Apri il menu principale
Castello di Cosseria
Castello Del Carretto
Castelli della val Bormida
Ubicazione
StatoMarchesato del Carretto
Stato attualeItalia Italia
RegioneLiguria Liguria
CittàCosseria
Coordinate44°21′42.08″N 8°13′39.92″E / 44.361689°N 8.227756°E44.361689; 8.227756Coordinate: 44°21′42.08″N 8°13′39.92″E / 44.361689°N 8.227756°E44.361689; 8.227756
Mappa di localizzazione: Nord Italia
Castello di Cosseria
Informazioni generali
Tipocastello-fortezza
Condizione attualeruderi
Informazioni militari
UtilizzatoreDel Carretto
Funzione strategicaProtezione del valico di Montecala tra Cosseria e Millesimo
Termine funzione strategica1553
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Il castello dei Del Carretto è stato un edificio difensivo situato in posizione dominante lungo il valico del Montecala a Cosseria, nell'alta val Bormida, in provincia di Savona.

Cenni storiciModifica

Secondo le fonti storiche il castello fu edificato in epoca medievale durante il dominio dei Del Carretto. Importante presidio del valico del Montecala e delle vie di comunicazione per il Basso Piemonte, nonché rifugio per la popolazione nei periodi bellici, il maniero è citato nelle cronache del 1262 quando Carlo d'Angiò qui si asserragliò nell'assedio compiuto dalle truppe genovesi.

Così come il vicino castello di Millesimo, anche il castello di Cosseria fu posto a disarmo e parzialmente demolito nel 1553 dal Commissario imperiale di Ceva Gerolamo Sacco per impedire che cadesse nelle mani dei nemici.

All'interno di questi ruderi si barricarono nel 1796 le truppe austro-sabaude-croate del colonnello Filippo Del Carretto - uno degli ultimi feudatari del territorio - per sfuggire ai numerosi soldati dell'armata napoleonica comandati dal generale Pierre François Charles Augereau (vi partecipò anche il generale Claude-Victor Perrin). I granatieri di Del Carretto, pure senza supporto dell'artiglieria, resistettero due giorni (13 e 14 aprile) cedendo quindi il passo alle truppe di Napoleone in marcia verso la Lombardia.

DescrizioneModifica

La struttura del castello si presentava a pianta poligonale, un corpo centrale e due cinte di mura; la prima è ancora ben visibile e di cui rimane una parte dell'ingresso, la seconda proteggeva la valle e la punta del colle.

Sono ancora visibili le volte dei sotterranei - quasi certamente utilizzati come depositi e prigioni - il basamento di una torre d'avvistamento (abbattuta) e parte di una cappella.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica