Campionato del mondo rally vetture di produzione

Campionato del mondo rally vetture di produzione
CategoriaAutomobilismo
NazioneMondiale
Prima edizione1987
Pilota campione
(2018)
Italia Enrico Brazzoli
Squadra campione
(2018)
Italia ACI Team Italia
Sito web ufficialewrc.com

Il World Rally Championship-3 è un campionato mondiale organizzato dalla Federazione Internazionale dell'Automobile, per auto da rally.

Dalla stagione 2020 il nome World Rally Championship-3 è utilizzato per indicare le serie che nel 2018 si chiamava WRC-2, ovvero il campionato per vetture di classe R5 dedicato esclusivamente agli equipaggi privati.[1]

StoriaModifica

 
Il portoghese Armindo Araújo, due volte campione PWRC su Mitsubishi Lancer Evo IX

Il campionato nasce nel 1987 con il nome di Campionato del mondo rally Guppo N (Cup for Production Rally Drivers), pertanto ne segue idealmente l'albo d'oro.[2] Le prove del campionato erano alcune delle prove del campionato del mondo rally (WRC), tuttavia i piloti gareggiavano su auto del Gruppo N.

Nel 2002 la serie cambia denominazione diventando Campionato del mondo rally vetture di produzione (Production World Rally Championship o PWRC).

Nel 2013 il campionato è stato rinominato World Rally Championship-3 inoltre, a causa della soppressione del Gruppo N e del Gruppo A, ed in seguito all'introduzione del gruppo R, il regolamento prevedeva la partecipazione con vetture delle neonate classi RC3 ed RC4 (più comunemente conosciute come R3 e R2); tale campionato è stato poi soppresso al termine della stagione 2018[3].

Dopo un anno di assenza,a partire dalla stagione 2020 il nome World Rally Championship-3 viene utilizzato per indicare la serie che nel 2018 si chiamava WRC-2[1], ossia il campionato ufficiale per vetture della classe superiore RC2 (altresì nota come R5), dedicato esclusivamente agli equipaggi privati.

Il campionato WRC-2 diventa invece riservato alle vetture della classe RC2 schierate direttamente dai team ufficiali dei costruttori.

Albo d'oroModifica

Anno Pilota Autovettura
Campionato Gruppo N
1987   Alex Fiorio   Lancia Delta
1988   Pascal Gaban   Mazda 323
1989   Alain Oreille   Renault 5
1990   Alain Oreille   Renault 5
1991   Grégoire de Mevius   Mazda 323
1992   Grégoire de Mevius   Nissan Sunny
1993   Alessandro Fassina   Mazda 323
1994   Jesús Puras   Ford Escort
1995   Rui Madeira   Mitsubishi Lancer Evolution
1996   Gustavo Trelles   Mitsubishi Lancer Evolution
1997   Gustavo Trelles   Mitsubishi Lancer Evolution
1998   Gustavo Trelles   Mitsubishi Lancer Evolution
1999   Gustavo Trelles   Mitsubishi Lancer Evolution
2000   Manfred Stohl   Mitsubishi Lancer Evolution
2001   Gabriel Pozzo   Mitsubishi Lancer Evolution
Campionato vetture di produzione (PWRC)
2002   Karamjit Singh   Proton Pert
2003   Martin Rowe   Subaru Impreza
2004   Niall McShea   Subaru Impreza
2005   Toshihiro Arai   Subaru Impreza
2006   Nasser Al-Attiyah   Subaru Impreza
2007   Toshihiro Arai   Subaru Impreza
2008   Andreas Aigner   Mitsubishi Lancer Evolution
2009   Armindo Araújo   Mitsubishi Lancer Evolution
2010   Armindo Araújo   Mitsubishi Lancer Evolution
2011   Hayden Paddon   Subaru Impreza WRX STI
2012   Benito Guerra   Mitsubishi Lancer Evolution
WRC-3
2013   Sébastien Chardonnet   Citroën DS3 R3
2014   Stéphane Lefebvre   Citroën DS3 R3
2015   Quentin Gilbert   Citroën DS3 R3 Max
2016   Simone Tempestini   Citroën DS3 R3 Max
2017   Nil Solans   Ford Fiesta R2T
2018   Enrico Brazzoli   Peugeot 208 R2

NoteModifica

  1. ^ a b (ENFR) FIA announces World Motor Sport Council decisions, su fia.com, FIA. URL consultato il 13 novembre 2019 (archiviato il 6 ottobre 2019).
  2. ^ (EN) P-WRC Champions / FIA Production Car World Rally, motorsportsetc.com. URL consultato il 3 novembre 2011.
  3. ^ (ENFRES) WRC - Summary of regulation changes for 2019, su fia.com, FIA, 11 gennaio 2019 (archiviato il 12 gennaio 2019).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Sito ufficiale, su wrc.com. URL consultato il 26 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 26 marzo 2012).
  Portale Automobilismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobilismo