Apri il menu principale

Isola di Capri

isola nel golfo di Napoli, situata di fronte alla penisola sorrentina
(Reindirizzamento da Capri (isola))
Capri
I Faraglioni.JPG
Geografia fisica
LocalizzazioneMar Tirreno
Coordinate40°33′03.2″N 14°14′33.36″E / 40.550889°N 14.2426°E40.550889; 14.2426Coordinate: 40°33′03.2″N 14°14′33.36″E / 40.550889°N 14.2426°E40.550889; 14.2426
ArcipelagoArcipelago Campano
Superficie10.5 km²
Geografia politica
StatoItalia Italia
RegioneCampania Campania
Città metropolitanaNapoli Napoli
ComuneCapri e Anacapri
Demografia
Abitanti15.000 (2015)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Capri
Capri
voci di isole d'Italia presenti su Wikipedia
Ragguagli di varii scavi e scoverte di antichità fatte nell'isola di Capri, 1793. Da BEIC, biblioteca digitale

Capri è un'isola nel golfo di Napoli, parte della città metropolitana di Napoli, situata di fronte alla penisola sorrentina.

Indice

NomeModifica

Il nome deriverebbe dal greco kàpros, ossia cinghiale, collegato al latino capreae, capre (in antichità l'isola era nota come Caprae, in greco Κάπραι).

Più verosimile di questa usuale etimologia e coerente con le vicende storiche è che il nome sia la trasposizione nelle varie lingue di un originario toponimo italico.

GeografiaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Grotta Azzurra e Faraglioni di Capri.
 
La Grotta Azzurra
 
La famosa piazzetta

L'isola è, a differenza delle vicine Ischia e Procida, di origine carsica. Inizialmente era unita alla penisola sorrentina, salvo essere successivamente sommersa in parte dal mare e separata quindi dalla terraferma, dove oggi si trova lo stretto di Bocca Piccola. Capri presenta una struttura morfologica complessa, con cime di media altezza (Monte Solaro 589 m e Monte Tiberio 334 m) e vasti altopiani interni, tra cui il principale è quello detto di "Anacapri". È al ventunesimo posto tra le isole italiane in ordine di grandezza.

La costa è frastagliata con numerose grotte e cale che si alternano a ripide scogliere. Le grotte, nascoste sotto le scogliere, furono utilizzate in epoca romana come ninfei delle sontuose ville che vennero costruite qui durante l'Impero. La più famosa è senza dubbio la Grotta Azzurra, in cui magici effetti luminosi furono descritti da moltissimi scrittori e poeti.

Caratteristici di Capri sono i celebri Faraglioni, tre piccoli isolotti rocciosi a poca distanza dalla riva che creano un effetto scenografico e paesaggistico; ad essi sono stati attribuiti anche dei nomi per distinguerli: Stella per quello attaccato alla terraferma, Faraglione di Mezzo per quello frapposto agli altri due e Faraglione di Fuori (o Scopolo) per quello più lontano dall'isola.

L'isola conserva numerose specie animali e vegetali, alcune endemiche e rarissime, come la lucertola azzurra, che vive su uno dei tre Faraglioni. La vegetazione è tipicamente mediterranea, con prevalenza di agavi, fichi d'India e ginestre. A Capri non sono più presenti sorgenti d'acqua potabile ed il rifornimento idrico è garantito da condotte sottomarine provenienti dalla penisola sorrentina. L'energia elettrica viene fornita da una società privata in loco.

I comuni in cui è suddivisa l'isola sono Capri e Anacapri. Gli altri centri abitati più importanti sono le frazioni di Capri Marina Grande e Marina Piccola.

ClimaModifica

 
Vista dal Monte Solaro
 
I Faraglioni
 
Vista panoramica di Capri

Nell'isola, che gode del clima mediterraneo Csa per eccellenza, si trovano la Stazione meteorologica di Capri e la Stazione meteorologica di Anacapri Damecuta.

StoriaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Storia di Capri.

Libri su CapriModifica

  • Luigi Lembo: Capri 1656 l'anno della Peste, ed. La Conchiglia
  • Axel Munthe: La storia di San Michele, ed. Garzanti
  • Marino Barendson: Addio cicerchia, ed. La Conchiglia 1991
  • Kesel Humbert: Capri. Biografia di un'isola., ed. La Conchiglia 1997
  • Romana De Angelis Bertolotti: Capri. Dal Regno d'Italia agli anni del fascismo., ed. Editoriale Scientifica, 2001
  • Marcella Leone de Andreis: Capri 1939, ed. IN-ED-ITA 2002
  • Adelia Pelosi: Percorsi archeologici dell'isola di Capri, ed. La Conchiglia 2003
  • Claudio Novelli: Giallaranci mitili impazziti di luce, ed. La Conchiglia 2004
  • Marcella Leone de Andreis: Capri 1943 - C'era una volta la guerra, ed. La Conchiglia 2007
  • Jana Revedin, "Lysis", Wieser, Klagenfurt 2011, ISBN 978-3-85129-906-9

Suddivisione amministrativaModifica

Il territorio dell'isola di Capri è suddiviso in due comuni:

Comune Popolazione
  Anacapri 6 684
  Capri 7 349

NoteModifica


BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • CittaDiCapri.it, il sito Ufficiale del Comune di Capri. URL consultato il 15 novembre 2008.
  • MyCapri App Mobile sull'Isola di Capri con audio guide e georeferenziazione dei dati
Controllo di autoritàVIAF (EN254877721 · GND (DE4009452-2