Apri il menu principale
Ponte di Rialto fotografato nel 1875 da Carlo Naya

Carlo Naya (Tronzano Vercellese, 2 agosto 1816Venezia, 30 maggio 1882) è stato un fotografo italiano, conosciuto per le sue produzioni fotografiche riguardo alla città di Venezia.

I suoi temi spaziavano dalle opere d'arte alle vedute, dall'architettura alle scene folkloristiche. Nel 1875 pubblica una raccolta dal titolo Ricordo di Venezia, contenente 20 fotografie di Venezia. Lavorò anche a Padova, nel 1865, dedicandosi alla Cappella degli Scrovegni, celebre opera di Giotto. Parte delle sue opere è conservata nel George Eastman House.

Indice

BiografiaModifica

Nato a Tronzano Vercellese nel 1816, Carlo Naya si è laureato in giurisprudenza nel 1840 all'Università di Pisa. Nei 15 anni che seguirono, come figlio di un ricco proprietario di terreni, ebbe modo di viaggiare visitando le maggiori città di Europa, Asia e Nordafrica. Dopo la morte del fratello nel 1857 si trasferisce a Venezia e fa della fotografia il suo mestiere: per un breve periodo pubblica e vende le sue fotografie attraverso una collaborazione con Carlo Ponti, fotografo ed ottico veneziano di origini ticinesi e suo contemporaneo. Dopo un litigio con quest'ultimo apre nel 1868 uno studio in Piazza S. Marco e uno in Campo San Maurizio. Nel 1882, dopo la morte del fotografo, la sua attività fu proseguita prima dalla moglie Ida Lessiak e poi dal suo secondo marito Antonio Dal Zotto. Nel 1918 l'attività cessò e l'editore Ferdinando Ongania prima e Osvaldo Böhm poi comprarono buona parte della sua produzione.[1][2]

NoteModifica

  1. ^ Cenni biografici
  2. ^ William S. Johnson, Mark Rice & Carla Williams, Geschichte der Photographie, Köln, Taschen GmbH, 2012.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN49388599 · ISNI (EN0000 0001 2132 1717 · LCCN (ENn90612246 · GND (DE116901403 · BNF (FRcb14976353k (data) · ULAN (EN500011536 · CERL cnp01387367