Casette

centro abitato situato presso Rieti, provincia di Rieti

Casette è una frazione del comune italiano di Rieti, nell'omonima provincia, nel Lazio. Si trova a 400 m s.l.m. e dista 4,7 km dal capoluogo.

Casette
frazione
Casette – Veduta
Casette – Veduta
Localizzazione
StatoBandiera dell'Italia Italia
Regione Lazio
Provincia Rieti
Comune Rieti
Territorio
Coordinate42°22′58.12″N 12°54′26.28″E
Altitudine400[1] m s.l.m.
Abitanti550[2] (2014)
Altre informazioni
Cod. postale02100
Prefisso0746
Fuso orarioUTC+1
Nome abitanticasettari
Patronosan Vittorino
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Casette
Casette
Casette – Mappa
Casette – Mappa

Ultimo centro abitato del Regno di Napoli prima del confine con lo Stato Pontificio, nel XVIII secolo Casette era una villa regia, inclusa nei territori degli Stati Farnesiani.[3]

Sul confine tra il territorio di Casette e quello di Rieti fu combattuta, nel 1821, la prima battaglia del Risorgimento italiano[4] che vide gli austriaci del generale Frimont sconfiggere gli insorti di Guglielmo Pepe.

Nel 1852 un trattato bilaterale stabilì che allo Stato Pontificio venissero ceduti i territori del Regno delle Due Sicilie sulla riva sinistra del fiume Salto, tra cui quello di Casette, che venne così accorpato al comune di Rieti.[5] Nel 1860 venne annesso al Regno di Sardegna, che nell'anno successivo divenne Regno d'Italia.

Monumenti e luoghi d'interesse

modifica

A Casette si trova la chiesa di Ognissanti, costruita nel 1621,[6] in cima alla salita che si può percorrere a piedi a destra della piazza; proprio nella piazza si trova il monumento ai caduti in guerra, collocato nel 1921 e modificato dopo il secondo conflitto con l'aggiunta dei nomi dei due dispersi del 1940-1945.[7]

Al campo sportivo si trova il monumento a Gianni Mastroiaco, originario di Casette, una delle 39 vittime della strage dell'Heysel nel 1985.[8]

Presso Casette il fiume Salto sfocia nel Velino.

Infrastrutture e trasporti

modifica

La frazione è attraversata dalla strada statale 578 Salto Cicolana; si può raggiungere con il servizio ASM di Rieti (in particolare con la linea 213 passante anche per Grotti, Ville Grotti e Concerviano) e con il Cotral (linea Stazione FS - Borgorose).

 
Formazione della S.S. Casette, anni '70

A partire dagli anni 1950 è stata attiva la S.S. Casette, con colori amaranto e celeste, che raggiunse come apice il campionato di Promozione disputato dal 1991 al 1996,[9] dove il suo miglior piazzamento fu un sesto posto, raggiunto nella stagione 1992-1993.

La squadra disputò a lungo le proprie gare interne al Macelletto, storico campo reatino distante circa 8 chilometri, e solo successivamente al proprio campo sportivo, inaugurato negli anni ottanta.

Intorno ai primi anni duemila la società chiuse i battenti; venne succeduta dall'A.S.D. Nuova Casette,[10] che partecipò a un unico campionato regionale, la Promozione Lazio 2006-2007, e che cessò le attività nel 2017, mentre militava in Seconda Categoria.

Oggi non è presente una squadra di calcio a Casette; il campo sportivo è chiuso e di proprietà del Comune di Rieti.

Altri progetti

modifica
  Portale Lazio: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Lazio