Apri il menu principale
Carlos Cardús Carrió
Carlos Cardus 1990 Japanese GP.jpg
Cardus nel 1990 al GP del Giappone
Nazionalità Spagna Spagna
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 1983
Stagioni dal 1983 al 1993
Miglior risultato finale
Gare disputate 123
Gare vinte 5
Podi 26
Punti ottenuti 835
Pole position 7
Giri veloci 5
Carriera in Superbike
Esordio 1994
Miglior risultato finale 36º
Gare disputate 2
Punti ottenuti 11
 

Carlos Cardús Carrió (Barcellona, 29 settembre 1959) è un pilota motociclistico spagnolo ritiratosi dall'attività agonistica.

Anche suo nipote, Ricard Cardús, è un pilota motociclistico professionista.[1]

Indice

CarrieraModifica

Ha svolto quasi tutta la sua carriera nella classe 250: dopo i primi trofei monomarca (nei quali si confrontò con piloti come Sito Pons e Jorge Martínez), passa infatti al campionato Spagnolo Velocità nelle quarto di litro. Nel 1981 arrivò quarto per poi vincere nei due anni successivi. Nel 1983 conquista anche il titolo europeo di categoria.

Esordisce nel motomondiale con una Rotax-Kobas nel Gran Premio di Spagna del 1983, ottenendo però la sua prima vittoria solo sei anni dopo, nel Gran Premio di Francia del 1989.

Dopo i primi anni con motori Cobas passa alla Honda, moto con la quale corse per otto stagioni fino al ritiro dal motomondiale.

La sua annata migliore fu il 1990, quando ottiene quattro vittorie e si classifica secondo nella classifica finale del campionato mondiale, vinto da John Kocinski dopo un duello protrattosi fino all'ultima gara. Nel Gran Premio d'Australia, ultima gara dell'anno, a Cardús sarebbe stato sufficiente arrivare secondo dietro a Kocinski per conquistare il titolo, ma dovette ritirarsi a causa di un guasto al cambio, lasciando il titolo nelle mani del rivale.

Arriva invece terzo l'anno successivo, stagione nella quale conquista undici podi e una pole position. Corre ancora per due anni, ma con risultati deludenti, prima di ritirarsi dalla classe 250.

L'ultima apparizione del pilota spagnolo è stata nel campionato Superbike del 1994 quando prese parte come wildcard alla prova di casa del mondiale per derivate di serie con una Ducati 916. Termina tredicesimo la prima gara e ottavo la seconda.

Risultati in garaModifica

MotomondialeModifica

1983 Classe Moto                         Punti Pos.
250 Kobas-Rotax Rit 21 - 11 9 - - 16 Rit 11 Rit NE 2[2] 28º
1984 Classe Moto                         Punti Pos.
250 Kobas-Rotax - Rit Rit NP - 7 - - 11 Rit Rit Rit 4[3] 25º
1985 Classe Moto                         Punti Pos.
250 Cobas-Rotax 6 - 5 Rit Rit - - 5 - - - 7 21[4] 12º
1986 Classe Moto                         Punti Pos.
250 Honda NP - 13 - 5 - 6 17 5 19 - NE 17[5] 12º
1987 Classe Moto                               Punti Pos.
250 Honda Rit NQ 4 7 5 Rit 4 3 8 6 3 - Rit 3 5 70[6]
1988 Classe Moto                               Punti Pos.
250 Honda 9 Rit Rit Rit 12 7 8 8 12 5 5 7 71[7]
1989 Classe Moto                               Punti Pos.
250 Honda 8 7 5 5 4 6 6 6 4 3 1 Rit 4 8 5 162[8]
1990 Classe Moto                               Punti Pos.
250 Honda 2 6 4 4 2 Rit 1 2 3 1 5 1 1 3 Rit 208[9]
1991 Classe Moto                               Punti Pos.
250 Honda 2 3 4 6 6 2 2 3 5 3 2 2 2 2 2 205[10][11]
1992 Classe Moto                           Punti Pos.
250 Honda NP 2 4 5 7 Rit NP NP 5 8 NP 48[12]
1993 Classe Moto                             Punti Pos.
250 Honda 6 18 NP NP 9 Rit 6 27[13] 18º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

Campionato mondiale SuperbikeModifica

1994 Moto                       Punti Pos.
Ducati 13 8 11 36º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Non disputata/Non valida Non qual./Non part. Squalificato Ritirato

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica