Casalvolone

comune italiano
Casalvolone
comune
Casalvolone – Stemma
Casalvolone – Veduta
Veduta con la Pieve di San Pietro
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Novara-Stemma.svg Novara
Amministrazione
SindacoEzio Piantanida (lista civica: uniti concreti) dall'11/06/2017
Territorio
Coordinate45°24′N 8°28′E / 45.4°N 8.466667°E45.4; 8.466667 (Casalvolone)Coordinate: 45°24′N 8°28′E / 45.4°N 8.466667°E45.4; 8.466667 (Casalvolone)
Altitudine141 m s.l.m.
Superficie17,49 km²
Abitanti864[1] (30-4-2017)
Densità49,4 ab./km²
Comuni confinantiBorgo Vercelli (VC), Casalbeltrame, Casalino, San Nazzaro Sesia, Villata (VC)
Altre informazioni
Cod. postale28060
Prefisso0161
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT003041
Cod. catastaleB920
TargaNO
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanticasalvolonesi
Patronosan Pietro Apostolo
Giorno festivo29 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Casalvolone
Casalvolone
Casalvolone – Mappa
Posizione di Casalvolone nel territorio della provincia di Novara
Sito istituzionale

Casalvolone (Casavlón in piemontese, Casalvlun in lombardo) è un comune italiano di 864 abitanti della provincia di Novara in Piemonte.

StoriaModifica

 
Castello della frazione Pisnengo

Il nome del paese derva dal latino Casale Vallonis.

La storia di Casalvolone durante il Medioevo è strettamente legata con quella della sua abbazia, che compare citata per la prima volta nel 975, quando era retta dai benedettini.

I cistercensi, provenienti dall'abbazia di Morimondo, arrivarono a Casalvolone nel 1169, quando i benedettini decisero di abbandonare il monastero.

Un documento del 1225 fa risalire l'abbazia all'opera dei tre fratelli Ardizzone, Enrico e Tommaso di Casalvolone.

Non si sa con precisione quando l'abbazia fu abbandonata; certamente la trasformazione in abbazia commendataria nel XV secolo comportò una decadenza, poiché nel 1497 non la si trova menzionata fra le abbazie della Congregazione Cistercense Italiana di San Bernardo.

I suoi beni furono confiscati nel periodo napoleonico e nel 1819 il complesso monastico divenne di proprietà privata. La chiesa abbaziale fu ridotta ad un piccolo oratorio e abbattuta all'inizio del XX secolo. Del complesso monastico rimane la chiesa di San Pietro al Cimitero, che fungeva da parrocchia per il popolo.[2]

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Negli ultimi cento anni, a partire dal 1911, c'è stato un dimezzamento della popolazione residente.

Abitanti censiti[3]

 

Infrastrutture e trasportiModifica

Fra il 1884 e il 1933 la località era servita da una fermata della tranvia Vercelli-Biandrate-Fara.

AmministrazioneModifica

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
3 luglio 1985 25 maggio 1990 Mario Martini Partito Socialista Italiano Sindaco [4]
25 maggio 1990 24 aprile 1995 Mario Martini Partito Socialista Italiano Sindaco [4]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Nunzio Vaglio Partito Popolare Italiano Sindaco [4]
14 giugno 1999 4 ottobre 2001 Nunzio Vaglio Partito Popolare Italiano Sindaco [4]
4 ottobre 2001 27 maggio 2002 Patrizia Bianchetto Comm. straordinario [4]
28 maggio 2002 29 maggio 2007 Ezio Piantanida lista civica Sindaco [4]
28 maggio 2007 7 maggio 2012 Ezio Piantanida lista civica Sindaco [4]
7 maggio 2012 11 giugno 2017 Simona Rastelli lista civica: uniti concreti Sindaco [4]
11 giugno 2017 in carica Ezio Piantanida lista civica: uniti concreti Sindaco [4]

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2017.
  2. ^ Abbazia di Casalvolone Archiviato il 26 febbraio 2010 in Internet Archive.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ a b c d e f g h i http://amministratori.interno.it/

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN245905885 · WorldCat Identities (EN245905885
  Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte