Apri il menu principale

I capelli neri, così comunemente chiamati anche capelli mori o corvini, sono il colore di capelli maggiormente diffuso al mondo. I capelli neri sono un tratto genetico dominante e probabilmente rappresentano il colore di capelli originale dell'Homo sapiens. Questa pigmentazione è dovuta ad un alto tasso di eumelanina. Sotto una forte luce appaiono comunque di un intenso marrone scuro.

DistribuzioneModifica

I capelli neri sono presenti in tutte le etnie del mondo anche se si differenziano per la loro forma. I capelli neri fra gli europei sono generalmente ondulati, fra gli asiatici prevalgono i capelli neri lisci mentre fra gli africani prevalgono i capelli neri crespi.

In Europa i capelli neri sono particolarmente diffusi nell'Europa meridionale (Italia e Penisola Iberica), nella penisola balcanica e in Romania. Sono comuni anche in alcune zone dell'Europa centrale (ad esempio in Germania) e in parte dell'Europa settentrionale, soprattutto nelle isole britanniche, dove raggiungono una diffusione compresa fra il 10-20% della popolazione.[1][2] Sono invece quasi una rarità nei paesi in Scandinavia.

Per quanto riguarda l'Italia nel 1859-1863 secondo un'indagine antropometrica su soldati di leva, i capelli neri raggiungevano una percentuale del 30% nelle regioni settentrionali, 35-40% nelle regioni centrali e meridionali, e un massimo del 45% circa in Sicilia e Sardegna.[3] Secondo un'indagine realizzata nel 1983 basata su moderne metodologie antropologiche, quali la scala Fischer-Saller, in Sardegna vi è in realtà una predominanza di tonalità brune e non di capelli neri come affermato da Ridolfo Livi più di un secolo prima.[4]

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Copia archiviata, su carnby.altervista.org. URL consultato l'8 settembre 2009 (archiviato dall'url originale il 22 gennaio 2009). Carleton S. Coon, The Races of Europe, New York 1939.
  2. ^ Copia archiviata, su carnby.altervista.org. URL consultato l'8 settembre 2009 (archiviato dall'url originale l'11 gennaio 2010). Bertild Lundman, The Distribution of Anthropological Traits in Europe, New York 1977.
  3. ^ [1][collegamento interrotto] Ridolfo Livi, Antropometria Militare, Roma 1889.
  4. ^ "G. G. Cosseddu - G. Floris - G. Vona, La pigmentazione dei capelli e degli occhi dei Sardi, 1983 "

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica