Apri il menu principale

StoriaModifica

Il nome deriverebbe dal fiume Carpino che costeggia il centro, oppure dalla pianta "Carpinus". Il centro fu fondato nell'VIII secolo dai Longobardi, e incluso nel Ducato di Bojano. Secondo un documento dell'Abbazia di San Vincenzo al Volturno, tuttavia, la fondazione sarebbe del 982, castello stante sotto il potere dell'abate Giovanni di San Vincenzo. Tra i primi signori al governo ci fu Tommaso d'Evoli, signore di Castelpizzuto, Monteroduni e Roccamandolfi. Dopo vicende di lotta di possesso tra le famiglie, Carpinone fu venduto alla famiglia Caldora nel XV secolo, che fortificò il castello.

I successivi signori furono i membri della famiglia Pandone, Francesco e Pandolfo, successivamente le famiglie Ceva Grimaldi e i De Risio. Nel 1807 il paese entrò nel Distretto di Isernia, sotto la giurisdizione di Castelpetroso. Dal 1948 fece parte della provincia di Campobasso, e dal 1970 di quella di Isernia.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Chiesa di Maria Santissima AssuntaModifica

La chiesa risale al XIII secolo ed è stata modificata nel XVIII secolo. La facciata è in marmo a forma di tempio greco, con influssi neoclassici. Il campanile a torre orologiata è l'unica testimonianza medievale. L'interno a navata unica ha un organo traforato e altare in marmo.

Castello CaldoraModifica

Attrazione principale del centro, risale al X secolo, ampliato da Ruggero di Pescolanciano, e rifondato da Giacomo Caldora nel XV secolo. Gli ultimi proprietari furono i Carafa. Il mastio è a pianta rettangolare, divisa in due settori, la facciata decorata da logge a finestra a tutto sesto ; gli angoli caratterizzati da due torrioni cilindrici con rivestimento superiore in tegole. Una terza torre si trova nella casa di guardia che controllava l'accesso al ponte levatoio. L'interno è preceduto da un chiostro.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[2]

 


Infrastrutture e trasportiModifica

FerrovieModifica

Carpinone ha una propria stazione ferroviaria, diramazione delle linee Isernia–Campobasso e Sulmona–Isernia. Il fabbricato viaggiatori della stazione, fa anche da sede municipale.

SportModifica

CalcioModifica

La principale squadra di calcio della città è l'A.S.D. Carpinone 1981 Calcio che milita nel girone A molisano di 1ª Categoria. È nata nel 1981.

AmministrazioneModifica

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
12 giugno 1985 24 maggio 1990 Enio Monaco lista civica Sindaco [3]
29 maggio 1990 24 aprile 1995 Enio Monaco Democrazia Cristiana Sindaco [3]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Enio Monaco Centro Sindaco [3]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Giovanni Martinelli Lista Civica Sindaco [3]
14 giugno 2004 2 novembre 2005 Pasquale Sarao Lista Civica Sindaco [3]
2 novembre 2005 23 dicembre 2005 Leonardo Bianco Comm. prefettizio [3]
23 dicembre 2005 30 maggio 2006 Leonardo Bianco Comm. straordinario [3]
30 maggio 2006 17 maggio 2011 Pasquale Sarao Lista Civica Sindaco [3]
17 maggio 2011 6 giugno 2016 Pasquale Sarao Lista Civica: uniti per Carpinone Sindaco [3]
6 giugno 2016 in carica Pasquale Colitti Lista Civica Sindaco [3]

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2017.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ a b c d e f g h i j http://amministratori.interno.it/

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN248344683
  Portale Molise: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di molise