Apri il menu principale
Carlo Broglia
arcivescovo della Chiesa cattolica
ArchbishopPallium PioM.svg
 
Incarichi ricopertiArcivescovo di Torino
 
Nato1552 a Chieri
Nominato arcivescovo20 novembre 1592 da papa Clemente VIII
Consacrato arcivescovo30 novembre 1592 dal cardinale Agostino Valier
Deceduto8 febbraio 1617 a Torino
 

Carlo Broglia (Chieri, 1552Torino, 8 febbraio 1617) è stato un arcivescovo cattolico italiano.

Indice

BiografiaModifica

Carlo Broglia nacque a Chieri nel 1552, figlio di Giovanni, signore di Santena della famiglia dei Broglia di Chieri.

Vestito l'abito ecclesiastico, nel 1591 fu nominato abate di Fruttuaria.

Il 20 novembre 1592 fu promosso arcivescovo di Torino e, dieci giorni dopo, fu consacrato a Roma dal vescovo di Verona Agostino Valier. Tra le sue prime opere di amministrazione dell'arcidiocesi, istituì un maggiore rigore sul rispetto delle feste religiose (in ottemperanza ai decreti del Concilio di Trento). Convocò a tal proposito un sinodo e si distinse nella propria opera di visite pastorali.

Morì a Torino l'8 febbraio 1617 facendo seguire alla propria morte due anni di sede vacante della carica di arcivescovo.

Genealogia episcopaleModifica

StemmaModifica

Immagine Blasonatura
Carlo Broglia
Arcivescovo di Torino

D'oro, alla croce di Sant'Andrea ancorata d'azzurro. Lo scudo, accollato a una croce astile patriarcale d'oro, posta in palo, è timbrato da un cappello con cordoni e nappe di verde. Le nappe, in numero di venti, sono disposte dieci per parte, in quattro ordini di 1, 2, 3, 4.

BibliografiaModifica

  • Giovanni Battista Semeria, Storia della Chiesa Metropolitana di Torino, Torino, 1840.
Controllo di autoritàVIAF (EN88847802 · ISNI (EN0000 0000 6275 9240