Apri il menu principale
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Il canale inguinale

Il canale inguinale è una struttura (quindi meglio denominata tragitto inguinale) che attraversa la parete addominale dando il nome alla regione in cui si trova. Permette il passaggio al funicolo spermatico nel maschio e al legamento rotondo dell'utero nella femmina. Nel maschio misura circa 4.5 cm mentre nella femmina, data la maggiore apertura dello stretto superiore del bacino, misura 5 cm e presenta un calibro minore. Il suo decorso è obliquo, dall'alto in basso, in senso lateromediale e da dietro in avanti.

DescrizioneModifica

Il canale inguinale presenta due orifizi: uno di sbocco superficiale denominato anello inguinale sottocutaneo ed uno di entrata profondo denominato anello inguinale addominale.

Nella descrizione della struttura si vanno ad identificare quattro pareti: anteriore, posteriore, superiore e inferiore:

  • La parete anteriore è costituita dall'aponeurosi del muscolo obliquo esterno e dalle fibre arcuate, e nella sua estremità più mediale, 1 centimetro dal tubercolo pubico, si apre nel sottocutaneo tramite l'anello inguinale superficiale.
  • La parete posteriore è formata dalla fascia trasversale, che presenta tre legamenti di rinforzo atti a conferirle maggiore resistenza. Si osservano due legamenti verticali, il legamento interfoveolare (di Hesselbach) e la falce inguinale (legamento di Henle), e un legamento di rinforzo orizzontale, la benderella ileopubica di Thompson, costituito dall'unione della fascia trasversale, con disposizione frontale, e del margine posteriore del legamento inguinale.
  • La parete superiore è formata dal margine inferiore del muscolo obliquo interno e del muscolo trasverso dell'addome, che nella porzione più laterale della parete si trovano inestricabili a livello dei loro fasci muscolari carnosi, mentre più medialmente a livello dei loro fasci aponevrotici.
  • La parete inferiore è data dalla faccia superiore della metà mediale del legamento inguinale di Poupart o di Falloppio.

La parte centrale della parete posteriore del canale inguinale corrisponde alla fossetta inguinale mediale, che non è rinforzata da alcuna struttura e prende il nome di triangolo di Hesselbach o area di debolezza di Frouchaud, caratteristica che gli conferisce notevole rilevanza clinica poiché da tale superficie lassa può farsi strada l'ernia inguinale diretta.

Inoltre il canale inguinale è un importante punto di repere per i vasi epigastrici inferiori, che decorrono medialmente all'anello inguinale profondo, andando a costituire la piega falciforme (che corrisponde al lato laterale del trigono di Hesselbach).

 
La fossetta inguinale mediale (b)

BibliografiaModifica

  • Anastasi G. e altri, "Trattato di anatomia umana" Edi Ermes 2006
  • "Trattato di Chirurgia" di Sabiston

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE4674358-3