Apri il menu principale

Casacorba

frazione del comune italiano di Vedelago
Casacorba
frazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of Arms of Veneto.png Veneto
ProvinciaProvincia di Treviso-Stemma.png Treviso
ComuneVedelago-Stemma.png Vedelago
Territorio
Coordinate45°39′40″N 12°02′14″E / 45.661111°N 12.037222°E45.661111; 12.037222 (Casacorba)Coordinate: 45°39′40″N 12°02′14″E / 45.661111°N 12.037222°E45.661111; 12.037222 (Casacorba)
Altitudine31 m s.l.m.
Superficie6,15[1] km²
Abitanti1 150[2]
Densità186,99 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale31050
Prefisso0423
Fuso orarioUTC+1
Patronosanta Fosca vergine e martire
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Casacorba
Casacorba

Casacorba è una frazione del comune di Vedelago, in provincia di Treviso.

Geografia fisicaModifica

Il territorio della frazione, che si estende a sudest del capoluogo comunale, è completamente pianeggiante, con altitudini comprese attorno ai 30 m s.l.m.

È una zona notevole dal punto di vista idrografico: è compresa nella fascia delle risorgive da cui nasce, fra gli altri, il Sile. Le sorgenti si inseriscono in un peculiare ambiente umido (ridotto in seguito a varie opere di bonifica) protetto dal parco naturale regionale del Fiume Sile[3].

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Chiesa di Santa FoscaModifica

La parrocchiale del paese è citata sin dal 1181 come cappella sottoposta direttamente al capitolo della diocesi di Treviso. In seguito dipese dalla parrocchia di Albaredo, assumendo piena autonomia nel 1757.

L'attuale chiesa fu eretta tra il 1738 e il 1741 e consacrata dal vescovo di Treviso Paolo Francesco Giustiniani nel 1777.

Secondo alcuni, l'edificio sarebbe stato progettato dal celebre Giorgio Massari mentre Domenico Maria Federici la ritiene piuttosto del capomastro Pietro Cappellaro di Levada. Delle opere conservate, si ricordano la pala dell'altar maggiore (un tempo attribuita a Giovanni Bonagrazia, ma più probabilmente opera di un anonimo veneto del XVIII secolo) e la pala dell'altare a destra, dipinto firmato e datato da Giacomo Galletti (o Galbetti) nel 1677[4].

Secondo la tradizione, a partire dal 1717 un prete di Casacorba scrisse, ispirandosi ai discorsi dei parrocchiani uditi sotto l'ombra del grande Celtis australis ("s-cieson" in dialetto locale) che cresceva davanti la chiesa, l'almanacco "Schieson de Casacorba". A questo primo almanacco si ispirò Giovanni Anastasio Pozzobon per il proprio Schieson Trevisan.

IL nuovo organo di 22 registri trasmissione elettrica commissionato da don Narciso Zanini e inaugurato da Giuseppe De Donà collocato sopra la parta d'ingresso è l'opera n.11 risalente al 1984 dell'ARTE ORGANARIA del Maestro Alessandro Girotto di Postioma (TV)

Infrastrutture e trasportiModifica

StradeModifica

Appena a nord del paese transita la SP 5 "Castellana" che collega Salvatronda a Quinto di Treviso.

FerrovieModifica

A nord di Casacorba transita la ferrovia Vicenza-Treviso, ma la stazione più vicina è quella di Albaredo.

NoteModifica

  1. ^ Comune di Vedelago - Relazione previsionale e programmatica 2004-2006.
  2. ^ In assenza di dati ufficiali precisi, si è fatto riferimento alla popolazione della parrocchia locale, reperibile nel sito della CEI.
  3. ^ Ambiente - Comune di Vedelago Archiviato il 5 dicembre 2010 in Internet Archive..
  4. ^ Casacorba - Comune di Vedelago Archiviato il 6 gennaio 2009 in Internet Archive..