Apri il menu principale
Campodipietra
comune
Campodipietra – Stemma Campodipietra – Bandiera
Campodipietra – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Molise-Stemma.svg Molise
ProvinciaProvincia di Campobasso-Stemma.png Campobasso
Amministrazione
SindacoGiuseppe Notartomaso (lista civica Fare futuro) dal 25/05/2014
Territorio
Coordinate41°33′N 14°45′E / 41.55°N 14.75°E41.55; 14.75 (Campodipietra)Coordinate: 41°33′N 14°45′E / 41.55°N 14.75°E41.55; 14.75 (Campodipietra)
Altitudine520 m s.l.m.
Superficie19,72 km²
Abitanti2 515[1] (30-11-2017)
Densità127,54 ab./km²
Comuni confinantiCampobasso, Ferrazzano, Gildone, Jelsi, San Giovanni in Galdo, Toro
Altre informazioni
Cod. postale86010
Prefisso0874
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT070008
Cod. catastaleB528
TargaCB
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)
Nome abitanticampopetresi
Patronosan Martino
Giorno festivo11 novembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Campodipietra
Campodipietra
Campodipietra – Mappa
Posizione del comune di Campodipietra nella provincia di Campobasso
Sito istituzionale

Campodipietra è un comune italiano di 2 515 abitanti della provincia di Campobasso, in Molise.

StoriaModifica

Campodipietra è citata per la prima volta nel 1022, quando Arrigo II di Sassonia mosse contro Pandolfo di Benevento e i suoi figli, che avevano i possedimenti di Capua e Montecassino, tra questi feudi della Contea di Molise. Campodipietra fu la meta di incontro, venne redatto un Placito. Il toponimo deriverebbe dall'area vasta campestre, e dal colle dove sorge il paese, composto di roccia e argilla. In epoca recente si è pensato che il territorio fosse abitato già dai Sanniti, per il ritrovamento di un recinto sacro.

Dal XII al XIV secolo fu feudo dei Marchisio, poi di Giovanni Acquaviva dica di Atri, che lo comprò nel 1444, poi lo ebbero i Boccapianale sino al 1465; nel 1488 fu assegnato ad Angelo di Gambatesa, conte di Campobasso; dal 1530 al 1806 appartenne alla duchessa di Termoli e alla duchessa di Campolieto. Successivamente fu elevato a municipio, nel distretto di Campobasso.

MonumentiModifica

Chiesa di San Martino vescovoModifica

Fu eretta nel 1770 da Nunzio Margiotta, presso una grande porta urbica che ne consentì la costruzione. Il campanile è una torre circolare tratta da una torre del vecchio castello. La facciata è in stile tardobarocco con tre portali e un finestrone centrale ad arco. Il coro interno è impreziosito da dipinti sulle absidi.

Chiesa di San BonaventuraModifica

Fu costruita nel XVI secolo e rimodellata poi in epoca tardobarocca, con la consacrazione nel 1705 di Vincenzo Orsini cardinale.

La chiesa è un complesso conventuale con facciata ad arco e due campanili a vela. Una leggenda vuole che San Bernardino dovesse essere il santo dedicatario per una grandine che sconvolse il paese. Però il popolo indisse un sorteggio con le fave e fu scelto Bonaventura.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[2]

 

AmministrazioneModifica

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
11 giugno 1985 2 febbraio 1990 Armando Spina lista civica Sindaco [3]
2 febbraio 1990 24 maggio 1990 Maria Nicolina Testa Comm. pref. [3]
24 maggio 1990 24 aprile 1995 Armando Spina Democrazia Cristiana Sindaco [3]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Cosmo Paventi - Sindaco [3]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Guido Antonio Pietrantuono lista civica Sindaco [3]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Gianluca Cefaratti lista civica Sindaco [3]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Gianluca Cefaratti lista civica Sindaco [3]
26 giugno 2014 in carica Giuseppe Notartomaso lista civica: fare futuro Sindaco [3]

SportModifica

CalcioModifica

La principale squadra di calcio della città è l'A.S.D. Campodipietra che milita in Eccellenza Molise.

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2017.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica