Castello di Mirabello

castello di Pavia
Castello di Mirabello
Castello di Mirabello 04.JPG
Ubicazione
Stato attualeItalia
CittàMirabello
Coordinate45°13′11.03″N 9°10′00.01″E / 45.21973°N 9.16667°E45.21973; 9.16667Coordinate: 45°13′11.03″N 9°10′00.01″E / 45.21973°N 9.16667°E45.21973; 9.16667
Informazioni generali
TipoCastello medievale
Inizio costruzioneXIV secolo
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Il castello di Mirabello è un castello risalente al XIV - XV secolo che si trova nella località omonima del comune di Pavia, inglobato in altri edifici.

StoriaModifica

Intorno al 1180, nella zona dove ore sorge il castello, fu fondato il monastero cistercense del Gesù. Nel corso del Duecento, accanto al monastero si sviluppò un piccolo abitato, chiamato Miscla nei documenti, dotato di numerosi mulini e protetto, almeno dal 1297, da una torre, tanto che la località cominciò ad essere chiamata Torre della Mischia. Nel 1325 la ricca famiglia pavese dei Fiamberti acquisì numerosi beni e fondi nella zona e, tra il 1325 ed il 1341, fece realizzare il primitivo castello, dotato di torre e ricetto. Negli anni 1360, Galeazzo II Visconti acquistò dai Fiamberti metà del castello, con i fondi a esso pertinenti, mentre la restante parte del complesso fu espropriata dal signore[1].

Restaurato dai Visconti e inserito nel grande Parco Visconteo (che collegava il castello di Pavia alla certosa di Pavia) come residenza del "Capitano del Parco", subì trasformazioni in epoca sforzesca[2]. Durante l'occupazione francese del Ducato di Milano (1515-1521) la struttura fu sottoposta ad un completo rinnovamento, inserendo elementi di gusto francese, come le finestre rettangolari, profilate in pietra o i grandi camini in pietra di ispirazione transalpina. Furono inoltre riaffrescati gli interni (gran parte degli affreschi sono ancora nascosti sotto diversi strati d'intonaco)[3]. Il castello fu al centro della battaglia di Pavia del 24 febbraio 1525. Nel 1857 venne pesantemente intaccato, lasciando intatta solo un'ala scampata alla demolizione.

Costruito in mattoni, in origine era probabilmente di forma quadrangolare: dell'architettura originaria restano due edifici di due piani e una interessante balconata retta da mesole sagomate, che richiamano le simili balconate del Castello Sforzesco, nel cortile della Rocchetta, e della torre del castello di Vigevano. Il castello divenne poi di proprietà del comune di Pavia.

 
Balconata quattrocentesca

NoteModifica

  1. ^ (EN) Fabio Romanoni, Insediamenti, castelli e colture nella campagna pavese prima del Parco Visconteo, in "Bollettino della Società Pavese di Storia Patria", CIX (2009).. URL consultato il 25 novembre 2017.
  2. ^ Castello di Mirabello, Pavia, su www.paviaedintorni.it. URL consultato il 25 novembre 2017.
  3. ^ CASTELLO DI MIRABELLO | I Luoghi del Cuore - FAI, su www.fondoambiente.it. URL consultato il 23 marzo 2019.

BibliografiaModifica

  • F. Conti, V. Hybsch, A. Vincenti, I castelli della Lombardia, vol. 1, Novara, 1990, pp. 153–153.
  • M. Merlo, Castelli, rocche, case-forti, torri della Provincia di Pavia, Pavia, 1971.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN242311080
  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia