Apri il menu principale
Carlo De Ferrari, C.S.S.
arcivescovo della Chiesa cattolica
Archbishop CoA PioM.svg
 
Incarichi ricopertiVescovo di Carpi
Arcivescovo di Trento
 
Nato2 ottobre 1885 a Montechiaro di Prato allo Stelvio
Ordinato presbitero8 agosto 1909
Nominato vescovo16 dicembre 1935 da papa Pio XI
Consacrato vescovo12 gennaio 1936 dal cardinale Raffaele Carlo Rossi, O.C.D.
Elevato arcivescovo12 aprile 1941 da papa Pio XII
Deceduto14 dicembre 1962 a Trento
 

Carlo De Ferrari (Montechiaro di Prato allo Stelvio, 2 ottobre 1885Trento, 14 dicembre 1962) è stato un arcivescovo cattolico italiano.

Indice

BiografiaModifica

Proveniente da una famiglia di origini trentine nacque a Montechiaro di Prato allo Stelvio allora facente parte dell'Impero austro-ungarico.

Entra nella Congregazione delle Sacre Stimmate di Nostro Signore Gesù Cristo e viene ordinato sacerdote l'8 agosto 1909.

Il 16 dicembre 1935, Papa Pio XI lo nomina vescovo di Carpi ed il 12 gennaio 1936 riceve la consacrazione episcopale da parte del cardinale Raffaele Carlo Rossi.

Il 12 aprile 1941 viene scelto a succedere all'arcivescovo Celestino Endrici come nuovo arcivescovo di Trento.

Fu l'ultimo arcivescovo di Trento a fregiarsi della carica di principe vescovo e del titolo di Sua Altezza conservati come onorifici anche dopo la soppressione del principato fino al 1953 quando per volere di papa Pio XII tutti i titoli nobiliari ecclesiastici furono aboliti.

A seguito di un malore che gli rende difficoltosa la cura pastorale dell'arcidiocesi, nel 1961 papa Giovanni XXIII nomina come amministratore apostolico di Trento il vescovo di Bressanone Joseph Gargitter, che continuerà il suo ruolo fino alla nomina nel 1963 del successore Alessandro Maria Gottardi.

Muore a Trento il 14 dicembre 1962.

Genealogia episcopaleModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN90331193 · SBN IT\ICCU\SBLV\145397