Cassio Dionisio

scrittore greco antico

Cassio Dionisio (Utica, ... – ...) è stato uno scrittore greco antico di agricoltura del II-I secolo a.C.[1].

BiografiaModifica

Il nome, Cassio, era latino mentre il cognome, Dionisio, era greco. La sua opera principale fu tradurre dal punico in greco l'opera sull'agricoltura di Magone il Cartaginese. Cassio Dionisio fu infatti l'esponente di quella serie di eruditi che padraneggiavano più lingue, e formarono la nuova cultura del bacino del Mediterraneo. Cassio Dionisio diede all'opera, in 20 libri, il nome di Georgika ("De Agricultura") e la dedicò nell'89 a.C.[2] al pretore Sestilio.

La sua opera fu spesso citata da Columella, da Plinio il Vecchio e da Varrone e influenzò la compilazione in epoca bizantina della Geoponica

Indice dei frammentiModifica

NoteModifica

  1. ^ Spesso confuso con Cassio Felice, un autore latino del V secolo d.C., autore di un De medicina che si occupò delle erbe e dei loro utilizzi medicinali (Antonio Saltini Storia delle scienze agrarie Edagricole 1985 vol. I pag. 185).
  2. ^ L. Canfora, Per una storia delle biblioteche, Bologna, Il Mulino, p. 40
  3. ^ Altre volte citato anche come "Dionysius medicus": da qui forse la sopracitata confusione con Cassio Felice, o Sallustius Dionysius.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Agricoltura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di agricoltura