Carlo Meliciani

baritono italiano
Carlo Meliciani
Nazionalità Italia Italia
Genere Classica
Opera
Periodo di attività musicale 1959-1979

Carlo Meliciani (Arezzo, 1929) è un baritono italiano.

specializzato nel repertorio verdiano che ha interpretato sui palcoscenici di tutto il mondo tra la metà degli anni '50 e fine anni ‘70. Più volte protagonista alla Scala. Si ricorda in particolare la sua interpretazione di Don Carlo nell’Ernani per la serata d'inaugurazione della stagione scaligera 1969-1970 sostituendo l'indisposto Piero Cappuccilli, accanto a Placido Domingo e Raina Kabaivanska Corsaletti diretto da Antonino Votto (ne esiste una registrazione).

Ha cantato al Teatro Regio di Torino, fin dal 1958. Il suo debutto alla Scala fu nel 1959 come Ping nella Turandot di Giacomo Puccini. Nei due decenni successivi ritornò più volte al teatro d'opera milanese, dove prese parte alle prime mondiali de Il calzare d'argento di Ildebrando Pizzetti (1961) e de Il buon soldato Svejk di Guido Turchi (1962).[1] Oltre alla Scala, Meliciani ha cantato su altri importanti palcoscenici italiani: dalle Terme di Caracalla al Teatro Massimo di Palermo, dall'Arena di Verona al Teatro Comunale di Firenze. All'estero ha calcato le scene del Liceu, dell'Hessisches Staatstheater di Wiesbaden e del Palacio de Bellas Artes di Mexico City. Il suo esordio nei teatri d'opera degli Stati Uniti risale al novembre 1968 alla Philadelphia Grand Opera Company come Amonasro.

Dopo il ritiro dalle scene, Carlo Meliciani si è dedicato all'insegnamento del canto lirico. Nel 2008 è stato insignito del Premio Caruso.[2]

RepertorioModifica

NoteModifica