Apri il menu principale

Il cash and carry, letteralmente «contante e porta», è una formula distributiva di vendita di prodotti alimentari o non alimentari a utenti professionali, in possesso di partita IVA.

La formula distributiva è nata negli Stati Uniti e si è diffusa in Europa soprattutto grazie al contributo di Otto Beisheim, il fondatore della catena Metro nata in Germania nel 1964 e giunta in Italia nel 1972.

Altre catene di Cash&Carry presenti oggi in Italia sono: Sogegross, Altasfera, C+C, Adhoc, Multicash, Talento-Professional Store, Centro Cash, ZonaMarket. Operano comunque in Italia anche molti Cash&Carry indipendenti, non facenti capo ad organizzazioni nazionali.

Le loro caratteristiche principali sono:

  • esistenza di impresa commerciale all'ingrosso
  • accoglienza dei clienti da parte del grossista nel proprio magazzino
  • organizzazione nella forma self-service
  • prelevamento diretto della merce da parte del cliente
  • pagamenti in contanti o tramite fattura, della merce, e trasporto della stessa da parte del cliente

La normativa italiana richiede, per una struttura Cash and carry, un'area di vendita superiore ai 400 m². La disciplina, nel nostro ordinamento, è stata rivista nel d.lgs 114/98.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia