Carlo Federico I di Münsterberg-Oels

Carlo Federico I di Münsterberg-Oels (anche noto come Carlo Federico I di Poděbrady; in (DE) Karl Friedrich I. von Oels und Münsterberg o Karl Friedrich I. von Podiebrad; in (CS) Karel Bedřich z Minstrberka; Oleśnica, 18 ottobre 1593Oleśnica, 31 maggio 1647) fu duca di Oels dal 1617 al 1647 e duca di Bernstadt dal 1639 al 1647. Detenne anche o titoli di duca di Münsterberg[1] e conte di Glatz.

Carlo Federico I
Carlo Federico I di Münsterberg-Oels in un'incisione di Jacob van der Heyden (1613)
Duca di Bernstadt, Oels e Münsterberg
Stemma
Stemma
NascitaOels, Slesia, 18 ottobre 1593
MorteOels, 31 maggio 1647 (53 anni)
DinastiaCasato di Poděbrady
PadreCarlo II, duca di Münsterberg-Oels
MadreElisabetta Maddalena di Brzeg
ConsortiAnna Sofia di Sassonia-Weimar
Sofia Maddalena di Brzeg

Carlo Federico era un membro del ramo Münsterberg della nobile famiglia boema dei Podiebrad. I suoi genitori furono Carlo II, duca di Münsterberg-Oels ed Elisabetta Maddalena (1562–1630), figlia del duca Giorgio II di Brzeg.

Dopo la morte del padre nel 1617 Carlo Federico assunse il governo del ducato di Oels. Allo stesso tempo, ereditò congiuntamente con il fratello maggiore Enrico Venceslao, le proprietà morave di Šternberk e Jevišovice. Alla morte di Enrico Venceslao nel 1639, Carlo Federico regno su quelle terre da solo.

Nel 1619 Carlo Federico fu a capo di una ambasciata che era stata mandata a Praga dai principi e dagli stati slesiani per invitare il neoeletto re di Boemia Federico V ad una visita inaugurale a Breslavia. Nel febbraio 1620, durante il viaggio di Federico V a Breslavia, Carlo Federico ed il fratello Enrico Venceslao accolsero il nuovo re nella loro città di Šternberk nel Moravia settentrionale.[2]

In difesa della libertà di religione e dal desiderio di interferenze politiche, Carlo Federico, i duchi Giovanni Cristiano di Brieg e Giorgio Rodolfo di Legnica e il consiglio comunale di Breslavia fondarono il 9 agosto 1633 una lega ((DE) Konjunktion) che si trovava sotto la protezione di Sassonia, Brandeburgo e Svezia. Ciò causò a Carlo Federico e ai suoi alleati la perdita dei favori dell'imperatore. Dopo la pace di Praga del 1635, dovettero quindi fare ammenda.

Dopo la morte del fratello Enrico Venceslao nel 1639, Carlo Federico gli successe come duca di Bernstadt. Nel 1642 sposò la sua seconda moglie, Sofia Maddalena (1624–1660), figlia del duca Giovanni Cristiano di Brieg. (La prima moglie era stata Anna Sofia, figlia di Federico Guglielmo I di Sassonia-Weimar.)

Carlo Federico fu l'ultimo discendente maschile del ramo Münsterberg della famiglia Poděbrady ad Oels. Attraverso il matrimonio della sua unica figlia, Elisabetta Maria con Silvio Nimrod, Oels e le proprietà boeme di Šternberk entrarono in possesso del casato di Württemberg.

Ascendenza

modifica
Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Karl I, IV duca di Münsterberg-Oels Heinrich I, I duca di Münsterberg-Oels  
 
margravia Ursula von Brandenburg  
Heinrich II, V duca di Münsterberg-Oels  
duchessa Anna von Głogów-Żagań Jan II, XXI duca di Głogów-Żagań  
 
principessa Kateřina Opavska  
Karl II, VII duca di Münsterberg-Oels  
Heinrich V, VIII duca di Meclemburgo-Schwerin Magnus II, VII duca di Meclemburgo-Schwerin  
 
principessa Sophie von Pommern-Wolgast  
duchessa Margaret von Mecklenburg-Schwerin  
principessa Helene von der Pfalz Philipp, XXIX elettore e conte palatino del Reno  
 
principessa Margarete von Bayern-Landshut  
Karl Friedrich I, VIII duca di Münsterberg-Oels  
Fryderyk II, IV duca di Legnica-Brzeg Fryderyk I, III duca di Legnica-Brzeg  
 
principessa Ludmila z Poděbrad  
Jerzy II, I duca di Brzeg  
margravia Sophie von Brandenburg-Ansbach Friedrich I, I margravio di Brandeburgo-Ansbach  
 
principessa Zofia Jagiellonka  
duchessa Elżbieta Magdalena Brzeska  
Joachim II, XII principe elettore di Brandeburgo Joachim I, XI principe elettore di Brandeburgo  
 
principessa Elisabeth af Danmark  
principessa Barbara von Brandenburg  
duchessa Magdalene von Sachsen Georg, IX duca di Sassonia  
 
principessa Barbara Jagiellonka  
 
  1. ^ Dopo la morte di Carlo Cristoforo senza figli nel 1569, il ducato di Münsterberg come un feudo tornò alla Corona di Boemia. Tuttavia, ai membri della famiglia Podiebrad fu permesso di continuare ad utilizzare il titolo di "duca di Münsterberg"; see Dr. Colmar Grünhagen: Geschichte Schlesiens, vol. 2, Friedrich Andreas Perthes, Gotha, 1886, p. 67
  2. ^ Dr. Colmar Grünhagen: Geschichte Schlesiens, vol. 2, Friedrich Andreas Perthes, Gotha, 1886, p.180

Bibliografia

modifica
  • Ludwig Petry, Josef Joachim Menzel (eds.): Geschichte Schlesiens. vol. 2, ISBN 3-7995-6342-3, p. 62 ff
  • Hugo Weczerka: Handbuch der historischen Stätten: Schlesien, Stuttgart, 1977, ISBN 3-520-31601-3, pp. LXIV, 19 e 369 così come le tavole genealogiche a pp. 602-603
  • Dr. Colmar Grünhagen: Geschichte Schlesiens, vol. 2, Friedrich Andreas Perthes, Gotha, 1886, pp. 67, 180

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN301293407 · ISNI (EN0000 0004 0848 6607 · CERL cnp00410269 · GND (DE120182955
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie