Casteldaccia

comune italiano

Casteldaccia (Castiḍḍazzu in siciliano[4]) è un comune italiano di 11 569 abitanti[1] della città metropolitana di Palermo in Sicilia.

Casteldaccia
comune
Casteldaccia – Stemma
Casteldaccia – Bandiera
Casteldaccia – Veduta
Casteldaccia – Veduta
Emanuele De Stefano: Litorale di Casteldaccia (1857)
Localizzazione
StatoBandiera dell'Italia Italia
Regione Sicilia
Città metropolitana Palermo
Amministrazione
SindacoGiovanni Di Giacinto (lista civica) dall'11-6-2018
Territorio
Coordinate38°03′N 13°32′E
Altitudine79 m s.l.m.
Superficie33,92 km²
Abitanti11 569[1] (30-11-2021)
Densità341,07 ab./km²
Comuni confinantiAltavilla Milicia, Baucina, Bolognetta, Caccamo, Misilmeri, Santa Flavia, Trabia, Ventimiglia di Sicilia
Altre informazioni
Cod. postale90014
Prefisso091
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT082023
Cod. catastaleC074
TargaPA
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)[2]
Cl. climaticazona B, 879 GG[3]
Nome abitanticasteldaccesi
Patronosan Giuseppe
Giorno festivo19 marzo
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Casteldaccia
Casteldaccia
Casteldaccia – Mappa
Casteldaccia – Mappa
Posizione del comune di Casteldaccia nella città metropolitana di Palermo
Sito istituzionale

«Castel d'Accia, ove sono i marmi di color di tabacco, ottimi a farne nobili gradini, il villaggio dello stesso nome colla parrocchia della Concezione.»

Storia modifica

Originariamente denominata Villa di Castellazzo nel XVIII secolo[5] e poi Castel d'Accia, è ubicata sulla costa tirrenica dell'isola siciliana a circa 18 km da Palermo, capoluogo della città metropolitana omonima e della Regione Siciliana.

Il centro è costituito dalla Piazza Matrice su cui volgono le facciate dell'edificio della chiesa cittadina e il Castello del Duca di Salaparuta, nonché una piccola cappella denominata Chiesetta. Sul litorale antistante si trovava la Torre di Gallo, risalente al XVI secolo e demolita alla metà del XX secolo. Nei pressi si trovano i cosiddetti Villini, edifici privati realizzati nei primi anni del Novecento in stile Liberty, Neogotico ed Eclettico. L'urbanistica del paese si presenta irregolare, caratterizzata da strade strette ed abitazioni tipiche della tradizione siciliana. Negli ultimi anni è stata comunque - come la maggior parte dei centri siciliani - soggetta ad una progressiva riqualificazione urbanistica. È sede dell'antica e internazionalmente apprezzata casa vinicola Vini Corvo, nonché produttrice rinomata di pasticceria siciliana (particolarmente apprezzata la lavorazione della crema di ricotta) e di buccellati.

Alluvione del 3 novembre 2018 modifica

Casteldaccia è balzata agli onori della cronaca per l'alluvione che colpì le campagne del comune la sera del 3 novembre 2018. Essa causò la morte di nove persone, tra le quali una bambina di un anno, che risiedevano in un villino in località Cavallaro, in seguito allo straripamento del fiume Milicia, corso d'acqua che segna il confine col limitrofo paese di Altavilla Milicia.[6]

Simboli modifica

Lo stemma e il gonfalone sono stati concessi con decreto del presidente della Repubblica del 19 settembre 1996.[7]

«D'argento, alla torre di due palchi di rosso, mattonata di nero, aperta del campo, merlata alla guelfa, il palco inferiore di cinque, quello superiore di quattro, essa torre fondata sulla pianura erbosa di verde. Ornamenti esteriori da Comune.»

Il gonfalone è un drappo di rosso.

Monumenti e luoghi d'interesse modifica

Architetture religiose modifica

  • Chiesa madre di Maria Santissima Immacolata
  • Chiesa di San Giovanni Paolo II

Società modifica

Evoluzione demografica modifica

Abitanti censiti[8]

Infrastrutture e trasporti modifica

Il Comune è interessato dalle seguenti direttrici stradali:

Amministrazione modifica

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
23 maggio 1989 12 gennaio 1990 Gaetano Ingenio Partito Socialista Italiano, Partito Repubblicano Italiano Sindaco [9]
23 maggio 1990 15 gennaio 1991 Salvatore Fricano Democrazia Cristiana Sindaco [9]
15 gennaio 1991 9 marzo 1992 Michele Virruso Democrazia Cristiana Sindaco [9]
9 marzo 1992 10 febbraio 1994 Giuseppe Pinello Partito Socialista Italiano Sindaco [9]
26 giugno 1994 25 maggio 1998 Giuseppe Schembri lista civica Sindaco [9]
25 maggio 1998 27 maggio 2003 Bertolo Di Matteo lista civica Sindaco [9]
27 maggio 2003 17 giugno 2008 Giovanni Di Giacinto lista civica Sindaco [9]
17 giugno 2008 11 giugno 2013 Giovanni Di Giacinto lista civica Sindaco [9]
11 giugno 2013 11 giugno 2018 Fabio Spatafora Sindaco [9]
11 giugno 2018 in carica Giovanni Di Giacinto lista civica Sindaco [9]

Sport modifica

Ha sede nel comune la società di calcio A.S.D. Casteldaccia, fondata nel 2019, che attualmente disputa campionati dilettantistici regionali.

Note modifica

  1. ^ a b Bilancio demografico mensile anno 2021 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT, 28 gennaio 2022. URL consultato il 12 febbraio 2022.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, Garzanti, 1996, p. 162, ISBN 88-11-30500-4.
  5. ^ Archivio parrocchiale di Casteldaccia, VII, 1740: «Numerazione delle anime presenti in questa Villa di Castellazzo fatta l'anno 1740».
  6. ^ A Casteldaccia il maltempo fa 9 morti, due famiglie distrutte. Sotto accusa l'abusivismo. In totale 12 vittime in Sicilia, su ansa.it. URL consultato il 12 novembre 2018.
  7. ^ Casteldaccia, su Archivio Centrale dello Stato. URL consultato il 4 febbraio 2024.
  8. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  9. ^ a b c d e f g h i j http://amministratori.interno.it/

Voci correlate modifica

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

  Portale Sicilia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Sicilia