Apri il menu principale

Campionato italiano di hockey su ghiaccio 2008-2009

Stagione 2008-2009
CampionatoCampionato italiano
SportIce hockey pictogram.svg Hockey su ghiaccio
Numero squadre8 serie A
9 serie A2

Il Campionato italiano di hockey su ghiaccio 2008-09 è stato organizzato dalla FISG e, per le prime due serie, dalla LIHG. La novità più consistente è il ritorno della serie C Interregionale a campionato nazionale col nome di Serie C Over 26. I campionati nazionali sono dunque la Serie A, la Serie A2, Serie C Over 26 e Serie C Under 26 (quest'ultima suddivisa in due divisioni).

Indice

Serie AModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A 2008-2009 (hockey su ghiaccio).

La massima serie vede iscritte otto squadre: i più volte campioni d'Italia dei Vipers Milano sono infatti stati sciolti per volontà del presidente Alvise di Canossa[1]. Le squadre sono dunque: Alleghe HC, Asiago Hockey AS, HC Bolzano, SG Cortina, SHC Fassa, SG Pontebba, Renon Ritten Sport Hockey e HC Valpusteria.

Viene cambiata, rispetto alla stagione precedente, anche la formula[2]: triplo girone di andata e ritorno (3 punti alla vincente nei tempi regolamentari, 2 punti alla vincente dopo i supplementari o i rigori, 1 punto alla sconfitta ai supplementari o rigori), con divisione per 3 per difetto dei punti al termine del secondo girone; le prime quattro squadre al termine dei gironi accedono ai play-off con semifinali e finale al meglio delle 7 gare; le squadre classificate agli ultimi quattro posti accedono ai play-out, con gare al meglio delle 5 gare; le due squadre sconfitte si incontrano al meglio delle 5 gare, con la vincente al 7º posto e la perdente allo spareggio con la vincitrice della Serie A2 per un posto nella Serie A 2009-10.

Prima faseModifica

La prima fase comprende i primi due gironi all'italiana di andata e ritorno.

Classifica prima faseModifica

Squadre Punti PG V VOT POT P GF GS
1. Cortina 69 28 19 5 2 2 119 72
2. Bolzano 59 28 15 5 4 4 107 74
3. Renon 55 28 16 1 5 6 110 82
4. Val Pusteria 37 28 10 1 5 12 107 99
5. Asiago 36 28 9 3 3 13 70 93
6. Alleghe 32 28 6 6 2 14 86 99
7. Pontebba 25 28 6 3 1 18 70 109
8. Fassa 23 28 6 1 3 18 70 112

Legenda: PG = partite giocate; V = vittorie conseguite nei tempi regolamentari; VOT= vittorie conseguite ai tempi supplementari o ai rigori; POT = sconfitte subite ai tempi supplementari o ai rigori; P = sconfitte subite nei tempi regolamentari; GF = reti segnate; GS = reti subite

Seconda faseModifica

Al termine delle prime due fasi il punteggio in classifica delle squadre è stato diviso per tre (arrotondato per difetto), e le squadre si sono incontrate in un ultimo girone di andata e ritorno.

Classifica seconda faseModifica

Squadre Punti Ris. Seconda fase Ris. Complessivi Pt.
1ª fase
PG V VOT POT P GF GS PG V VOT POT P GF GS
1. Renon 48 14 8 1 4 1 56 37 42 24 2 9 7 166 119 18
2. Bolzano 46 14 8 1 1 4 63 44 42 23 6 5 8 170 118 19
3. Cortina 44 14 5 2 2 5 43 44 42 24 7 4 7 162 116 23
4. Val Pusteria 39 14 8 1 1 4 44 39 42 18 2 6 16 150 138 12
5. Asiago 30 14 4 3 0 7 45 52 42 13 6 3 20 115 145 12
6. Alleghe 30 14 6 1 0 7 46 45 42 12 7 2 21 132 144 10
7. Fassa 22 14 4 0 3 7 35 51 42 10 1 6 25 104 161 7
8. Pontebba 18 14 2 2 0 10 37 57 42 8 5 1 28 107 166 8

Legenda: PG = partite giocate; V = vittorie conseguite nei tempi regolamentari; VOT= vittorie conseguite ai tempi supplementari o ai rigori; POT = sconfitte subite ai tempi supplementari o ai rigori; P = sconfitte subite nei tempi regolamentari; GF = reti segnate; GS = reti subite; Pt. 1ª fase = punteggio di partenza della seconda fase, pari al punteggio ottenuto nella prima fase diviso tre ed arrotondato per difetto

Terza FaseModifica

Play-outModifica

Le squadre classificate dal quinto all'ottavo posto al termine della seconda fase hanno dovuto disputare i play-out per non retrocedere. Le squadre si sono affrontate nelle semifinali secondo lo schema 5a vs 8a, 6a vs 7a. Le squadre uscite vittoriose dalla serie erano salve, le sconfitte si affrontavano nella finale per il settimo posto. La squadra vincitrice della finale era salva, la sconfitta doveva affrontare la vincitrice della Serie A2 per evitare la retrocessione. Tutte le serie si sono disputate al meglio delle cinque gare.

  Semifinali 5º/8º posto Finale per il 7º posto
                                 
  6  Alleghe HC 4 3 3 3 6  
7  SHC Fassa 3 1 5 6 3  
  7  SHC Fassa 4 2 3 1
  8  SG Pontebba 2 4 4 4
5  Asiago Hockey AS 6 4 5
  8  SG Pontebba 3 3 3  

Play-offModifica

Le prime quattro squadre qualificate al termine della seconda fase (SV Renon, HC Bolzano, SG Cortina e HC Val Pusteria) si sono affrontate nei play-off scudetto. Gli accoppiamenti delle semifinali sono stati decisi secondo lo schema 1a vs 4a e 2a vs 3a. Tutte le serie si sono disputate al meglio delle sette gare.

  Semifinali Finali
                                         
  1  SV Renon 7 2 6 3 6  
4  HC Val Pusteria 3 3 2 1 2  
  1  SV Renon 2 0 2 3
  2  HC Bolzano 4 1 3 7
2  HC Bolzano 3 5 4 4
  3  SG Cortina 1 2 3 3

L'Hockey Club Bolzano vince il suo diciottesimo scudetto, il secondo consecutivo. Per la prima volta riesce anche nel grande slam dell'hockey italiano, avendo vinto nella stessa stagione anche Coppa Italia e Supercoppa italiana, impresa riuscita solo all'HCJ Milano Vipers nel 2002-2003.[3]

Serie A2Modifica

La seconda serie ha visto iscritte nove squadre, con alcuni grandi piazze, come Milano e Varese, al ritorno nell'hockey su ghiaccio ufficiale, contro le otto della stagione precedente. Sei sono confermate dalla stagione precedente: Appiano Pirats, S.V. Caldaro, Egna Wild Goose, H.C. Gherdëina - Val Gardena, H.C. Valpellice e W.S.V. Vipiteno Broncos. Al posto dell'All Stars Piemonte, che ha rinunciato all'iscrizione[4] si è iscritta un'altra squadra torinese, il Real Torino H.C.[5]. Altre due squadre si sono iscritte ex novo: l'H.C. Varese[6] (già AS Mastini Varese Hockey, denominazione con cui ha vinto due scudetti, che mancava dall'hockey professionistico dal 2005) e Hockey Milano Rossoblu[7] (neonata società, sorta dalle ceneri dell'HCJ Milano Vipers[8]). L'HC Merano, inizialmente iscritto[9], ha poi rinunciato alla serie A2 per disputare la serie C Under 26[10].

La formula è stata cambiata di conseguenza: doppio girone di andata e ritorno, con al termine le prime 8 classificate a giocarsi i play-off. Anche in A2 scomparve il pareggio dalla regular season: 3 punti per la vittoria nei tempi regolamentari, 2 punti per la vittoria ai supplementari (o ai rigori), 1 punto in caso di sconfitta ai supplementari (o a i rigori).

ClassificaModifica

Squadre Punti PG V VOT POT P GF GS
1. Valpellice 74 32 19 7 3 3 139 94
2. Vipiteno 67 32 21 1 2 8 153 93
3. Caldaro 63 32 16 6 3 7 131 102
4. Gherdëina 55 32 16 2 3 11 153 116
5. Egna 51 32 14 3 3 12 125 109
6. Appiano 48 32 14 2 2 14 108 112
7. Milano 27 32 7 0 6 19 87 149
8. Real Torino 26 32 6 3 2 21 92 143
9. Varese 21 32 5 2 2 23 93 165

Legenda: PG = partite giocate; V = vittorie conseguite nei tempi regolamentari; VOT= vittorie conseguite ai tempi supplementari o ai rigori; POT = sconfitte subite ai tempi supplementari o ai rigori; P = sconfitte subite nei tempi regolamentari; GF = reti segnate; GS = reti subite

Play-offModifica

La squadra esclusa dai play-off è stato il Varese. Le sfide sono state decise con serie al meglio dei sette incontri per i quarti, ed al meglio dei cinque per semifinali e finale. Le date degli incontri:

  • Quarti di finale: 18, 20, 22, 25 e 27 febbraio, 1° e 3 marzo 2009
  • Semifinali: 6, 8, 11, 13 e 15 marzo 2009
  • Finale: 18, 20, 22, 25 e 27 marzo 2009

La squadra che vincerà il titolo affronterà l'ultima classificata nei play-out di serie A per determinare chi disputerà la massima serie 2009-2010.

  Quarti di finale Semifinali Finali
                                                           
  1  HC Valpellice 4 4 7 3  
8  Real Torino HC 3 1 0 1  
  1  HC Valpellice 6 4 6  
  4  HC Gherdëina 4 3 0  
4  HC Gherdëina 3 4 6 6 5
  5  HC Egna 2 3 4 7 3  
    1  HC Valpellice 2 3 0
  2  WSV Vipiteno 3 5 3
  2  WSV Vipiteno 3 4 8 2 2 6  
7  Milano Rossoblu 1 3 3 5 3 0  
  2  WSV Vipiteno 4 3 3 3
  3  SV Caldaro 1 5 2 2  
3  SV Caldaro 4 3 4 5
  6  HC Appiano 1 2 3 2  


La Wintersportverein Vipiteno Broncos si aggiudica la Serie A2 ed il diritto di disputare lo spareggio con l'ultima classificata in Serie A per un posto nella massima serie 2009-2010.

Spareggio per la Serie AModifica

Nello spareggio per la Serie A si sono affrontati, con una serie al meglio delle tre gare, i Vipiteno Broncos vincitori della Serie A2 e lo SHC Fassa, ultimo classificato in Serie A, con il vantaggio del campo in favore di quest'ultima squadra.

Gara 1

30 marzo 2009
Ore 20:30
SHC Fassa
42:55 D. Iori (R. Locatin, J. Van Hoof)
49:54 S. Marchetti (F. Caisse)
53:03 S. Reynolds
58:26 F. Davidsson (J. Paul, L. Felicetti)
4-2
(0-0; 0-2; 4-0)
Serie: 1-0
WSV Vipiteno Broncos
21:15 M. Gander (R. Held)
36:20 R. Campbell
Stadio del Ghiaccio Gianmario Scola, Alba di Canazei
Spettatori: 375

Gara 2

1º aprile 2009
Ore 20:30
WSV Vipiteno Broncos
02:35 R. Held (R. Campbell)
21:40 B. Cardini (M. Haller, P. Bustreo)
25:55 R. Held (T. Pichler)
50:13 R. Held (R. Campbell, M. Gander)
4-8
(1-3; 2-3; 1-2)
Serie: 0-2
SHC Fassa
01:57 L. Felicetti (S. Reynolds, F. Davidsson)
03:37 D. Piffer (J. Pemberton, R. Locatin)
09:26 L. Felicetti (J. Van Hoof, F. Davidsson)
22:16 D. Iori (R. Locatin, D. Piffer)
31:30 J. Pemberton (S. Reynolds)
38:00 R. Locatin (D. Iori)
46:15 S. Reynolds (F. Davidsson)
56:22 J. Paul (D. Piffer, J. Van Hoof)
DiscoArena, Vipiteno
Spettatori:

Lo Sportiva Hockey Club Fassa rimane in serie A.

Supercoppa italianaModifica

La Supercoppa italiana venne assegnata, come di consueto, con una gara unica tra la squadra vincitrice dell'ultimo campionato (HC Bolzano) e la squadra detentrice della Coppa Italia (SG Pontebba), in casa dei campioni d'Italia, al Palaonda di Bolzano.[11]
L'incontro si è svolto il 20 settembre 2008 e ha visto trionfare l'Hockey Club Bolzano, che ha così conquistato la sua terza Supercoppa, dopo i successi del 2004 e del 2007: in questo modo raggiunge i Milano Vipers in vetta alla classifica di tornei conquistati.

Gara Unica

20 settembre 2008
Ore 19:30
Bolzano
11:59 K. Corupe (J. Olson, C. Johannson)
18:53 K. Corupe (C. Borgatello, C. Johannson)
22:47 N. DiCasmirro (S. Durdins, J. Corupe)
34:45 K. Corupe (N. DiCasmirro, C. Johannson)
53:10 N. DiCasmirro (L. Ansoldi, R. Ramoser)
59:10 K.Corupe (L. Ansoldi, N. DiCasmirro)
6-3
(2-1; 2-2; 2-0)
Pontebba
1:47 A. Lutz (S. Margoni, A. Aquino)
17:18 S. Margoni (K. Bolibruck)
38:07 A. Aquino (K. Bolibruck, S. Margoni)
Palaonda
Bolzano

  L'Hockey Club Bolzano si è aggiudicato la sua terza supercoppa italiana.

Coppa ItaliaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2008-2009 (hockey su ghiaccio).

La coppa Italia non ha sostanzialmente cambiato la propria formula rispetto alla stagione precedente, con un torneo ad eliminazione diretta a partire dagli ottavi di finale. L'unica differenza di rilievo riguarda il turno di qualificazione, necessario per eliminare una delle 17 squadre (8 di serie A, 9 di serie A2) iscritte. Mentre nel 2007-08 si erano scontrate le ultime due in classifica nella serie A2 precedente, nel 2008-09 si è tenuto un torneo all'italiana tra le tre squadre neoiscritte alla serie A2, HC Varese, Hockey Milano Rossoblu e Real Torino, con le prime due classificate ad accedere al tabellone di Coppa[12].

Torneo di qualificazioneModifica

Squadre Punti PG V VOT POT P GF GS
1. Real Torino 5 2 1 1 0 0 10 6
2. Varese 4 2 1 0 1 0 9 7
3. Milano 0 2 0 0 0 2 2 8

Legenda: PG = partite giocate; V = vittorie conseguite nei tempi regolamentari; VOT= vittorie conseguite ai tempi supplementari o ai rigori; POT = sconfitte subite ai tempi supplementari o ai rigori; P = sconfitte subite nei tempi regolamentari; GF = reti segnate; GS = reti subite

Fase finaleModifica

Ottavi Quarti Semifinali Finale
                             
           
 Varese  1
 Bolzano  4  
 Bolzano  3
   Caldaro  2  
 Caldaro  5
 Asiago  3  
 Bolzano  4
   Cortina  2  
 Vipiteno  6
 Alleghe  4  
 Vipiteno  4
   Cortina  6  
 Appiano  2
 Cortina  4  
 Bolzano  4
   Renon  2
 Gherdëina  2
 Fassa  3  
 Fassa  0
   Pontebba  4[13]  
 Egna  2
 Pontebba  6  
 Pontebba  3
   Renon  6  
 Valpellice  4
 
 Val Pusteria  3  
 Valpellice  1
   Renon  7  
 Real Torino  0
 Renon  7  

  L'Hockey Club Bolzano vince la sua terza Coppa Italia.

Serie C Under 26Modifica

Da questa stagione la Serie C Under 26 è divisa in due divisioni. Alla prima hanno avuto accesso le squadre del gruppo 1 della stagione precedente più le prime due classificate del gruppo 2. Alla seconda le altre cinque dell'ex gruppo 2 più le neo iscritte.

Prima divisioneModifica

Alla prima divisione avrebbero dovuto partecipare le otto squadre qualificate al gruppo 1 nella stagione 2007-08, più le prime due classificate al gruppo 2. Tuttavia alcuni cambiamenti sono intervenuti: i campioni del Caldaro hanno rinunciato alla seconda squadra in serie CU26, mentre l'HC Varese si è iscritto alla serie A2. Al loro posto sono state ripescate le squadre terza e quarta classificata del gruppo 2, SC Ora e SSV Laives.

Le dieci squadre sono: Alleghe HC, EV Bozen 84, HC Dobbiaco, HC Feltreghiaccio, Nuovo Fiemme 97, HC Laces Val Venosta, SSV Laives, SC Ora, AS Pergine e WSG Stilfes - Stilves.

La formula prevede un girone di andata e ritorno, seguito dai play-off per le prime otto in classifica. Le ultime due affrontarono invece le prime sei della seconda divisione nei play-off di seconda divisione per evitare la retrocessione.

ClassificaModifica

Squadre Punti PG V N P GF GS
1. Dobbiaco 29 18 14 1 3 100 51
2. EV Bozen 27 18 13 1 4 82 46
3. Pergine 26 18 12 2 4 93 65
4. Alleghe 23 18 11 1 6 81 71
5. Ora 20 18 10 0 8 66 76
6. Feltreghiaccio 16 18 8 0 10 83 85
7. Val Venosta 15 18 7 1 10 60 65
8. Stilves 13 18 6 1 11 63 73
9. Fiemme 10 18 3 4 11 69 107
10. Laives 1 18 0 1 17 40 98

Legenda: PG = partite giocate; V = vittorie; N = pareggi; P = sconfitte; GF = reti segnate; GS = reti subite

Play-offModifica

  Quarti di finale Semifinali Finale
                                       
  1  HC Dobbiaco 5 8  
8  WSG Stilves 0 2  
  1  HC Dobbiaco 5 8  
  4  Alleghe HC 3 3  
4  Alleghe HC 4 7
  5  SC Ora 3 6  
    1  HC Dobbiaco 5 3 3
  2  EV Bozen 1 5 2
  2  EV Bozen 4 4  
7  Val Venosta 2 1  
  2  EV Bozen 5 3
  3  AS Pergine 3 1  
3  AS Pergine 3[14] 9
  6  HC Feltreghiaccio 0 6  

L'Hockey Club Dobbiaco vince la Serie C Under 26 Prima divisione.

Seconda divisioneModifica

Alla seconda divisione partecipano nove compagini: SV Prad-Prato Stelvio e HC Adige Trento, ultime due classificate nel gruppo 2 della precedente stagione (la terz'ultima, l'HC Bressanone, non si è iscritta); HC Merano, che ha rinunciato a disputare la serie A2; HC Bergamo, HC Black Angels, HC Chiavenna e HC Pinerolo, l'anno precedente in serie C Interregionale; HC Como e HC Auronzo, neoiscritte.

La formula è quasi identica a quella della prima divisione, con un girone di andata e ritorno seguito dai play-off. La differenza fondamentale sta nel fatto che i play-off vedono coinvolte le prime sei classificate e le ultime due della prima divisione.

ClassificaModifica

Squadre Punti PG V N P GF GS
1. Merano 30 16 14 2 0 100 34
2. Adige Trento 24 16 10 4 2 93 41
3. Auronzo 24 16 10 4 2 86 40
4. Black Angels 17 16 7 3 6 80 56
5. Chiavenna 16 16 6 4 6 49 45
6. Pinerolo 14 16 6 2 8 57 63
7. Como 10 16 4 2 10 61 85
8. Prad 9 16 4 1 11 52 88
9. Bergamo 0 16 0 0 16 15 141

Play-offModifica

Si sono scontrate le ultime due classificate della prima divisione e le prime sei della seconda. Le due finaliste sono state promosse in prima divisione.

  Quarti di finale Semifinali Finale
                                       
  8-I  SV Laives 3 2  
5  HC Chiavenna 1 1  
  8-I  SV Laives 1 1  
  1  HC Merano 7 6  
1  HC Merano 4 5
  4  HC Black Angels 2 4  
    1  HC Merano 4 12
  2  Adige Trento 0 3
  7-I  Nuovo Fiemme 5 5  
6  HC Pinerolo 4 4  
  7-I  Nuovo Fiemme 4 1
  2  Adige Trento 7 4  
2  HC Adige Trento 7 7
  3  HC Auronzo 5 1  

Legenda: PG = partite giocate; V = vittorie; N = pareggi; P = sconfitte; GF = reti segnate; GS = reti subite

L'Hockey Club Merano vince il titolo di serie C Under 26 seconda divisione e viene promosso in prima divisione. Anche l'HC Trento viene promosso.

Serie C Over 26Modifica

Da questa stagione il campionato Interregionale torna a essere una campionato nazionale, pur non cambiando di molto formula, con quattro gironi suddivisi territorialmente (Lombardia, Piemonte/Val d'Aosta, Nord Est e Centro Sud), seguiti dalle finali nazionali. Diverse le modalità di accesso alle finali nazionali:

  • le prime quattro classificate dei gironi Lombardia e Piemonte/Val d'Aosta hanno preso parte ad un ulteriore girone, che ha qualificato le due squadre finaliste per le finali nazionali;
  • per il girone Nord Est, la prima classificata ha avuto diretto accesso alle finali;
  • per il Centro Sud, le due squadre laziali hanno sfidato quella siciliana per due volte, per poi scontrarsi fra di loro per determinare il vincitore del titolo e l'accesso alle finali.

L'organizzazione dei gironi lombardo e piemontese-valdostano è demandata al comitato regionale lombardo della FISG[15], il girone Nord-Est è invece organizzato dal comitato provinciale del Trentino[16]. Il girone Centro Sud è nato soltanto a gennaio 2009, ed è una sostanziale novità[17] (un abbozzo dell'attuale girone era stato, nella stagione precedente, lo scontro tra HC Roma e HC Mezzaluna per qualificare una squadra laziale alle finali nazionali)[18].

Gironi Lombardia e Piemonte/Valle d'AostaModifica

Girone LombardiaModifica

Sono cinque le squadre iscritte: AS Ambrosiana 98, HC Black Angels Amatori, HC Casate 2000, HC Diavoli Rossoneri e SG Lecco. Tra le squadre presenti nella stagione precedente, l'HC Bergamo e l'HC Chiavenna si sono iscritte alla serie C U26, il Tecnochem Bergamo ha sospeso l'attività[19], il Varese Killer Bees si è iscritto al campionato svizzero[20].

ClassificaModifica
Teams Punti PG V N P GF GS
1. Black Angels 13 8 6 1 1 44 26
2. Casate 12 8 6 0 2 48 29
3. Ambrosiana 8 8 4 0 4 56 27
4. Diavoli Rosso Neri 7 8 3 1 4 41 35
5. Lecco 0 8 0 0 8 15 87

Girone Piemonte/Valle d'AostaModifica

Solo quattro le compagini iscritte: HC Pinerolo, IHC Giugoma Torino, Les Aigles du Mont Blanc (presenti anche nella stagione precedente) e HC Bounty Stick (neoiscritta). Originariamente risultavano iscritte anche HC Valpellice Serie C e HC Aosta, che però hanno rinunciato il 30 settembre 2008[15]. L'altra squadra presente nella stagione precedente, gli amatori dell'All Stars Piemonte hanno seguito il destino della prima squadra, sospendendo l'attività.

Tutte e quattro le società avrebbero avuto diritto ad accedere alla seconda fase con le quattro squadre qualificate nel girone Lombardia; tuttavia Bountystick e Giugoma hanno dato forfait[21].

ClassificaModifica
Teams Punti PG V N P GF GS
1. Les Aigles 12 6 6 0 0 90 14
2. Pinerolo 6 6 3 0 3 31 37
3. Bounty Stick 4 6 2 0 4 18 41
4. Giugoma 2 6 1 0 5 16 63

Seconda Fase Lombardia - Piemonte - Valle d'AostaModifica

Avrebbero dovuto prendere parte alla seconda fase le quattro squadre del girone piemontese/valdostano e le prime quattro di quello lombardo. Tuttavia le ultime due squadre del girone piemontese (Giugoma e Bountystick) e la quarta classificata del girone Lombardia (Diavoli Rosso Neri) diedero forfait, riducendo la seconda fase dalle previste otto a sei squadre[22].

Si è disputato un girone all'italiana di sola andata seguito dai play-off per le prime quattro squadre.

ClassificaModifica
Teams Punti PG V N P GF GS
1. Les Aigles 10 5 5 0 0 77 8
2. Casate 8 5 4 0 7 36 16
3. Ambrosiana 6 5 3 0 2 23 28
4. Black Angels 4 5 2 0 3 16 28
5. Pinerolo 2 5 1 0 4 19 35
6. Lecco 0 5 0 0 5 13 66
Play-offModifica

Le semifinali si sono disputate nei giorni 1, 8 e - eventualmente - 15 marzo 2009; la finale, in gara unica, il 22 marzo 2009.

  Semifinali Finale
                     
  1  Les Aigles 14 15  
4  Black Angels 4 4  
  1  Les Aigles
  2  Casate
2  Casate 8 2 8
  3  Ambrosiana 2 4 5  

La finale non è stata disputata. Les Aigles du Mont Blanc sono campioni del girone Nord-Ovest, l'Hockey Club Casate del girone Lombardia.[23]

Girone Nord-EstModifica

Il girone Nord-Est è l'unico a vedere aumentate le squadre partecipanti: alle quattro squadre del 2007-08, HC Wizards Bologna, Falchi Bosco Chiesanuova, USG Zoldo Valcellina e Asiago Hockey AS Amatori, se ne sono aggiunte infatti inizialmente due trentine, HC Pinzolo Val Rendena e HC Pinè[24], ma quest'ultima ha comunicato il ritiro a pochi giorni dall'inizio del campionato[25].

La formula prevede un girone di andata e ritorno, seguito dai play-off per le prime quattro classificate.

ClassificaModifica

Teams Punti PG V VOT POT P DR
1. Falchi 15 8 5 0 0 3 +35
2. Zoldo 15 8 5 0 0 3 +15
3. Asiago 15 8 5 0 0 3 +8
4. Val Rendena 12 8 4 0 0 4
5. Bologna 3 8 1 0 0 7 -57

Legenda: PG = partite giocate; V = vittorie conseguite nei tempi regolamentari; VOT= vittorie conseguite ai tempi supplementari o ai rigori; POT = sconfitte subite ai tempi supplementari o ai rigori; P = sconfitte subite nei tempi regolamentari; DR = differenza reti

Play-offModifica

Le sfide di semifinale si sono giocate sulla distanza delle due gare. Non valendo la regola dei gol in trasferta, in caso di parità (una vittoria per parte o doppio pareggio), al termine della seconda gara veniva giocato un tempo supplementare da 5 minuti da giocarsi con 4 uomini di movimento; in caso di ulteriore parità, la serie era decisa dai tiri di rigore. La finale è invece stata giocata al meglio delle tre gare, con supplementare ed eventuali rigori in caso di pareggio nei tempi regolamentari.

Semifinali Finale
            
4 Val Rendena 2 4  
1 Falchi 8 1 dts
1 Falchi 6 2 9
2 Zoldo 5 7 7
3 Asiago 6 3
2 Zoldo 10 12

Legenda: dts= serie decisa al supplementare dal golden gol; dr= serie decisa ai tiri di rigore

I Falchi Bosco Chiesanuova si aggiudicano il girone nord-est della Serie C Interregionale, accedendo inoltre alle finali nazionali.

Girone Centro SudModifica

Sono tre le squadre coinvolte nel neonato girone Centro Sud: HC Mezzaluna Mentana, AS Phoenix Palermo e ASHC Roma.

ClassificaModifica

Teams Punti PG V N P GF GS
1. Roma 4 2 2 0 0 24 2
2. Mezzaluna 4 2 2 0 0 23 1
3. AS Palermo 0 4 0 0 4 3 47

L'Associazione Sportiva Hockey Club Roma si è aggiudicato il girone Centro-Sud ed il diritto a partecipare alle finali nazionali in virtù della serie di nove incontri disputati contro il Mezzaluna Mentana[26], tutti vinti dai capitolini.

Finali nazionaliModifica

Alle finali nazionali hanno avuto accesso le due squadre finaliste del Nord Ovest (Les Aigles du Mont Blanc e HC Casate 2000), la squadra vincitrice del girone Nord Est (Falchi Bosco) e la squadra vincitrice del girone Centro Sud (ASHC Roma). Si sono svolte a Claut.

La formula non è variata dalla stagione precedente: un girone di semifinale, all'italiana di sola andata, con incontri giocati sulla distanza dei due tempi, con la disputa dei rigori in caso di parità al termine dei tempi regolamentari. 3 punti verranno assegnati alla squadra che vincesse ai tempi regolamentari, 2 a chi vincesse ai rigori, uno a chi risultasse sconfitta ai rigori. La classifica determinerà dunque la disputa delle due finali: per il terzo posto tra le ultime due classificate, per il titolo tra le prime due. Le finali vengono disputate sui tre tempi.[23]

Classifica girone di semifinaleModifica

Teams Punti PG V VOT POT P GF GS
1. Casate 9 3 3 0 0 0 11 5
2. Falchi 6 3 2 0 0 1 13 9
3. Les Aigles 3 3 1 0 0 2 10 10
4. Roma 0 3 0 0 0 3 10 20
FinaliModifica
3º postoModifica
5 aprile 2009
Ore 8:30
Les Aigles du Mont Blanc 3-8
(:-:; :-:; :-:)
ASHC Roma Stadio della Valentina, Claut
1º postoModifica
5 aprile 2009
Ore 11:30
HC Casate 4-6
(2-2; 0-3; 2-1)
Falchi Hockey Bosco Chiesanuova Stadio della Valentina, Claut

I Falchi Hockey Bosco Chiesanuova sono campioni nazionali di Serie C Interregionale.

NoteModifica

  1. ^ Comunicato ufficiale, su vipers.mi.it, 12 giugno 2008. URL consultato il 14 agosto 2008 (archiviato dall'url originale il 19 novembre 2011).
  2. ^ Serie A1: RBK Hockey Cup Serie A 2008-09 [collegamento interrotto], su lihg.it, 6 agosto 2008. URL consultato il 14 agosto 2008.
  3. ^ Marco Lottaroli, Bolzano, è ancora scudetto. Renon perde anche gara-4, gazzetta.it, 26 marzo 2009. URL consultato il 27 marzo 2009.
  4. ^ L'HC All Stars Piemonte non si iscrive al campionato di A2, su hockeytime.net, 27 giugno 2008. URL consultato il 21 agosto 2008.
  5. ^ Real Torino Hockey Club in A2, su hockeytime.net, 16 luglio 2008. URL consultato il 21 agosto 2008.
  6. ^ Qui Varese: ufficiale l'iscrizione alla A2, su tuttohockey.com, 10 luglio 2008. URL consultato il 21 agosto 2008 (archiviato dall'url originale il 27 agosto 2008).
  7. ^ Hockey Milano Rossoblu in A2, su hockeytime.net, 31 luglio 2008. URL consultato il 21 agosto 2008.
  8. ^ Milano si presenta, su hockeytime.net, 5 agosto 2008. URL consultato il 22 agosto 2008.
  9. ^ Qui Serie "A2": benvenuti a Milano e Torino, su tuttohockey.com, 31 luglio 2008. URL consultato il 22 agosto 2008.
  10. ^ Il Merano partecipa alla Serie C 26 [collegamento interrotto], su gazzettahockey.it, 21 agosto 2008. URL consultato il 22 luglio 2008.
  11. ^ Finale Supercoppa Bolzano-Pontebba il 20 settembre al Palaonda, su hcb.net, 20 giugno 2008. URL consultato il 25 agosto 2008 (archiviato dall'url originale il 30 luglio 2008).
  12. ^ Coppa Italia: Milano, Torino e Varese allo spareggio, su hockeytime.net, 8 settembre 2008. URL consultato il 10 settembre 2008.
  13. ^ Ripetizione della gara vinta 4-3 ai rigori dal Pontebba ma non omologata per un errore tecnico della terna arbitrale:
    Coppa Italia: si ripete Pontebba - Fassa [collegamento interrotto], su lihg.it, 5 dicembre 2008. URL consultato il 4 agosto 2009.
  14. ^ Il primo incontro - terminato 5-4 ai supplementari( Copia archiviata, su hockeypergine.it. URL consultato il 20 febbraio 2009 (archiviato dall'url originale il 19 febbraio 2009).) - non è stato omologato dalla federazione ( Copia archiviata, su hockeypergine.it. URL consultato il 20 febbraio 2009 (archiviato dall'url originale il 20 febbraio 2009).) e rigiocato.
  15. ^ a b Corrado Barbero, Campionato? [collegamento interrotto], su giugoma.com, 30 settembre 2008. URL consultato il 6 ottobre 2008.
  16. ^ Siamo agli sgoccioli, su veronainline.it, 10 ottobre 2008. URL consultato il 24 ottobre 2008.
  17. ^ Qui "C interregionale": il punto sulla quarta serie [collegamento interrotto], su tuttohockey.com, 12 gennaio 2009. URL consultato il 28 gennaio 2009.
  18. ^ La strada per Lecco "passa" da Grosseto [collegamento interrotto], su hockeytime.net, 10 marzo 2008. URL consultato il 19 marzo 2008.
  19. ^ Il Tecnochem Bergamo sospende l'attività, su hockeytime.net, 26 settembre 2008. URL consultato il 6 ottobre 2008 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2008).
  20. ^ La Svizzera e John Cacciatore sono il futuro dei Killer Bees, su hockeytime.net, 25 giugno 2008. URL consultato il 6 ottobre 2008 (archiviato dall'url originale il 30 settembre 2008).
  21. ^ Corrado Barbero, Finita! [collegamento interrotto], su giugoma.com, 17 dicembre 2008. URL consultato il 28 gennaio 2009.
  22. ^ Regolamento Campionato Fase 2 (ufficiale) [collegamento interrotto], su web.mac.com, 15 gennaio 2009. URL consultato il 28 gennaio 2009.
  23. ^ a b Campionato italiano serie C Regionale a.s. 2008/2009 Fase Finale, Claut (Veneto) 04-5 aprile 2009 (PDF) [collegamento interrotto], su veneto.fisg.it, 27 marzo 2009. URL consultato l'8 aprile 2009.
  24. ^ Torna il "girone Nord-Est", su hockeytime.net, 5 ottobre 2008. URL consultato il 6 ottobre 2008 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2008).
  25. ^ Il girone est rimane con cinque squadre [collegamento interrotto], su hockeytime.net, 23 ottobre 2008. URL consultato il 24 ottobre 2008.
  26. ^ Gli incontri dovevano essere dodici, ma l'incontro del 31 gennaio ([1]) ed infine gli ultimi due ([2]) sono stati cancellati.