Casato di Liechtenstein

famiglia principesca liechtensteinese

La dinastia Liechtenstein è la famiglia che regna costituzionalmente per diritto ereditario sul principato del Liechtenstein, che dalla famiglia ha preso il nome. Solo i membri dinastici del Casato di Liechtenstein sono idonei a ereditare il trono e la qualifica di membro della dinastia. Diritti e responsabilità sono definiti da una legge di famiglia, che è imposta dal Principe regnante e può essere modificata con voto tra i dinasti della famiglia (con una maggioranza di almeno i due terzi), ma che non può essere modificata dal Governo e dal Parlamento del Liechtenstein[1] anche perché comprende diritti, titoli (come quelli boemi-moravi) e proprietà che non riguardano il Principato.

Casato di Liechtenstein
StatoBandiera del Liechtenstein Liechtenstein
Titoli
FondatoreCarlo I del Liechtenstein
Attuale capoGiovanni Adamo II del Liechtenstein
Data di fondazione1608
Etniatedesca
Castello di Liechtenstein in Bassa Austria

Origini

modifica

La famiglia proviene dal Castello di Liechtenstein in Bassa Austria, che essa possedette almeno dal 1140 al XIII secolo e dal 1807 in poi. Attraverso i secoli la dinastia acquistò vaste aree di terreno, prevalentemente in Moravia, Bassa Austria, Slesia e Stiria, anche se in tutti i casi questi territori furono tenuti in feudo sotto altri maggiori signori feudali, in particolare sotto vari rami della famiglia degli Asburgo, di cui molti principi Liechtenstein furono al servizio come stretti consiglieri e nel 1608 furono elevati al rango di Principe del Sacro Romano Impero e ottenendo nel 1614 il Ducato di Troppau (oggi Opava). Tuttavia, senza alcun territorio detenuto direttamente sotto il trono imperiale, la dinastia del Liechtenstein era incapace di soddisfare un requisito primario per qualificarsi per un posto nella dieta imperiale, il Reichstag.

La famiglia desiderava fortemente il maggior potere che un seggio nel governo imperiale avrebbe garantito, e quindi cercò di acquisire terre che fossero unmittelbar, o detenute senza alcun intermediario feudale tra sé e l'Imperatore del Sacro Romano Impero, titolare ultimo dei diritti sulla terra. La famiglia fu in grado di organizzare l'acquisto del minuscolo Herrschaft ("signoria") di Schellenberg e della contea di Vaduz (rispettivamente nel 1699 e nel 1712) dalla famiglia Hohenems. La minuscola Schellenberg e Vaduz possedevano esattamente lo stato politico richiesto senza signore feudale, diverso da quello di comitale sovrano e di suzerainità sovrana.

 
Castello di Valtice usato per essere la sede principale della famiglia Liechtenstein in Repubblica Ceca (poi Cecoslovacchia) fino a dopo la Seconda guerra mondiale, quando i comunisti giunsero al potere e lo confiscarono.

In tal modo, il 23 gennaio 1719, dopo che l'acquisto fu regolarmente combinato, Carlo VI d'Asburgo decretò l'unione di Vaduz e Schellenberg, elevando il territorio alla dignità di Fürstentum (Principato), con il nome di "Liechtenstein" in onore del "suo fedele servitore, Anton Florian di Liechtenstein ". È in questa data che il Liechtenstein è diventato uno stato membro sovrano del Sacro Romano Impero. Ironia della sorte, ma come testimonianza della pura convenienza politica degli acquisti, i principi del Liechtenstein non misero piede nel loro nuovo principato per diversi decenni.

Epoca recente

modifica

Secondo la Costituzione della Casa regnante del Liechtenstein del 26 ottobre 1993, tutti i membri diversi dal principe regnante recano i titoli di: Principe/Principessa del Liechtenstein, Conte/Contessa di Rietberg.

Famiglia principesca (membri stretti)

modifica

Albero genealogico

modifica
 
 
 
 Georg Hartmann
 
 
 Hartmann II
1544-1585
 
  
 Carlo I
1569-1627
 Gundacaro
1580-1658
  
   
 Carlo Eusebio
1611-1684
 Hartmann III
1613-1686
Ferdinando Giovanni
1622-1666
  
    
 Giovanni Adamo I
1657-1712
Antonio Floriano
1656-1721
Massimiliano
1641-1709
Filippo Erasmo
1664-1704
  
    
 Giuseppe Giovanni Adamo
1690-1732
Innocenzo Antonio
1693-1707
Giuseppe Venceslao
1696-1772
Emanuele
1700-1771
  
      
 Giovanni Nepomuceno Carlo
1724-1748
Francesco Giuseppe I
1726-1781
Filippo Giuseppe
1731-1757
Giuseppe Leopoldo
1743-1771
 Carlo Borromeo
1730-1789
Giovanni Giuseppe Simplicio
1734-1781
  
       
 Giovanni I Giuseppe
1760-1836
Luigi I
1759-1805
Giuseppe Venceslao
1767-1842
Francesco Luigi Crispino
1776-1794
Carlo Giuseppe Emanuele
1765-1795
Maurizio
1775-1819
Luigi Gonzaga
1780-1833
 
      
 Carlo Giovanni
1803-1871
Federico Adalberto
1807-1885
Luigi II
1796-1858
 Edoardo Francesco
1809-1864
 Francesco di Paola
1802-1887
Rodolfo
1816-1848
   
      
 Giovanni II
1840-1929
Francesco I
1853-1938
Johann Alois
1840-1885
Enrico Carlo Augusto
1853-1914
Alfredo
1842-1907
Aloisio
1846-1920
 
       
 Giovanni
1873-1959
Giorgio
1880-1931
Alfredo
1875-1930
Francesco
1868-1929
Enrico
1877-1915
Luigi
1869-1955
 Carlo Aloisio
1878-1955
  
        
 Francesco Giuseppe II
1906-1989
Luigi
1917–1967
Carlo Alfredo
1910-1985
Enrico
1920–1993
Giorgio Hartmann
1911-1998
Ulrico
1913–1978
Guglielmo Alfredo
1922-2006
Wolfgang
1934
 
    
Nikolaus
1947
 Francesco Giuseppe
1962-1991
 Giovanni Adamo II
1945
 Filippo
1946
   
       
Josef Emanuel
1989
 Luigi
1968
 Costantino
1972-2023
 Massimiliano
1969
Venceslao
1974
Rodolfo Ferdinando
1975
Alessandro Guglielmo
1972
     
        
Leopoldo
2023
Nicola Sebastiano
2000
Giuseppe Venceslao
1995
Giorgio Antonio
1999
Maurizio Emanuele Maria
2003
Benedetto Ferdinando Uberto Maria
2008
Alfonso
2001
 Carlo Luigi
2016
  1. ^ Princely House of Liechtenstein. House Laws Archiviato il 15 giugno 2012 in Internet Archive.

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN4250155832945033490000 · CERL cnp00557551 · GND (DE118572784