Carlo II di Baden-Durlach

nobile
Carlo II
Karl II. von Baden-Durlach.jpg
Margravio di Baden-Durlach
In carica 1553-1577
Nascita Pforzheim, 24 luglio 1529
Morte Durlach, 23 marzo 1577
Padre Ernesto, margravio di Baden-Durlach
Madre Ursula di Rosenfeld
Consorti Cunegonda di Brandeburgo-Bayreuth
Anna del Palatinato-Veldenz

Carlo II di Baden-Durlach (Pforzheim, 24 luglio 1529Durlach, 23 marzo 1577) soprannominato Carlo con la borsa, fu margravio di Baden-Durlach dal 1552 al 1577. Il 1 giugno 1556, Carlo emanò un nuovo Kirchenordnung ("ordine della chiesa"), che rese il luteranesimo la religione ufficiale del Baden-Durlach.

VitaModifica

Carlo era figlio del margravio Ernesto di Baden-Durlach e della sua seconda moglie Ursula di Rosenfeld. Dal momento che il matrimonio tra Ernesto e Ursula era morganatico, la capacità di Charles di succedere era disputata. Tuttavia, cominciò a governare sull'alto Baden in nome di suo padre nel settembre 1552. Il suo dodicenne fratellastro, Bernardo IV morì il 20 gennaio 1553 e suo padre morì sei settimane dopo, il 6 febbraio. Carlo quindi ereditò l'intero paese,[1] che a quel tempo si chiamava Baden-Pforzheim. Trasferì la capitale a Durlach, cambiando il nome del suo paese in Baden-Durlach.

Introduzione della riforma protestante nel 1556Modifica

 
Copertina del Kirchenordnung, 1556

In supporto alla propria vocazione luterana, fu amico dei teologi Jacob Andreae e Jacob Heerbrand, i quali lo spinsero nel 1561 a partecipare alla Confessione di Augusta, dove strinse una profonda alleanza col Principe Alberto di Sassonia, coalizzandosi poi con Carlo IX di Francia contro i disordini provocati dagli ugonotti.

Controversia del prelatoModifica

Trasferimento della residenza a Durlach nel 1565Modifica

Matrimonio e figliModifica

Carlo II si sposò per la prima volta il 10 marzo 1551 con Cunegonda di Brandeburgo-Bayreuth (17 giugno 1523 - 27 febbraio 1558), figlia del margravio Casimiro di Brandeburgo-Bayreuth, dalla quale ebbe due figli:

  • Maria (3 gennaio 1553 - 11 novembre 1561)
  • Alberto (12 giugno 1555 - 5 maggio 1574)

Rimasto vedovo della prima moglie si risposò il 1º agosto 1558 con la contessa palatina Anna di Veldenz (12 novembre 1540 - 30 marzo 1586), figlia del conte paltino Roberto di Veldenz, dalla quale ebbe i seguenti figli:

  • Dorotea Ursula (20 giugno 1559 - 19 maggio 1583)
sposò il 7 novembre 1575 Ludovico di Württemberg (1 gennaio 1554 - 18 agosto 1593)
sposò il 21 dicembre 1585 Anna della Frisia orientale (26 maggio 1562 - 21 aprile 1621), figlia del Conte Edzardo II della Frisia orientale
sposò il 6 settembre 1584 Elisabetta di Pallandt-Culemborg (c.1567 - 8 maggio 1620), figlia del conte Floris I di Pallandt-Culemborg (1537 - 1598); margravio regnante
  • Anna Maria (4 agosto 1565 - 8 ottobre 1573)
  • Elisabetta (27 settembre 1570 - 6 ottobre 1611)
  • Giorgio Federico (30 gennaio 1573 - 24 settembre 1638); margravio regnante

Dopo la morte di Carlo II, il Baden-Durlach fu diviso fra i suoi tre figli maschi: Baden-Durlach-Hachberg andò a Giacomo III; Baden-Durlach-Sausenberg andò a Giorgio Federico; il reastante Baden-Durlach andò ad Ernesto Federico che diventò margravio di Baden-Durlach e alla fine fu succeduto dal fratello Giorgio Federico, che tra i figli di Carlo Ii fu quello che visse più a lungo. Soltanto Giorgio Federico rimase luterano, mentre, Ernesto Federico si convertì al calvinismo e Giacomo III diventò cattolico. Dal momento che Giorgio Federico visse più a lungo fra i tre, il margraviato rimase luterano. La vedova di Carlo, Anna di Veldenz, guidò gli affari di governo per 7 anni come reggente dopo la sua morte, fino a quando i suoi figli non raggiunsero la maggiore età.

FontiModifica

NoteModifica

  1. ^ see Vierordt, p. 420

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN38034878 · GND (DE130875554 · CERL cnp00702271 · WorldCat Identities (EN38034878