Apri il menu principale

Capricorno (astrologia)

segno zodiacale dell'astrologia occidentale
Capricorno
Simbolo del Capricorno
Elemento Terra
Qualità Cardinale
Durata 22 dicembre - 20 gennaio
Domicilio Saturno
Esaltazione Marte
Esilio Luna
Caduta Giove
Segno opposto Cancro
Precedente Sagittario
Successivo Acquario
Capricorno rappresentato in un libro di astrologia del XV secolo

Secondo l'astrologia occidentale, il Capricorno è il decimo dei 12 segni zodiacali, situato tra Sagittario e Acquario.

CaratteristicheModifica

 
Il capricorno disegnato dal pittore tedesco Hans Thoma

Il Capricorno è un segno cardinale di terra, governato da Saturno.[1][2] In questo segno Marte si trova in esaltazione, la Luna in esilio, Giove e Nettuno in caduta. Il segno opposto è il Cancro.

Il simbolo del segno è un caprone con la coda di pesce. Le persone nate sotto tale segno hanno notevoli tenacia e ambizione, grazie alle quali possono raggiungere i propri traguardi con successo. Prudenza, pazienza, riflessione e autocontrollo appartengono anch'esse al Capricorno. Gli appartenenti a questo segno mostrano inoltre una certa introversione e riservatezza e sono connotate da un pessimismo e da una chiusura spesso evidenti, che li portano a essere spesso freddi e diffidenti verso il prossimo. Come tutti i segni terra, può essere molto materialista. Il colore da portare è il nero.[3] Il Sole si può trovare nel segno del Capricorno nel periodo che va, all'incirca, dal 22 dicembre al 20 gennaio[4][1][5]: l'inizio coincide con il solstizio d'inverno, stagione di cui il Capricorno rappresenta il primo segno. Il periodo esatto varia di anno in anno e per stabilire la sua posizione nei giorni estremi è necessario consultare le effemeridi.

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica