Campionato europeo per Nazioni di rugby 2008-2010

Campionato europeo per Nazioni 2008-2010
Competizione Campionato europeo per Nazioni
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione
Organizzatore FIRA-AER
Date dall'8 novembre 2008
al 27 marzo 2010 (1ª div.)
Partecipanti 6
Formula Girone all'italiana
Risultati
Vincitore Georgia Georgia  (2008-09)
Romania Romania (2009-10)
Prom. 1.A Ucraina Ucraina
Prom. 1.B Paesi Bassi Paesi Bassi
Prom. 2.A Lituania Lituania
Prom. 2.B Slovenia Slovenia
Prom. 2.C Israele Israele
Prom. 2.D Cipro Cipro
Retr. 2.A Germania Germania
Poland vs Belgium 2009 rugby (3).jpg
Una fase di Polonia - Belgio
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2006-08 2010-12 Right arrow.svg

Il campionato europeo per Nazioni 2008-10 fu la 7ª edizione del rinnovato Campionato europeo per Nazioni di rugby, competizione continentale organizzata dalla FIRA - Associazione Europea di Rugby, ramo europeo dell'International Rugby Board.

Fu anche la 40ª (2008-09) e 41ª (2009-10) edizione della competizione che metteva in palio il titolo di campione europeo di rugby.

Il torneo servì come base per la qualificazione della zona europea alla Coppa del Mondo 2011 secondo un complesso meccanismo che prevedeva, alla fine delle gare d'andata (2008-09), una serie di incontri eliminatori tra le squadre prime classificate dalla divisione 3.C fino alla 2.B, e successivamente con la vincitrice della divisione 2.A 2008-10[1] e infine spareggio della squadra emergente da tali eliminatorie con la terza classificata della prima divisione 2008-10[1] per un posto nei ripescaggi intercontinentali[1]. Le squadre piazzate ai primi due posti della classifica finale 2008-10 della prima divisione, invece, si qualificarono direttamente alla Coppa del Mondo di rugby 2011.

Per quanto riguarda il titolo di campione d'Europa, per la stagione 2008-09 il trofeo andò alla Georgia[2] che, nell'ultimo incontro del girone d'andata, vinse in casa della Russia (nell'occasione ospitata a Mariupol' in Ucraina) prima in classifica alla penultima giornata[2]. Per la stagione successiva, invece, fu la Romania ad aggiudicarsi il titolo[3].

Nella classifica generale aggregata si classificò prima la citata Georgia, mentre al secondo posto si piazzò la Russia che, con due gare d'anticipo, guadagnò la sua prima storica qualificazione alla Coppa del Mondo[4]. La Romania, terza classificata alle spalle delle due qualificate, fu invece destinata alla disputa dello spareggio contro l'altra squadra europea uscita dalle eliminatorie continentali al fine di accedere ai ripescaggi interzona per l'ultimo posto utile alla competizione mondiale.

Il torneo vide il ritorno in 1ª divisione della Germania, già presente fin dalle prime edizioni negli anni trenta ma mai più figurante nella massima serie dal 1981-82. Tuttavia al termine del torneo i tedeschi si classificarono ultimi con dieci sconfitte e nessun punto di bonus, retrocedendo in divisione 2.A del biennio successivo.

L'Ucraina vinse la divisione 2.A e insieme alla promozione al torneo maggiore accedette al quarto turno delle eliminatorie mondiali; in tale divisione non fu disputato l'incontro tra Polonia e Moldavia: infatti, a causa dell'incidente aereo in cui perse la vita il presidente polacco Lech Kaczyński insieme alla moglie e a diversi membri di governo e sottogoverno, l'incontro, previsto per il 10 aprile 2010, fu inizialmente rinviato a giugno[5], ma successivamente annullato in quanto ininfluente sulla classifica finale[6].

Per quanto riguarda le altre divisioni interessate alla qualificazione alla Coppa del Mondo, la divisione 2.B fu vinta dai Paesi Bassi che primeggiarono anche dopo le gare d'andata e accedettero quindi al terzo turno delle qualificazioni mondiali; la divisione 3.A fu dominata a punteggio pieno dalla Lituania che accedette al secondo turno delle qualificazioni; anche tale girone vide una partita annullata, quella tra Svizzera e Lituania, inizialmente rinviata a causa del blocco aereo che fece seguito all'eruzione del vulcano islandese Eyjafjöll, ma successivamente anch'essa annullata per via della non rilevanza per gli esiti della classifica finale[7]. A disputare il primo turno furono Slovenia e Israele, prime a metà torneo e successivamente vincitrici rispettivamente delle divisioni 3.B e 3.C e promosse rispettivamente in 3.A e 3.B.

Infine, in divisione 3.D fu Cipro a vincere un torneo caratterizzato dal ritiro della Slovacchia dopo tre incontri (nell'ordine sconfitta 32-46 contro Bosnia ed Erzegovina, 7-33 contro Cipro e vittoria 11-10 contro Monaco), i quali furono eliminati dalla classifica generale[8].

Per tutte le divisioni il sistema di punteggio previde 3 punti per la vittoria, 2 per il pareggio, 1 per la sconfitta e 0 per il forfait.

1ª divisioneModifica

Stagione 2008-09Modifica

Mosca
8 novembre 2008, ore 14 UTC+4
Russia  42 – 15
referto
  SpagnaStadio Slava (1 000 spett.)
Arbitro:   Bruno Bessot

Madrid
15 novembre 2008, ore 16 UTC+1
Spagna  22 – 11
referto
  GermaniaStadio Complutense (8 000 spett.)
Arbitro:   Paolo Ventura

Heidelberg
7 febbraio 2009, ore 14 UTC+1
Germania  5 – 38
referto
  GeorgiaStadio Fritz Grunebaum (3 100 spett.)
Arbitro:   Graham Knox

Madrid
7 febbraio 2009, ore 16 UTC+1
Spagna  10 – 19
referto
  RomaniaStadio Complutense
Arbitro:   Mauro Dordolo

Lisbona
7 febbraio 2009, ore 15 UTC
Portogallo  14 – 18
referto
  RussiaStadio Universitario
Arbitro:   Simon McDowell

Tbilisi
14 febbraio 2009, ore 16 UTC+4
Georgia  20 – 20
referto
  PortogalloStadio Nazionale (12 000 spett.)
Arbitro:   Christophe Berdos

Heidelberg
14 febbraio 2009, ore 15 UTC+1
Germania  0 – 22
referto
  RomaniaStadio Fritz Grunebaum
Arbitro:   Colin Stanley

Lisbona
21 febbraio 2009, ore 15 UTC
Portogallo  44 – 6
referto
  GermaniaStadio Universitario (5 000 spett.)
Arbitro:   Stefano Penné

Madrid
28 febbraio 2009, ore 16 UTC+1
Spagna  11 – 55
referto
  GeorgiaStadio Complutense
Arbitro:   Franck Maciello

Bucarest
28 febbraio 2009, ore 14 UTC+2
Romania  19 – 28
referto
  RussiaStadio Arcul de Triumf (2 500 spett.)
Arbitro:   Gwyn Morris

Tbilisi
14 marzo 2009, ore 16:15 UTC+4
Georgia  28 – 23
referto
  RomaniaStadio Nazionale (15 000 spett.)
Arbitro:   Andrew McMenemy

Lisbona
15 marzo 2009, ore 15:30 UTC
Portogallo  24 – 19
referto
  SpagnaStadio Universitario
Arbitro:   Giulio De Santis

Bucarest
21 marzo 2009, ore 15 UTC+2
Romania  21 – 22
referto
  PortogalloStadio Arcul de Triumf
Arbitro:   Philippe Bonhoure

Mariupol'
22 marzo 2009, ore 14 UTC+2
Russia  21 – 29
referto
  GeorgiaStadio Illičivec'
Arbitro:   Didier Mené

Hannover
2 maggio 2009, ore 15 CEST
Germania  0 – 53
referto
  RussiaStadio Rudolf Kalweit (3 000 spett.)
Arbitro:   John Paul Doyle

Stagione 2009-10Modifica

Tbilisi
6 febbraio 2010, ore 15 UTC+4
Georgia  77 – 3
referto
  GermaniaStadio Nazionale
Arbitro:   Patrick Pechambert

Soči
6 febbraio 2010, ore 15:30 UTC+3
Russia  14 – 10
referto
  PortogalloStadio Centrale Slavy Metreveli
Arbitro:   Franck Maciello

Costanza
13 febbraio 2010, ore 13:30 UTC+2
Romania  67 – 5
referto
  GermaniaStadio 1º Maggio
Arbitro:   Claudio Passacantando

Madrid
13 febbraio 2010, ore 16 UTC+1
Spagna  20 – 38
referto
  RussiaStadio Complutense
Arbitro:   Tim Hayes

Lisbona
13 febbraio 2010, ore 15 UTC
Portogallo  10 – 16
referto
  GeorgiaStadio Universitario
Arbitro:   Andrew Small

Tbilisi
27 febbraio 2010, ore 14 UTC+4
Georgia  17 – 9
referto
  SpagnaNazionale (5 000 spett.)
Arbitro:   Jean-Pierre Matheu

Soči
27 febbraio 2010, ore 15 UTC+3
Russia  21 – 21
referto
  RomaniaStadio Centrale Slavy Metreveli (300 spett.)
Arbitro:   Greg Garner

Heusenstamm
27 febbraio 2010, ore 14:30 UTC+1
Germania  0 – 69
referto
  PortogalloSportzentrum Martinsee (2 500 spett.)
Arbitro:   Neil Patterson

Bucarest
13 marzo 2010, ore 14 UTC+2
Romania  22 – 10
referto
  GeorgiaStadio Arcul de Triumf (1 094 spett.)
Arbitro:   Simon McDowell

Soči
13 marzo 2010, ore 15 UTC+3
Russia  48 – 11
referto
  GermaniaStadio Centrale (200 spett.)
Arbitro:   Pascal Gaüzère

Madrid
13 marzo 2010, ore 16 UTC+1
Spagna  15 – 33
referto
  PortogalloStadio Complutense
Arbitro:   Stefano Penné

Heidelberg
20 marzo 2010, ore 14:30 UTC+1
Germania  17 – 21
referto
  SpagnaStadio Fritz Grunebaum
Arbitro:   Carlo Damasco

Trebisonda
20 marzo 2010, ore 15 UTC+2
Georgia  36 – 8
referto
  RussiaStadio Akçaabat Fatih (6 000 spett.)
Arbitro:   Jérôme Garcès

Lisbona
20 marzo 2010, ore 15 UTC
Portogallo  9 – 20
referto
  RomaniaStadio Universitario (2 000 spett.)
Arbitro:   James Jones

Bucarest
27 marzo 2010, ore 14 UTC+2
Romania  48 – 3
referto
  SpagnaStadio Arcul de Triumf (1 518 spett.)
Arbitro:   John Lacey

Classifica 2008-09Modifica

Squadra G V N P P+ P- diff. PT
  Georgia 5 4 1 0 170 80 +90 14
  Russia 5 4 0 1 162 77 +85 13
  Portogallo 5 3 1 1 124 84 +40 12
  Romania 5 2 0 3 104 88 16 9
  Spagna 5 1 0 4 77 151 -74 7
  Germania 5 0 0 5 25 179 -154 5

Classifica 2009-10Modifica

Squadra G V N P P+ P- diff. PT
  Romania 5 4 1 0 178 48 +130 14
  Georgia 5 4 0 1 156 52 +85 13
  Russia 5 3 1 1 129 98 +31 12
  Portogallo 5 2 0 3 131 65 +66 9
  Spagna 5 1 0 4 68 153 -85 7
  Germania 5 0 0 5 33 282 -249 5

Classifica complessiva 2008-10Modifica

Squadra G V N P P+ P- diff. PT
  Georgia 10 8 1 1 326 132 +194 27
  Russia 10 7 1 2 291 175 +116 25
  Romania 10 6 1 3 282 136 +146 23
  Portogallo 10 5 1 4 255 149 +106 21
  Spagna 10 2 0 8 145 304 -159 14
  Germania 10 0 0 10 58 461 -403 10

2ª divisioneModifica

Divisione 2.AModifica

Data Incontro Risultato Sede
4-10-2008 PoloniaUcraina 12-13 Łódź
1-11-2008 BelgioUcraina 9-8 Bruxelles
15-11-2008 Rep. CecaPolonia 7-13 Ostrava
15-11-2008 MoldaviaBelgio 20-8 Chișinău
22-11-2008 Rep. CecaMoldavia 11-9 Praga
15-3-2009 BelgioRep. Ceca 15-15 Bruxelles
22-3-2009 UcrainaRep. Ceca 20-10 Odessa
9-5-2009 UcrainaMoldavia 32-0 Kiev
16-5-2009 MoldaviaPolonia 28-30 Chișinău
30-5-2009 PoloniaBelgio 14-3 Varsavia
12-9-2009 UcrainaPolonia 19-12 Kiev
10-10-2009 UcrainaBelgio 13-11 Kiev
25-10-2009 PoloniaRep. Ceca 5-19 Varsavia
31-10-2009 BelgioMoldavia 14-3 Bruxelles
14-11-2009 MoldaviaRep. Ceca 45-30 Chișinău
3-4-2010 Rep. CecaBelgio 16-19 Praga
10-4-2010 Rep. CecaUcraina 27-16 Říčany
10-4-2010 PoloniaMoldavia n/d[9]
24-4-2010 MoldaviaUcraina 28-19 Chișinău
24-4-2010 BelgioPolonia 29-8 Bruxelles
Classifica divisione 2.A G V N P P+ P- diff. PT
  Ucraina 8 5 0 3 140 109 +31 18
  Belgio 8 4 1 3 108 97 +11 17
  Rep. Ceca 8 3 1 4 121 128 -7 15
  Moldavia 7[9] 3 0 4 129 140 -11 13
  Polonia 7[9] 3 0 4 97 121 -24 13

Divisione 2.BModifica

Data Incontro Risultato Sede
25-10-2008 SveziaLettonia 21-5 Vänersborg
25-10-2008 MaltaCroazia 16-18 Paola
1-11-2008 Paesi BassiCroazia 18-12 Amsterdam
1-11-2008 SveziaMalta 6-9 Vänersborg
8-11-2008 LettoniaPaesi Bassi 10-29 Jelgava
18-4-2009 Paesi BassiSvezia 36-24 Amsterdam
18-4-2009 LettoniaMalta 19-32 Riga
25-4-2009 MaltaPaesi Bassi 9-27 Paola
25-4-2009 CroaziaLettonia 21-13 Macarsca
2-5-2009 CroaziaSvezia 23-13 Spalato
24-10-2009 LettoniaCroazia 9-23 Riga
31-10-2009 CroaziaMalta 34-14 Spalato
31-10-2009 SveziaPaesi Bassi 16-19 Trelleborg
7-11-2009 MaltaSvezia 25-23 Paola
7-11-2009 Paesi BassiLettonia 57-3 Amsterdam
17-4-2010 LettoniaSvezia 31-27 Riga
17-4-2010 Paesi BassiMalta 19-0 Amsterdam
24-4-2010 CroaziaPaesi Bassi 16-14 Spalato
24-4-2010 MaltaLettonia 27-10 Paola
1-5-2010 SveziaCroazia 17-14 Enköping
Classifica divisione 2.B G V N P P+ P- diff. PT
  Paesi Bassi 8 7 0 1 204 75 +129 22
  Croazia 8 6 0 2 161 114 +47 20
  Malta 8 4 0 4 132 156 -24 16
  Svezia 8 2 0 6 147 164 -15 12
  Lettonia 8 1 0 7 100 237 -137 10

3ª divisioneModifica

Spareggio divisione 3.C - 3.DModifica

Netanya
6 settembre 2008, ore 18 EEST
Israele  23 – 14
referto
  CiproWingate Sports Institute
Arbitro:   Eric Gauzins

Divisione 3.AModifica

Data Incontro Risultato Sede
13-9-2008 SerbiaArmenia 0–41 Smederevo
18-10-2008 ArmeniaSvizzera 35-15 Abovyan
8-11-2008 AndorraLituania 10-26 Andorra
15-11-2008 LituaniaSvizzera 33-0 Vilna
6-12-2008 SerbiaAndorra 32-7 Smederevo
14-3-2009 SvizzeraAndorra 32-9 Berna
21-3-2009 AndorraArmenia 36-10 Andorra
4-4-2009 SvizzeraSerbia 6-12 Nyon
2-5-2009 LituaniaSerbia 50-9 Vilna
9-5-2009 ArmeniaLituania 19-24 Abovyan
10-10-2009 LituaniaAndorra 40-12 Šiauliai
24-10-2009 SerbiaSvizzera 13-8 Belgrado
31-10-2009 LituaniaArmenia 25-0[10] Klaipėda
22-11-2009 SvizzeraArmenia 18-0 Yverdon
29-11-2009 AndorraSerbia 21-7 Andorra
3-4-2010 ArmeniaAndorra 26-17 Abovyan
10-4-2010 ArmeniaSerbia 20-19 Abovyan
17-4-2010 SvizzeraLituania n/d[11]
24-4-2010 SerbiaLituania 5-77 Belgrado
8-5-2010 AndorraSvizzera 10-0 Andorra
Classifica divisione 3.A G V N P P+ P- diff. PT
  Lituania 7[11] 7 0 0 275 55 +220 21
  Armenia 8 4 0 4 151 154 -3 16[10]
  Serbia 8 3 0 5 97 230 -133 14
  Andorra 8 3 0 5 122 173 -51 14
  Svizzera 7[11] 2 0 5 79 112 -33 11

Divisione 3.BModifica

Data Incontro Risultato Sede
13-9-2008 SloveniaUngheria 32-26 Lubiana
27-9-2008 NorvegiaUngheria 15-26 Oslo
11-10-2008 NorvegiaAustria 11-3 Oslo
18-10-2008 DanimarcaSlovenia 19-25 Odense
1-11-2008 AustriaSlovenia 9-18 Vienna
8-11-2008 UngheriaDanimarca 39-12 Kecskemét
11-4-2009 DanimarcaNorvegia 20-18 Odense
18-4-2009 UngheriaAustria 25-13 Esztergom
25-4-2009 AustriaDanimarca 6-27 Linz
25-4-2009 SloveniaNorvegia 14-10 Lubiana
10-10-2009 UngheriaSlovenia 17-11 Pécs
17-10-2009 AustriaSlovenia 13-15 Lubiana
17-10-2009 NorvegiaDanimarca 15-8 Bergen
31-10-2009 DanimarcaUngheria 27-18 Odense
14-11-2009 AustriaNorvegia 9-12 Vienna
24-4-2010 DanimarcaAustria 24-13 Odense
1-5-2010 UngheriaNorvegia 34-17 Esztergom
15-5-2010 SloveniaDanimarca 14-12 Lubiana
15-5-2010 AustriaUngheria 19-17 Linz
22-5-2010 NorvegiaSlovenia 13-16 Ålesund
Classifica divisione 3.B G V N P P+ P- diff. PT
  Slovenia 8 6 0 2 143 121 +22 20
  Ungheria 8 5 0 3 202 146 +56 18
  Danimarca 8 4 0 4 149 148 +1 16
  Norvegia 8 3 0 5 111 130 -19 14
  Austria 8 2 0 6 87 147 -60 12

Divisione 3.CModifica

Data Incontro Risultato Sede
4-10-2008 FinlandiaLussemburgo 19-27 Helsinki
11-10-2008 FinlandiaGrecia 10-12 Helsinki
15-11-2008 BulgariaIsraele 8-11 Pernik
22-11-2008 GreciaIsraele 10-25 Kifisià
29-11-2008 LussemburgoBulgaria 10-8 Lussemburgo
21-3-2009 IsraeleLussemburgo 30-0 Netanya
11-4-2009 GreciaBulgaria 41-18 Alessandropoli
25-4-2009 BulgariaFinlandia 29-10 Pernik
25-4-2009 LussemburgoGrecia 14-17 Lussemburgo
2-5-2009 IsraeleFinlandia 70-8 Netanya
3-10-2009 FinlandiaBulgaria 13-36 Helsinki
24-10-2009 BulgariaLussemburgo 25-12 Pernik
24-10-2009 LussemburgoFinlandia 9-3 Lussemburgo
27-2-2010 GreciaFinlandia 31-10 Patrasso
13-3-2010 GreciaLussemburgo 17-9 Atene
10-4-2010 IsraeleBulgaria 50-10 Netanya
17-4-2010 IsraeleGrecia 39-0 Netanya
24-4-2010 BulgariaGrecia 18-15 Pernik
1-5-2010 LussemburgoIsraele 17-19 Lussemburgo
12-6-2010 FinlandiaIsraele 6-13 Helsinki
Classifica divisione 3.C G V N P P+ P- diff. PT
  Israele 8 8 0 0 247 59 +19 24
  Bulgaria 8 5 0 3 162 162 0 18
  Grecia 8 5 0 3 143 143 0 18
  Lussemburgo 8 2 0 6 98 148 -50 12
  Finlandia 8 0 0 8 79 227 -148 8

Divisione 3.DModifica

Data Incontro Risultato Sede
11-10-2008 MonacoBosnia ed Erzegovina 5-50 Mentone
25-10-2008 Bosnia ed ErzegovinaAzerbaigian 18-7 Zenica
29-11-2008 AzerbaigianCipro 3-37 Baku
6-12-2008 CiproMonaco 24-3 Limassol
31-1-2009 MonacoAzerbaigian 38-12 S. Lorenzo d. Varo
21-3-2009 Bosnia ed ErzegovinaCipro 6-8 Zenica
10-10-2009 Bosnia ed ErzegovinaMonaco 23-8 Zenica
7-11-2009 AzerbaigianBosnia ed Erzegovina 5-16 Baku
14-11-2009 MonacoCipro 5-44 Mentone
30-1-2010 AzerbaigianMonaco 25-0 Baku
5-3-2010 CiproAzerbaigian 59-0 Pafo
27-3-2010 CiproBosnia ed Erzegovina 15-0 Pafo
Classifica divisione 3.D G V N P P+ P- diff. PT
  Cipro 6 6 0 0 113 33 +80 18
  Bosnia ed Erzegovina 6 4 0 2 113 17 +96 14
  Azerbaigian 6 1 0 5 59 153 -94 8
  Monaco 5 1 0 4 27 109 -82 7
  Slovacchia

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Rugby World Cup 2011 Qualifier Chart (PDF), in Rugby World Cup, International Rugby Board, p. 3. URL consultato il 22 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 6 luglio 2009).
  2. ^ a b (FR) CEN D1 - Le titre pour la Géorgie, FIRA-AER, 24 marzo 2009. URL consultato il 31 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 31 ottobre 2014).
  3. ^ (FR) Roumanie Champion d'Europe 2010 (PDF), in Flashinfo, nº 111, FIRA-AER, 31 marzo 2010, p. 8. URL consultato il 31 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 31 ottobre 2014).
  4. ^ (EN) Russia create history with RWC qualification, in Rugby World Cup, International Rugby Board, 28 febbraio 2010. URL consultato il 31 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 23 agosto 2011).
  5. ^ (EN) ENC - Division 2A Poland Vs Moldova, FIRA-AER, 10 aprile 2010. URL consultato il 31 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 29 ottobre 2014).
  6. ^ (EN) 2008/10 - ENC Division 2 - RWC2011, FIRA-AER. URL consultato il 31 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 29 ottobre 2014).
  7. ^ (EN) 2008/10 - ENC Division 3, in FIRA-AER. URL consultato il 31 ottobre 2014 (archiviato dall'originale il 30 ottobre 2014).
  8. ^ (FR) CEN D3 D - Forfait général de la Slovaquie, FIRA-AER, 28 settembre 2009. URL consultato il 31 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 29 ottobre 2014).
  9. ^ a b c Causa annullamento dell'incontro Polonia-Moldavia a seguito dell'incidente dell'aereo presidenziale polacco
  10. ^ a b Per forfait dell'Armenia e conseguenti 0 punti in classifica generale
  11. ^ a b c Causa annullamento dell'incontro Svizzera-Lituania per via del blocco aereo a seguito dell'eruzione del vulcano Eyjafjöll

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby