Apri il menu principale

Capitale europea dello sport

Il titolo di Capitale europea dello sport è un riconoscimento assegnato annualmente da ACES Europe a città che si contraddistinguono con dei progetti che seguono i principi etici dello sport.

Possono candidarsi al titolo le città del continente europeo con almeno 500.000 abitanti. La città vincitrice si impegna, per l'anno d'assegnazione, all'organizzazione di almeno 36 eventi sportivi di spiccato rilievo nazionale e internazionale.[1]

Capitali europee dello sportModifica

Il titolo di European Capital of Sport è assegnato dal 2001.[2]

Anno Città Nazione
2001 Madrid   Spagna
2002 Stoccolma   Svezia
2003 Glasgow   Regno Unito
2004 Alicante   Spagna
2005 Rotterdam   Paesi Bassi
2006 Copenaghen   Danimarca
2007 Stoccarda   Germania
2008 Varsavia   Polonia
2009 Milano   Italia
2010 Dublino   Irlanda
2011 Valencia   Spagna
2012 Istanbul   Turchia
2013 Anversa   Belgio
2014 Cardiff   Regno Unito
2015 Torino   Italia
2016 Praga   Rep. Ceca
2017 Marsiglia   Francia
2018 Sofia   Bulgaria
2019 Budapest   Ungheria
2020 Malaga   Spagna
2021 Lisbona   Portogallo
2022 L'Aia   Paesi Bassi
2023 Glasgow   Regno Unito
2024 Genova   Italia

Città europee dello sportModifica

CityModifica

Il titolo di European City of Sport viene assegnato, a partire dal 2007, ad un comune con una popolazione ufficiale tra 25.000 e 499.999 abitanti del continente europeo.[3]

Anno Città
2007   Boadilla del Monte,   Palermo
2008   Lleida,   Rimini
2009   Marbella,   Varese,   Biarritz,   Cardiff
2010   Salamanca,   Novara,   Gateshead
2011   Puertollano,   Trieste,   Treviso,   Parma,   Limerick,   North Lanarkshire,   Nizza
2012   Bilbao,   Castellón de la Plana,   Firenze,   Pescara,   Viterbo,   Charleroi,   Iași,   Liberec,   's-Hertogenbosch,   Preston
2013   Estepona,   Lorca,   Castelldefels,   Cremona,   Modena,   Reggio Calabria,   Alba,   Guimarães,   Pitești,   Lisburn
2014   Cordova,   Getxo,   Logroño,   Santander,   Ascoli Piceno,   Biella,   Brindisi,   Cesena,   Chieri,   Iesi,   Latina,   Pavia,   Prato,   Rapallo,   Constanța,   Maia,   Ostrava,   Plovdiv
2015   Alcobendas,   Alhaurín de la Torre,   Badalona,   Chiclana de la Frontera,   Telde,   Bordeaux,   Loulé,   Most e   Burgas
2016   Gijón,   Melilla,   Las Rozas de Madrid,   Crema,   La Spezia,   Molfetta,   Pisa,   Ravenna,   San Giovanni Lupatoto,   Saronno,   Scafati,   Chalon-sur-Saône,   Setúbal,   Tilburg,   Stoke-on-Trent,   Krško,   Liepāja,   Košice,   Ruse
2017   Aosta,   Bacău,   Banská Bystrica,   Bristol,   Cagliari,   Bristol,   Gondomar,   Jūrmala,   La Chaux de Fonds,   Mollet del Vallès,   Noordwijk,   Olomouc,   Ostenda,   Pesaro,   Stara Zagora,   Vicenza
2018   Antequera,   Arnhem,   Banja Luka,   Bassano del Grappa,   Braga,   Cluj-Napoca,   Differdange,   Foligno,   Forlì,   Guadalajara,   Kielce,   Klaipėda,   Kortrijk,   Maribor,   Nitra,   Pau,   Sanremo,   Sant Cugat del Vallès,   Santa Lucía de Tirajana
2019   Batumi,   Coventry,   Fuenlabrada,   Ganja,   Granada,   Igualada,   Kumanovo,   Livorno,   Mantova,   Michalovce,   Oristano,   Paggaio,   Portimao,   Sisak,   Soria,   Torun,   Varna,   Vercelli

TownModifica

Il titolo di European Town of Sport viene assegnato ad un comune d'Europa con popolazione compresa fino a 24.999 abitanti, a partire dal 2010.[4]

NoteModifica

  1. ^ Statuto ACES, su aceseurope.eu. URL consultato il 20 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 3 dicembre 2013).
  2. ^ European Capitals of Sport, su aceseurope.eu.
  3. ^ European Cities of Sport, su aceseurope.eu.
  4. ^ European Towns of Sport, su aceseurope.eu.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica