come wild card senza punti, i seguenti pilotiː

  •   Andrea Mazzali, su MV Agusta, prende parte a tutte le prove ottenendo due ritiri e tre piazzamenti nei primi quindici.
  •   Daniel Oliver, su Aprilia, prende parte alla prova di Monza classificandosi quindicesimo, alla prova di Vallelunga chiudendo decimo e ritirandosi nella seconda gara a Misano.
  •   Marcus Payten, su Suzuki, prende parte alle ultime due prove di Misano ottenendo un ritiro ed un tredicesimo posto.
  •   Luca Carughi, su Aprilia, prende parte alla prova finale di Misano ritirandosi.

Gli altri piloti scalano in avanti in classifica a punti nelle tre gare portate a termine dai piloti sopracitati.

Classifica Piloti[26] modifica

Dove non indicata la nazionalità si intende pilota italiano.

Pos. Pilota Moto 1
MIS1
2
MON
3
VAL
4
MIS2
5
MIS3
P.ti
1 Lucio Pedercini Ducati 1 1 1 1 100
2 Paolo Blora Ducati 2 2 3 2 76
3 Luca Pasini Ducati 4 5 4 Rit 1 62
4 Serafino Foti Ducati 3 6 Rit 3 2 62
5 Redamo Assirelli Yamaha 5 4 5 4 5 48 (59)
6 Ferdinando Di Maso Suzuki, Yamaha e Kawasaki 7 11 6 5 3 46 (51)
7 Luca Pedersoli Kawasaki Rit 3 Rit 7 4 38
8 Alessandro Tomassoni Suzuki 8 8 9 6 33
9 Gianluca Villa Suzuki 8 10 7 8 Rit 31
10 Giorgio Cantalupo Ducati 9 Rit 9 11 8 27
11 Antonio Calasso Suzuki 24 9 Rit 10 7 22
12 Alessandro Gramigni Yamaha 2 20
13 Daniele Morigi Ducati Rit 12 10 6 20
14 Massimo Boccelli Ducati 6 Rit Rit 13 Rit 13
15 Luigi Pezzoni Suzuki 11 Rit 15 18 12 10
16 Stefano Giudici Suzuki 14 13 11 Rit Rit 10
17 Roberto Panichi Suzuki Rit 7 9
18 Vittorio Scatola Suzuki Rit 9 7
19 Igor Antonelli Suzuki 10 6
20 Fabio Caprotti Yamaha 10 6
21 Roberto Bono Suzuki e Ducati 20 11 5
22 Paolo Malvini Ducati 13 17 14 Rit 5
23 Marco Gerbaudo Ducati 17 14 13 Rit 5
24 Silvano Ricchetti Suzuki 12 Rit 15 5
25 Fabrizio Pellizzon Aprilia 12 4
26 Massimo Paolucci Suzuki 12 4
27 Luca Morselli Suzuki 19 16 13 3
28 Fabio Bergonzoni Ducati 14 2
29 Fausto Pojer Ducati Rit 14 Rit 2
30 Mauro Reveglio Suzuki 21 15 1
31 Roberto Bosio Ducati 15 20 19 22 16 1
32 Gianfranco Destro Suzuki NC 15 1
Pos. Pilota Moto 1
MIS1
2
MON
3
VAL
4
MIS2
5
MIS3
P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class Squalificato '-' Dato non disp.

Classifica Costruttori modifica

Pos. Costruttore 1
MIS1
2
MON
3
VAL
4
MIS2
5
MIS3
P.ti
1   Ducati 1 1 1 1 1 125
2   Yamaha 5 4 2 4 5 68
3   Kawasaki 19 3 6 5 3 53
4   Suzuki 7 7 7 8 6 45
5   Aprilia NV NV 12 Rit 4
NC   MV Agusta NV NV NV NV NV 0

Supersport modifica

Vi sono delle diversità tra la classifica piloti ed i resoconti di gara[3][8][13][18][23] in quanto sono iscritti per alcuni eventi piloti non eleggibili per i punti. In questo caso però, gli altri piloti non scalano la classifica a punti ma ottengono i punti medesimi in base alla posizione effettiva al traguardo.

Classifica Piloti[27] modifica

Dove non indicata la nazionalità si intende pilota italiano.

Pos. Pilota Moto 1
MIS1
2
MON
3
VAL
4
MIS2
5
MIS3
P.ti
1 Stefano Cruciani Yamaha 1 2 2 1 1 95 (115)
2 Nello Russo Yamaha 2 3 Rit 4 3 65
3 Alessio Corradi Yamaha 4 1 4 8 Rit 59
4 Gianluca Nannelli Ducati Rit 8 6 2 5 49
5 Franco Brugnaro Yamaha 8 9 3 6 41
6 Fabrizio De Marco Yamaha 1 5 Rit 36
7 Maurizio Prattichizzo Yamaha 9 4 8 13 Rit 31
8 Alessandro Valia Ducati Rit Rit 3 6 26
9 Claudio Cipriani Yamaha Rit 10 12 7 9 26
10 Juri Proietto Honda 10 14 5 20 10 25
11 Matteo Colombo Ducati 7 11 17 11 11 24
12 Walter Tortoroglio Suzuki 2 20
13 Gianfranco Guareschi Suzuki 3 Rit Rit 16
14 Massimo Tondini Yamaha 5 15 Rit 14 Rit 14
15 Alessio Velini Yamaha 6 Rit Rit 12 Rit 14
16 Antonio Carlacci Ducati e Yamaha Rit 4 13
17 Cristian Magnani Yamaha Rit 16 11 9 12
18 Ivan Clementi Yamaha 5 11
19 Massimo Meregalli Yamaha 6 10
20 Giuseppe Galiè Yamaha 15 24 7 18 16 10
21 Camillo Mariottini Suzuki Rit Rit Rit 10 12 10
Pos. Pilota Moto 1
MIS1
2
MON
3
VAL
4
MIS2
5
MIS3
P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class Squalificato '-' Dato non disp.

Classifica Costruttori modifica

Pos. Costruttore 1
MIS1
2
MON
3
VAL
4
MIS2
5
MIS3
P.ti
1   Yamaha 1 1 1 1 1 125
2   Ducati 7 8 6 2 5 58
3   Suzuki 3 7 15 10 2 52
4   Honda 10 14 5 20 10 25
NC   Kawasaki NV NV NV NV NV 0

Stock 1000 modifica

Vi sono delle diversità tra la classifica piloti ed il resoconto della prima gara[4] in quanto il pilota britannico Mark Heckles vi prende parte come wild card senza punti (chiudendo secondo). Gli altri piloti classificati, tranne Roberto Antonello, scalano in avanti di una posizione.

Classifica Piloti[28] modifica

Dove non indicata la nazionalità si intende pilota italiano.

Pos. Pilota Moto 1
MIS1
2
MON
3
VAL
4
MIS2
5
MIS3
P.ti
1 Roberto Antonello Suzuki 1 27 1 1 2 95
2 Gianluca Vizziello Yamaha 2 2 2 1 85
3 Giacomo Romanelli Suzuki 3 1 Rit 3 3 73
4 Massimo Temporali Suzuki 6 SQ 4 4 4 49
5 Dario Tosolini Ducati, Suzuki e Aprilia 4 3 Rit 5 8 48
6 Lorenzo Mauri Ducati 5 4 5 6 45
7 Gianluca Battisti Suzuki e Honda 2 13 Rit 7 Rit 32
8 Riccardo Ricci Suzuki 7 18 12 9 6 30
9 Lorenzo Alfonsi Ducati Rit 7 Rit 10 5 25
10 Marco Tessarolo Suzuki 10 5 Rit 22 10 25
11 Stefano Andaloro Honda 9 8 8 Rit 23
12 Fabio Capriotti Suzuki 6 11 9 22
13 Marco Pontini Suzuki 9 16 7 12 20
14 Ermanno Rossi Yamaha 15 10 10 14 11 20
15 Davide Messori Yamaha e Aprilia Rit 3 Rit 16
16 Antonio Paradiso Suzuki 13 6 13
17 Enrico Pasini Ducati 12 8 12
18 Raffaello Fabbroni Honda 14 9 13 12
19 Stefano Cappellari Ducati 11 15 17 12 10
20 Fabrizio Pellizzon Aprilia Rit 20 7 9
21 Ilario Dionisi Aprilia 8 Rit 8
22 Stefano Morini Suzuki 14 11 7
23 Nicola Sartori Suzuki 16 12 13 18 Rit 7
24 Andrea Cavalli Suzuki 11 5
25 Alessandro Abati Suzuki e Honda Rit 20 13 3
26 Alex Sassaro Suzuki e Yamaha Rit SQ Rit 14 2
27 Nicola Sommariva Yamaha 18 14 2
28 Francesco Rafanelli Yamaha 15 1
Pos. Pilota Moto 1
MIS1
2
MON
3
VAL
4
MIS2
5
MIS3
P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class Squalificato '-' Dato non disp.

Classifica Costruttori modifica

Pos. Costruttore 1
MIS1
2
MON
3
VAL
4
MIS2
5
MIS3
P.ti
1   Suzuki 1 1 1 1 2 120
2   Yamaha 16 2 2 2 1 85
3   Ducati 5 3 5 6 5 59
4   Honda 2 9 8 8 13 48
5   Aprilia 8 22 3 20 7 33

Classe 125 modifica

Vi sono delle diversità tra la classifica piloti ed i resoconti di gara[6][11][16][21][25] in quanto partecipa all'intero campionato il pilota svizzero Marco Tresoldi che non ottiene i punti. Gli altri piloti scalano la classifica a punti nelle quattro gare portate a termine da Tresoldi.

Classifica Piloti[29] modifica

Dove non indicata la nazionalità si intende pilota italiano.

Pos. Pilota Moto 1
MIS1
2
MON
3
VAL
4
MIS2
5
MIS3
P.ti
1 Gioele Pellino Honda 3 5 1 2 3 77 (88)
2 Mattia Angeloni Honda 4 4 4 1 1 76 (89)
3 Andrea Ballerini Aprilia 1 1 3 Rit Rit 66
4 Andrea Dovizioso Aprilia 2 2 Rit Rit 6 50
5 Fabrizio Lai Honda 15 6 6 9 2 47 (48)
6 Thomas Tallevi Aprilia 16 3 2 5 Rit 47
7 Alessio Aldovrandi Honda 7 9 5 4 5 44 (51)
8 Alex Baldolini Aprilia 11 12 7 3 8 38 (42)
9 Marco Simoncelli Honda 17 Rit 13 8 4 25
10 Juri Bruschi Honda 8 Rit 9 Rit 7 24
11 Manuel Manna Aprilia 12 8 10 11 23
12 Simone Saltarelli Aprilia 23 15 8 6 12 23
13 Marco Gronchi Aprilia 10 15 7 Rit 16
14   William De Angelis Honda 5 11 16 16
15 Michele Conti Honda 14 7 17 12 16 15
16 Michel Fabrizio Aprilia Rit 10 9 13
17 Luigi Orioli Honda 6 10
18 Marco Leardini Honda 13 11 14 Rit 10
19 Michele Danese Aprilia 13 13 15 14 9
20 Claudio Zanette Honda 21 21 14 11 15 8
21 Matteo Baiocco Aprilia 9 16 7
22 Simone Corsi Honda 10 6
23 Simone Castellani Aprilia Rit 10 19 16 17 6
24 Francesco Pegollo Aprilia Rit 14 22 13 Rit 5
25 Gabriele Gnani Gnani Rit Rit Rit 13 3
Pos. Pilota Moto 1
MIS1
2
MON
3
VAL
4
MIS2
5
MIS3
P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class Squalificato '-' Dato non disp.

Classifica Costruttori modifica

Pos. Costruttore 1
MIS1
2
MON
3
VAL
4
MIS2
5
MIS3
P.ti
1   Honda 3 4 1 1 1 104
2   Aprilia 1 1 2 3 6 96
3   Gnani Rit Rit Rit 13 3
NC   Yamaha 27 0
-   Friba 27 0
-   Rumi Rit 0

Sistema di punteggio modifica

Pos. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16>
Punti 25 20 16 13 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1 0

Note modifica

  1. ^ a b c d e f Alessandro Piredda, Campionato Italiano Velocità: i vincitori 2001, su dueruote.it, Editoriale Domus S.p.A., 28 ottobre 2001.
  2. ^ a b Misano1 Superbike - Classifica gara, su storicociv.perugiatiming.com.
  3. ^ a b Misano1 Supersport - Classifica gara, su storicociv.perugiatiming.com.
  4. ^ a b Misano1 Stock 1000 - Classifica gara, su storicociv.perugiatiming.com.
  5. ^ Alessandro Piredda, La prima prova del Campionato Italiano Velocità a Misano, su dueruote.it, Editoriale Domus S.p.A., 8 aprile 2001.
  6. ^ a b Misano1 Classe 125 - Classifica gara, su storicociv.perugiatiming.com.
  7. ^ a b Monza Superbike - Classifica gara, su storicociv.perugiatiming.com.
  8. ^ a b Monza Supersport - Classifica gara, su storicociv.perugiatiming.com.
  9. ^ Monza Stock 1000 - Classifica gara, su storicociv.perugiatiming.com.
  10. ^ Alessandro Piredda, Campionato Italiano Velocità: seconda gara a Monza, su dueruote.it, Editoriale Domus S.p.A., 17 giugno 2001.
  11. ^ a b Monza Classe 125 - Classifica gara 2, su storicociv.perugiatiming.com.
  12. ^ a b Vallelunga Superbike - Classifica gara, su storicociv.perugiatiming.com.
  13. ^ a b Vallelunga Supersport - Classifica gara, su storicociv.perugiatiming.com.
  14. ^ Vallelunga Stock 1000 - Classifica gara, su storicociv.perugiatiming.com.
  15. ^ Alessandro Piredda, Campionato Italiano velocità: i vincitori della terza prova, su dueruote.it, Editoriale Domus S.p.A., 16 settembre 2001.
  16. ^ a b Vallelunga Classe 125 - Classifica gara, su storicociv.perugiatiming.com.
  17. ^ a b Misano2 Superbike - Classifica gara, su storicociv.perugiatiming.com.
  18. ^ a b Misano2 Supersport - Classifica gara, su storicociv.perugiatiming.com.
  19. ^ Misano2 Stock 1000 - Classifica gara, su storicociv.perugiatiming.com.
  20. ^ Dato non disponibile.
  21. ^ a b Misano2 Classe 125 - Classifica gara, su storicociv.perugiatiming.com.
  22. ^ a b Misano3 Superbike - Classifica gara, su storicociv.perugiatiming.com.
  23. ^ a b Misano3 Supersport - Classifica gara, su storicociv.perugiatiming.com.
  24. ^ Misano3 Stock 1000 - Classifica gara, su storicociv.perugiatiming.com.
  25. ^ a b Misano3 Classe 125 - Classifica gara, su storicociv.perugiatiming.com.
  26. ^ CIV Superbike - Classifica Campionato, su storicociv.perugiatiming.com, 28 ottobre 2001.
  27. ^ CIV Supersport - Classifica Campionato, su storicociv.perugiatiming.com, 28 ottobre 2001.
  28. ^ CIV Stock 1000 - Classifica Campionato, su storicociv.perugiatiming.com, 28 ottobre 2001.
  29. ^ CIV Classe 125 - Classifica Campionato, su storicociv.perugiatiming.com, 28 ottobre 2001.

Collegamenti esterni modifica

  Portale Moto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moto