Apri il menu principale

La cappella Contarelli si trova nella chiesa di San Luigi dei Francesi a Roma. Ospita il ciclo pittorico su san Matteo realizzato da Caravaggio.

Cappella Contarelli
CappellaContarelli.jpg
AutoreMichelangelo Merisi da Caravaggio
Data1600
Tecnicaolio su tela
UbicazioneChiesa di San Luigi dei Francesi, Roma
Coordinate41°53′58″N 12°28′29″E / 41.899444°N 12.474722°E41.899444; 12.474722Coordinate: 41°53′58″N 12°28′29″E / 41.899444°N 12.474722°E41.899444; 12.474722

Indice

StoriaModifica

La cappella, acquistata dal cardinale Mathieu Cointrel (italianizzato in Matteo Contarelli) nel 1565, il quale nel frattempo era morto, era passata in eredità a Virgilio Crescenzi il quale a sua volta aveva affidato la decorazione pittorica al Cavalier d’Arpino, con cui Caravaggio collaborò durante la sua prima permanenza a Roma.

La commissione del ciclo pittorico giunse a Giuseppe Cesari attraverso l'interessamento del Cardinal Del Monte, che gli diede il compito di eseguire il tema richiesto con una grande unitarietà e rigore storico; questo si deduce dalle varie e vaste citazioni di fonti letterarie presenti nell'iconografia dei dipinti[1]. Il lavoro quindi passò nelle mani di Caravaggio, il quale dovette portare a compimento le tele della cappella prima dell'Anno Santo del 1600.

Ciclo di San MatteoModifica

Ospita il ciclo pittorico su san Matteo realizzato da Caravaggio. La cappella, ultima nella navata sinistra entrando nella chiesa, è di modesta dimensione, sopra l'altare vi è L'ispirazione di San Matteo, sul lato destro il Martirio di San Matteo e su quello sinistro la Vocazione di san Matteo.

     

NoteModifica

  1. ^ Justus Müller Hofstede, Abraham Janssens. Zur Problematik des flämischen Caravaggismus, Jahrbuch der Berliner Museen, 13. Bd. (1971), p. 226.

BibliografiaModifica

  • Rodolfo Papa, Caravaggio. Giunti, 2002.

Altri progettiModifica