Apri il menu principale

Campo di Piazza d'Armi (Salerno)

Campo di Piazza d'Armi
SalernitanAudax-Internaples 1923-1924.jpeg
Un derby in piazza d'Armi tra Salernitanaudax e Internaples
Informazioni
StatoItalia Italia
UbicazionePiazza d'Armi (corso Garibaldi), Salerno
Uso e beneficiari
CalcioBianco.svg Salerno
(1913-191?)
Salernitana
(1920-1922; 1927-1931)
Salernitana
(1944-1945)
Salernitanaudax
(1922-1925)
non conosciuta Real Torrione
(192?-193?)
Capienza
Posti a sederend

Il campo di Piazza d'Armi di Salerno, conosciuto e menzionato anche come Divisionale è stato un campo di calcio a 11 con sede nel capoluogo salernitano nella zona di Piazza d'Armi. Fu dunque un terreno di gioco di alcune compagini sportive, come il Foot-Ball Club Salerno di Donato Vestuti ed in seguito della Salernitana.[1]

In Piazza d'Armi venivano abitualmente effettuate esercitazioni e addestramenti dei militari appartenenti al Regio Esercito, e l'area di gioco fu concessa in comodato d'uso dal generale Gagliani.[1]

StoriaModifica

 
Piazza d'Armi ai primi del novecento

Una delle primissime gare di calcio regolamentari nella città di Salerno fu organizzata da Donato Vestuti che con il suo Foot-Ball Club Salerno organizzò un'amichevole con il Settembrini il 22 febbraio 1913, in piazza d'Armi. A vincere fu il Salerno per 2-0.[2]

Nel primo dopoguerra si sciolsero molte delle società pionieristiche salernitane, e dal contributo di dirigenti e calciatori di queste società nacque la U.S. Salernitana che a partire dagli anni venti adottò come terreno di gioco proprio quello di piazza d'Armi. In precedenza la squadra giocò in campi non regolamentari o fuori da Salerno, allo scopo di attendere che i lavori utili a mettere a posto il Divisionale terminassero.[3]

Il campo di Piazza d'Armi ospitò la Salernitana (dal 1922 al 1925 nota come Salernitanaudax) per diversi anni, fino agli anni trenta. Nell'arco di questo periodo anche altre formazioni usufruirono del terreno di gioco, il quale per esempio fu sede delle gare interne del Real Torrione sempre tra gli anni venti e trenta.[4]

La Salernitana tornò brevemente a giocare al Divisionale dal 1944 al 1945, cioè nel corso dei tornei del dopoguerra, in attesa che i lavori utili a rimettere a posto lo stadio di Via Nizza fossero ultimati.[2]

Sull'area in cui prima era collocato il campo di gioco di piazza d'Armi attualmente insiste parte del muro perimetrale della "Caserma Angelucci" dell'Esercito italiano, a cavallo dei popolosi quartieri di Torrione e Pastena.

NoteModifica

  1. ^ a b La Salernitana del 1930, SalernoGranata.it. URL consultato il 4 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 7 dicembre 2014).
  2. ^ a b Alfonso Carella, Storia della Salernitana dai pionieri (1910) al mancato ritorno in A (1995), Salerno, Boccia.
  3. ^ Salernitana, 95 anni di passione, Freelancenews.it. URL consultato il 26 ottobre 2014.
  4. ^ «Giocavamo a pallone in piazza d'Armi», la Città di Salerno. URL consultato il 29 ottobre 2014.