Apri il menu principale

Carlo Saverio di Borbone-Parma

nobile olandese
Carlo Saverio
Carlos de Bourbon de Parme (2017).jpg
Carlo Saverio di Borbone-Parma
Duca di Parma (pretendente)
Capo del Casato di Borbone-Parma
Stemma
In carica 2010 - in carica
Predecessore Carlo Ugo di Borbone-Parma
Nascita Nimega, Paesi Bassi, 27 gennaio 1970
Casa reale Borbone di Parma
Padre Carlo Ugo, Duca di Parma
Madre Irene di Orange-Nassau
Consorte Annemarie Gualthérie van Weezel
Figli Luisa Irene Costanza Anna Maria di Borbone-Parma, Marchesa di Castell’Arquato
Cecilia Maria Giovanna Beatrice di Borbone-Parma, Contessa di Berceto
Carlo Enrico Leonardo di Borbone-Parma, Principe di Piacenza
Religione Cattolicesimo

Il principe Carlo Saverio di Borbone-Parma, duca di Parma e Piacenza[1][2] (spagnolo Carlos Xavier Bernardo Sixto Maria; Nimega, 27 gennaio 1970), è un nobile olandese ed è l'attuale capo del casato reale e ducale di Borbone-Parma, nonché membro della famiglia reale dei Paesi Bassi. È generalmente considerato come il pretendente al trono del Ducato di Parma sotto il nome di Carlo V[1], e dalle sezioni del movimento carlista come il pretendente al trono di Spagna con il nome di Carlos Javier I (italiano: Carlo Saverio I).[3][4].


Infanzia e gioventùModifica

 
Il Principe Carlo Saverio con la madre Irene di Orange-Nassau

Carlo Saverio è nato a Nimega, nei Paesi Bassi, da Carlo Ugo di Borbone-Parma e Irene di Orange-Nassau. Ha due sorelle più giovani, le principesse Margherita e Carolina, e un fratello più piccolo Giacomo. Ha trascorso la sua gioventù in vari paesi, tra cui i Paesi Bassi, la Spagna, la Francia, l'Inghilterra e gli Stati Uniti d'America. Nel 1981, all'età di undici anni, i suoi genitori hanno divorziato; assieme alla madre e ai fratelli si è quindi trasferito al palazzo Soestdijk, a Baarn, l'allora residenza della Regina dei Paesi Bassi. Ha quindi vissuto nel palazzo per molti anni assieme ai nonni, la regina Giuliana ed il principe consorte Bernhard.

Educazione e carrieraModifica

Carlo Saverio ha studiato scienze politiche alla Wesleyan University del Connecticut e demografia e filosofia all'Università di Cambridge.

Dopo aver completato gli studi, ha lavorato per la società ABN AMRO ad Amsterdam, dove venne coinvolto nei preparativi per l'introduzione dell'Euro. In seguito è stato per un periodo a Bruxelles come consulente per i public affairs della compagnia European Public Policy Advisors (EPPA). Dal 2007 è impegnato in progetti riguardanti la sostenibilità nel mondo degli affari.

Incarichi realiModifica

Carlo Saverio è talvolta presente nelle occasioni di rappresentanza della casa reale dei Paesi Bassi. Nel 2003 ha partecipato, assieme alla zia, la regina Beatrice, all'inaugurazione della cattedra Prince Claus Leerstoel, intitolata al principe consorte Claus, defunto marito di Beatrice.[senza fonte] Presenzia sempre agli eventi speciali della Casa reale; fu, tra le altre cose, uno degli organizzatori delle celebrazioni per il matrimonio del principe Constantijn con la principessa Laurentien, nata Brinkhorst.

È 1173° nella linea di successione al trono del Regno Unito[5].

NobilitazioneModifica

Nei suoi decreti Carlo Saverio usa la seguente dicitura:"Sua Altezza Reale il Principe Carlo Saverio di Borbone, Capo della Real Casa di Borbone-Parma, per grazia di Dio e per diritto ereditario Duca di Parma, Piacenza e Stati Annessi"[6].

Già principe ducale per nascita, il padre gli ha concesso il titolo di principe di Piacenza il 2 settembre 1996[7] (titolo tradizionale dell'erede al trono ducale di Parma) e, in seguito, il 28 settembre 2003, il titolo carlista di Duca di Madrid.[8] Il titolo madrileno, così come quello piacentino, gli sono stati attribuiti dal padre, duca di Parma e pretendente carlista al trono di Spagna; questi titoli sono generalmente riconosciuti come titoli di cortesia, dal momento che sono stati concessi da un pretendente.

Nel 1996 Carlo Saverio è stato incorporato nella nobiltà olandese dalla regina Beatrice, con il più alto dei titoli nobiliari, Prins de Bourbon de Parme (Principe di Borbone di Parma)[9] e il trattamento di Zijne Koninklijke Hoogheid (altezza reale). In realtà, Carlo Saverio ufficialmente non appartiene né alla casa di Orange-Nassau né alla casa reale olandese; in quanto nipote della regina Giuliana e nipote della regina Beatrice è comunque un membro della famiglia reale allargata.

Dal 2010 Carlo Saverio è Capo della Real Casa di Borbone-Parma e Pretendente ducale di Parma, Piacenza e Stati Annessi[10].

Vita privataModifica

Rapporto con Brigitte Klynstra e figlioModifica

Il Principe Carlo Saverio ha avuto una relazione con Brigitte Klynstra (nata il 10 gennaio 1959), la figliastra del conte Adolph van Rechteren Limpurg, signore di Enghuizen. Dal rapporto nacque un figlio, Carlo Ugo Rodrigo Sybren Klynstra (nato il 20 gennaio 1997 a Nijmegen), che, dopo un caso giudiziario vinto e un appello al consiglio di stato da parte del padre, a partire dal 28 febbraio 2018 può definirsi la Sua Altezza Reale il Principe Carlo Ugo Rodrigo Sybren, principe di Borbone di Parme, ed è iscritto nel registro dell’Alto Consiglio della Nobiltà.[11]

Matrimonio con Annemarie Gualthérie van WeezelModifica

 
Il principe Carlo Saverio di Borbone-Parma con la moglie Annemarie Gualthérie van Weezel e la cognata Viktoria Cservenyak
 
La principessa Luisa Irene di Borbone-Parma, alla quale è stato conferito dal padre il 29 settembre 2017 il titolo di Marchesa di Castell’Arquato

Il 7 ottobre 2009 è stato annunciato, attraverso il segretario privato di sua madre, che Carlo Saverio avrebbe sposato Annemarie Cecilia Gualthérie van Weezel.

Annemarie (nata a L'Aia il 18 dicembre 1977) è la figlia di Hans Gualthérie van Weezel e di Ank de Visser. Suo padre è stato membro della Camera dei Rappresentanti dei Paesi Bassi per il partito cristiano democratico, membro del consiglio europeo a Strasburgo e ambasciatore olandese in Lussemburgo. Il nonno paterno di Annemarie era Jan Hans Gualthérie van Weezel, capo della polizia a L'Aia e membro della resistenza olandese durante la seconda guerra mondiale.

Il matrimonio civile ha avuto luogo il 12 giugno 2010 a Wijk bij Duurstede; il matrimonio in chiesa doveva aver luogo presso l'Abbazia di la Cambre Abbey ad Ixelles il 28 agosto, ma il 2 agosto 2010 fu rivelato che la salute del duca di Parma, padre del Principe Carlo Saverio, stava rapidamente peggiorando a causa del cancro e di conseguenza la cerimonia in chiesa è stato rinviata. Il nuovo duca di Parma e Annemarie si sono poi sposati religiosamente il 20 novembre 2010 nell'Abbazia di la Cambre Abbey.[12]

Infatti il duca Carlo Ugo di Parma e Piacenza è morto il 18 agosto a Barcellona (in Spagna), all'età di 80 anni e Carlo Saverio è divenuto di conseguenza il nuovo Duca di Parma e Piacenza e Capo del Casato di Borbone-Parma.[13] Poco prima della sua morte il duca Carlo Ugo di Parma aveva creato Annemarie contessa di Molina.

Insieme hanno tre figli:

  • S.A.R. Principessa Luisa Irene Costanza Anna Maria di Borbone-Parma (nata il 9 maggio 2012 a L'Aia), Marchesa di Castell’Arquato.
  • S.A.R. Principessa Cecilia Maria Giovanna Beatrice di Borbone-Parma (nata il 17 ottobre 2013 a L'Aia), Contessa di Berceto.
  • S.A.R. Principe Carlo Enrico Leonardo di Borbone-Parma (nato il 24 aprile 2016, a L'Aia), Principe di Piacenza, erede dinastico.

Il 25 settembre 2016 il principe Carlo Saverio ha conferito al Principe Carlo Enrico Leonardo di Borbone-Parma il titolo di Principe di Piacenza[14].

Il 29 settembre 2017 nel corso del Capitolo Generale dei Cavalieri, il principe Carlo Saverio ha conferito alla Principessa Luisa Irene il titolo di Marchesa di Castell’Arquato e alla Principessa Cecilia Maria il titolo di Contessa di Berceto[15].

Patrimonio onorificoModifica

AntenatiModifica

Carlo Saverio di Borbone-Parma Padre:
Carlo Ugo di Borbone-Parma
Nonno paterno:
Saverio di Borbone-Parma
Bisnonno paterno:
Roberto I di Parma
Trisnonno paterno:
Carlo III di Parma
Trisnonna paterna:
Luisa Maria Teresa d'Artois
Bisnonna paterna:
Maria Antonia di Braganza
Trisnonno paterno:
Michele del Portogallo
Trisnonna paterna:
Adelaide di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg
Nonna paterna:
Maddalena di Borbone-Busset
Bisnonno paterno:
Giorgio di Borbone-Busset, conte di Lignières
Trisnonno paterno:
Enrico di Borbone-Busset, conte di Lignières
Trisnonna paterna:
Adrienne dei marchesi di Mailly-Nesle
Bisnonna paterna:
Jeanne de Kerret dei visconti di Quillien
Trisnonno paterno:
René de Kerret, visconte di Quillien
Trisnonna paterna:
Marie Léonie Gautier
Madre:
Irene di Orange-Nassau
Nonno materno:
Bernhard van Lippe-Biesterfeld
Bisnonno materno:
Bernardo di Lippe-Biesterfeld
Trisnonno materno:
Ernesto II di Lippe-Biesterfeld
Trisnonna materna:
Carolina di Wartensleben
Bisnonna materna:
Armgard di Sierstorpff-Cramm
Trisnonno materno:
Aschwin di Sierstorpff-Cramm
Trisnonna materna:
Edvige di Sierstorpff
Nonna materna:
Giuliana dei Paesi Bassi
Bisnonno materno:
Enrico di Meclemburgo-Schwerin
Trisnonno materno:
Federico Francesco II di Meclemburgo-Schwerin
Trisnonna materna:
Maria di Schwarzburg-Rudolstadt
Bisnonna materna:
Guglielmina dei Paesi Bassi
Trisnonno materno:
Guglielmo III dei Paesi Bassi
Trisnonna materna:
Emma di Waldeck e Pyrmont

NoteModifica

  1. ^ a b LL.AA.RR. Il Duca e la Duchessa di Parma e Piacenza Archiviato il 19 agosto 2013 in Internet Archive. – Website of the Royal and Ducal House of Bourbon-Parma (Italian)
  2. ^ "Duca di Parma e Piacenza" è il titolo esteso e più formale del duca
  3. ^ MENSAJE AL PUEBLO CARLISTA DE S.M.C. DON CARLOS JAVIER I DE BORBÓN, REY DE LAS ESPAÑASblogspot El Carlismo contra Globalizatión (Spanish)
  4. ^ El primogénito de Carlos Hugo de Borbón – Nuevo pretendiente carlista a la corona de España – website news agency Europa Press (Spanish)
  5. ^ Home Page
  6. ^ Diploma pubblicato nell'articolo "Medaglia d'Oro dei Benemeriti del Principe e dello Stato all'Annuario della Nobiltà Italiana"
  7. ^ Almanacco di Gotha (182ª ed.), 1998, p. 55; ISBN 0-9532142-0-6
  8. ^ «PALABRAS S.A.R. EL PRÍNCIPE DON CARLOS HUGO DE BORBÓN PARMA EN EL ACTO DE IMPOSICIÓN DE CRUCES DE LA ORDEN DE LA LEGITIMIDAD PROSCRITA, CELEBRADO EL DOMINGO DÍA 28 DE SEPTIEMBRE DE 2003 EN ARBONNE (FRANCIA), Y EN EL QUE ESTUVO ACOMPAÑADO POR SUS HIJOS DON CARLOS JAVIER Y DON JAIME», su www.borbonparma.org; consultato il 18 maggio 2010
  9. ^ The 14th list of nobility determined by royal decree on 9 June 2004 (Stb.307) su www.hogeraadvanadel.nl
  10. ^ Andrea Borella, "Annuario della Nobiltà Italiana", Edizione XXXII, Teglio (SO), 2014, S.A.G.I. Casa Editrice, pag. 80-90
  11. ^ Olanda, il figlio illegittimo del cugino del re diventa principe
  12. ^ Maxima shares Prince Carlos' joy as he weds his princess-bride, in Hello Magazine, 24 novembre 2010.
  13. ^ News of the House of Parma (in Spanish) Archiviato il 5 febbraio 2005 in Internet Archive.
  14. ^ In Duomo il battesimo del Principe Carlo Enrico
  15. ^ Borbone di Parma, celebrazioni e conferimento degli ordini dinastici della Reale e Ducale Casa

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica