Castel Fusano

30ª zona dell'Agro romano
Z. XXX Castel Fusano
StatoItalia Italia
RegioneLazio Lazio
ProvinciaRoma Roma
CittàRoma-Stemma.png Roma Capitale
CircoscrizioneMunicipio Roma X
Data istituzione13 settembre 1961
Codice430
Superficie17,51 km²
Abitanti30 102 ab.
Densità1 719,16 ab./km²
Mappa dei quartieri di

Coordinate: 41°44′04.41″N 12°21′11.15″E / 41.734557°N 12.353096°E41.734557; 12.353096

Castel Fusano
StatoItalia Italia
RegioneLazio Lazio
ProvinciaRoma Roma
CittàRoma-Stemma.png Roma Capitale
CircoscrizioneMunicipio Roma X
Data istituzione30 luglio 1977
Codice13H
Superficie12,26 km²
Abitanti1 494 ab.
Densità121,86 ab./km²
Mappa dei quartieri di

Castel Fusano è la trentesima zona di Roma nell'Agro Romano, indicata con Z. XXX.

Il toponimo indica anche una frazione di Roma Capitale e la zona urbanistica 13H del Municipio Roma X.

Geografia fisicaModifica

TerritorioModifica

Si trova nell'area sud del comune, separata dal complesso cittadino, sul lato est di via Cristoforo Colombo.

La zona confina:

Insieme alla zona di Casal Palocco è la sola, delle attuali 53 di Roma Capitale, i cui confini non sono delimitati da alcuno fra il Grande Raccordo Anulare, il Tevere, il mar Tirreno o un altro comune. Tutte le altre zone confinano con almeno uno di essi.

La zona urbanistica confina:

Cenni storiciModifica

La Massa Fusana è citata sin dall'XI secolo come proprietà dell'abbazia di San Paolo fuori le mura[5] e nel XII secolo era posseduto in parte anche dalla Abbazia di Sant'Anastasio alle Acque Salvie[6] con la chiesa di S. Maria, quindi passò, nel secolo XVII, ai Sacchetti che vi impiantarono la pineta, ed infine alla famiglia Chigi.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture religioseModifica

Luogo sussidiario di culto della parrocchia di San Tommaso apostolo.
Progetto dell'architetto Marco Petreschi. Parrocchia eretta il 19 febbraio 1964 con il decreto del cardinale vicario Clemente Micara "Cum sanctissimus dominus". La chiesa è stata consacrata dal cardinale Agostino Vallini il 13 aprile 2013.[7]

Architetture civiliModifica

Siti archeologiciModifica

Situata nella tenuta Palombara (via Severiana).[8][9]
Situata nei pressi della villa.[10]

Aree naturaliModifica

Geografia antropicaModifica

UrbanisticaModifica

Nel territorio di Castel Fusano si estende l'omonima zona urbanistica 13H e la 13I Infernetto.

Suddivisioni storicheModifica

Oltre alla omonima frazione, fa parte del territorio della zona anche la frazione Infernetto.

Infrastrutture e trasportiModifica

 È raggiungibile dalla stazione Castel Fusano.

NoteModifica

  1. ^ Separata dal canale dei Pescatori nel tratto dal ponte di viale della Villa di Plinio al fosso di Dragoncello, fino al termine della Riserva della Signora, quindi il confine di questa fino a via Cristoforo Colombo, quindi questa fino a via Ermanno Wolf Ferrari.
  2. ^ Separata da via Cristoforo Colombo, nel tratto da via Ermanno Wolf Ferrari all'inizio della tenuta di Castel Porziano.
  3. ^ Separato da una siepe con strada privata della tenuta che aggira la frazione dell'Infernetto dalla via Cristoforo Colombo al viale della Villa di Plinio.
  4. ^ Separato dall'intero viale della Villa di Plinio, da via del Lido di Castel Porziano al canale dei Pescatori.
  5. ^ Cornelio Margarini, p. 107.
  6. ^ Antonio Nibby, pp. 428-432.
  7. ^ Antonella Pilia e Michela Altoviti.
  8. ^ Marina De Franceschini, cap. 93. Villa di Castelfusano 'di Plinio', pp. 260-263.
  9. ^ Buonaguro-Camardo-Saviane, La villa della Palombara (cd. villa di Plinio) a Castelfusano (Ostia). Nuovi dati dalle campagne di scavo 2007-2008.
  10. ^ Stefano Buonaguro, La basilica paleocristiana anonima di Castelfusano. Nuovi dati dagli scavi 2007-2008, pp. 287-303.

BibliografiaModifica

  • Stefano Buonaguro, Marmoribus Vestita. Miscellanea in onore di Federico Guidobaldi, a cura di Olof Brandt e Philippe Pergola, Città del Vaticano, Pontificio Instituto de Archeologia Cristiana, 2011, ISBN 978-88-85991-53-8.
  • Stefano Buonaguro, Carmelina Camardo e Nicoletta Saviane, Amoenitas II. Rivista internazionale di studi miscellanei sulla Villa Romana antica, a cura di Claudia Angelelli, diretta da Masanori Aoyagi, Roma, Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, 2012, ISBN 978-88-240-1335-2.
  • Marina De Franceschini, Ville dell'Agro romano, Roma, L'Erma di Bretschneider, 2005, ISBN 978-88-8265-311-8.
  • Cornelio Margarini, Bullarium Casinense, Tomo II, Venezia, 1670.
  • Francesco Paolo Mulè, La villa di Plinio - Il mondo epico di Virgilio - Pel XXI aprile (PDF), in Capitolium. Rassegna mensile del Governatorato, anno IX, n. 6, Milano - Roma, Edizioni Bestetti e Tumminelli, 1933.
  • Antonio Muñoz, Il Parco di Castel Fusano (PDF), in Capitolium. Rassegna mensile del Governatorato, anno IX, n. 6, Milano - Roma, Edizioni Bestetti e Tumminelli, 1933.
  • Antonio Nibby, Analisi storico-topografica-antiquaria della Carta de' Dintorni di Roma, Tomo I, Roma, Tipografia delle Belle Arti, 1837.

Altri progettiModifica

  Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma