Casalbeltrame

comune italiano
Casalbeltrame
comune
Casalbeltrame – Stemma
Casalbeltrame – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Novara-Stemma.svg Novara
Amministrazione
SindacoClaudia Porzio (lista civica) dal 26-5-2014
Territorio
Coordinate45°26′N 8°28′E / 45.433333°N 8.466667°E45.433333; 8.466667 (Casalbeltrame)Coordinate: 45°26′N 8°28′E / 45.433333°N 8.466667°E45.433333; 8.466667 (Casalbeltrame)
Altitudine148 m s.l.m.
Superficie16,04 km²
Abitanti986[1] (31-12-2020)
Densità61,47 ab./km²
Comuni confinantiBiandrate, Casalino, Casalvolone, San Nazzaro Sesia
Altre informazioni
Cod. postale28060
Prefisso0321
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT003037
Cod. catastaleB864
TargaNO
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 616 GG[3]
Nome abitanticasalbeltramesi
PatronoSan Novello
Giorno festivoultima domenica di agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Casalbeltrame
Casalbeltrame
Casalbeltrame – Mappa
Posizione di Casalbeltrame nel territorio della provincia di Novara
Sito istituzionale

Casalbeltrame (Casabaltram in piemontese e in lombardo) è un comune italiano di 986 abitanti della provincia di Novara in Piemonte.

Una parte del territorio comunale è compresa nel Parco naturale delle Lame del Sesia.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture religioseModifica

  • Chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta. L'edificio attuale si presenta in forme del XVIII e XIX secolo, ma è sicuramente assai precedente come testimoniano, fra l'altro, il campanile e le mura romaniche e gli affreschi rinvenuti negli attuali sottotetti (scene della Vita di Cristo, XV secolo)[4]. Annesso alla chiesa è lo scurolo del patrono martire San Novello.
  • Chiesa e complesso di Sant'Apollinare

Architetture civiliModifica

  • Villa Bracorens Savoiroux (XVIII secolo), sede di Materima, cittadella della scultura.

Architetture militariModifica

  • Castello

MuseiModifica

  • Museo Storico Etnografico dell'Attrezzo Agricolo "L çivel"[5]

NaturaModifica

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[6]

Infrastrutture e trasportiModifica

Fra il 1884 e il 1933 la località era servita da una fermata della tranvia Vercelli-Biandrate-Fara.

AmministrazioneModifica

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
25 giugno 1985 28 maggio 1990 Teresio Novella Democrazia Cristiana Sindaco [7]
28 maggio 1990 24 aprile 1995 Teresio Novella Democrazia Cristiana Sindaco [7]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Teresio Novella Partito Popolare Italiano Sindaco [7]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Teresio Novella lista civica Sindaco [7]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Teresa Peveroni lista civica Sindaco [7]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Vincenzo Ponzo lista civica Sindaco [7]
26 maggio 2014 26 maggio 2019 Claudia Porzio lista civica Per tutti Sindaco [7]
26 maggio 2019 in carica Claudia Porzio lista civica Per tutti Sindaco

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2020 (dato provvisorio).
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Nel sottotetto della chiesa spuntano gli affreschi segreti, su LaStampa.it. URL consultato il 6 novembre 2016.
  5. ^ Museo Etnografico dell'Attrezzo Agricolo L'Civel - ATL Novara - Cultura Scheda Dettaglio, su www.turismonovara.it. URL consultato il 4 settembre 2020.
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN246997378
  Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte