Apri il menu principale
Canale di Lesina
Bol, mestecko na J pobrezi Brace pod Vidovou gorou.jpg
Il canale di Lesina visto da Bol
Parte di mar Adriatico
Stato Croazia Croazia
Regione spalatino-dalmata
Coordinate 43°12′56″N 16°47′46″E / 43.215556°N 16.796111°E43.215556; 16.796111Coordinate: 43°12′56″N 16°47′46″E / 43.215556°N 16.796111°E43.215556; 16.796111
Idrografia
Insenature Baia di Cittavecchia
Mappa di localizzazione: Croazia
Canale di Lesina
Canale di Lesina

Il canale di Lesina[1][2][3], canale Greco di Lesina[1] o canale da Greco di Lesina[4][5][6] (in croato Hvarski kanal) è il braccio di mare Adriatico che si trova tra l'isola di Brazza, quella di Lesina e la costa dalmata, in Croazia.

Indice

GeografiaModifica

 
Il canale visto da monte San Nicola, sullo sfondo l'isola di Brazza.

Il canale inizia dalla linea immaginaria che va dallo stretto passaggio fra Solta e Brazza, chiamato Porta di Spalato (Splitska Vrata), a punta Pellegrino[7][2] (rt Pelegrin), l'estremità occidentale di Lesina.[4] L'ampiezza del canale in quel punto è di 7,5 M[4] e decresce andando verso est fino ad arrivare a 2 M in corrispondenza della grande penisola Caval[8] (Kabal[9]), che si trova a nord di Lesina. Dopo il villaggio di Bol (sulla costa meridionale di Brazza) il canale si riallarga e incontra sul lato nord, alla fine dell'isola di Brazza, il canale omonimo (Brački kanal). Il confine tra i due canali va da San Martino della Brazza[10][11] o porto San Martino[4] (rt Sumartin) al porto di Macarsca, sulla costa dalmata.[4]

A sud-est, il canale di Lesina termina nel canale della Narenta; il confine è la linea immaginaria tra punta San Giorgio[12][2] (rt Sućuraj, segnalata da un faro[13]), l'estremità orientale di Lesina, e Rastozza[14] (Zaostrog, 43°08′20″N 17°16′40″E / 43.138889°N 17.277778°E43.138889; 17.277778) sulla costa dalmata.

La maggiore insenatura che si apre sul canale è la baia di Cittavecchia[15][16] (Starigradski zaljev), sul lato nord di Lesina, rivolta a nord-ovest e chiusa a nord-est dalla grande penisola Caval. Segue il porto di Verbosca[17] (luka Vrboska), delimitato a nord da punta Glavizza[18] (rt Glavica) e l'adiacente porto Gelsa[19][20] (luka Jelsa), sempre sul lato settentrionale di Lesina.

Isole del canaleModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Natale Vadori, Italia Illyrica sive glossarium italicorum exonymorum Illyriae, Moesiae Traciaeque ovvero glossario degli esonimi italiani di Illiria, Mesia e Tracia, 2012, San Vito al Tagliamento (PN), Ellerani, p. 445, ISBN 978-88-85339293.
  2. ^ a b c Alberi, p. 1286.
  3. ^ Rizzi, p. 255.
  4. ^ a b c d e Marieni, pp. 303-304.
  5. ^ G. Giani, Carta prospettiva delle Comuni censuarie della Dalmazia, foglio 9, 1839. Fondo Miscellanea cartografica catastale, Archivio di Stato di Trieste.
  6. ^ Carta di cabottaggio del mare Adriatico[collegamento interrotto], foglio XI, Milano, Istituto geografico militare, 1822-1824. URL consultato il 16 agosto 2017.
  7. ^ Vadori, p. 545.
  8. ^ Vadori, p. 453.
  9. ^ a b c (HR) Mappa topografica della Croazia 1:25000, su preglednik.arkod.hr. URL consultato il 13 settembre 2017.
  10. ^ Vadori, p. 568.
  11. ^ Alberi, p. 1269.
  12. ^ Vadori, p. 548.
  13. ^ Lighthouse Cape Sućuraj, su plovput.hr. URL consultato il 16 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 18 settembre 2017).
  14. ^ Vadori, p. 629.
  15. ^ Vadori, p. 566.
  16. ^ Alberi, pp. 1325-1326.
  17. ^ Vadori, p. 480.
  18. ^ Vadori, p. 539.
  19. ^ Vadori, p. 478.
  20. ^ Alberi, p. 1318.
  21. ^ Vadori, p. 425.
  22. ^ Alberi, p. 1301.
  23. ^ a b c d Duplančić, pp. 12-30.
  24. ^ Alberi, p. 1348.
  25. ^ Vadori, p. 630.

BibliografiaModifica

CartografiaModifica