Castres Olympique

club francese di rugby a 15
Castres Olympique
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Castres Olympique logo.svg
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Colori bianco e blu
Dati societari
Città Castres
Paese Francia Francia
Sede 11 rue Claude-Galien, F-81290 Labruguière
Federazione Flag of France.svg  Fédération Française de Rugby
Campionato Top 14
Fondazione 1906
Sponsor tecnico Kappa
Proprietario Laboratoires Pierre Fabre
Presidente Pierre-Yves Revol
Allenatore Mauricio Reggiardo
Palmarès
Campionato franceseCampionato franceseCampionato franceseCampionato franceseCampionato francese
1 European Shield
5 Campionati francesi
1 Coppe di Francia
Stadio
Stade Jean Pierre-Antoine (1).jpg
stadio Pierre Fabre
( posti)

Il Castres Olympique è un club francese di rugby a 15 che milita nel Top 14. Fondato nel 1906, vanta 5 titoli di campione di Francia, il più recente nel 2018.

Gioca le proprie partite allo Stade Pierre Fabre, uno dei più piccoli nella Top 14 con una capacità di 12.500. Indossa divise di colore blu e bianco.

StoriaModifica

Nel 1898 diversi ex studenti del collegio collège di Castres (oggi collège Jean-Jaurès) si incontrarono in un bar del centro città, in Place Nationale (oggi ribattezzata Place Jean-Jaurès), e decisero di creare una squadra di rugby. Per i primi anni questa squadra ha fatto parte di una polisportiva fino al 1906, quando insoddisfatti dello scarso peso decisorio all'interno del club, i membri della sezione di rugby decisero di abbandonare la polisportiva e creare un club indipendente. Nacque il Castres Olympique e i suoi colori furono cambiati da giallo e nero all'attuale blu, bianco e grigio.

In soli 15 anni il club raggiunse il vertice delle competizioni nazionali diventando uno dei club con più apparizioni nella massima serie.

Nel 1948 al Parc Lescure di Bordeaux, il Castres conquistò il primo trofeo con una vittoria nella Coupe de France contro i futuri campioni nazionali del Lourdes per 6-0. Questa vittoria segna l'inizio dei tre anni, tra il 1948 e il 1950, più ricco di successi: nel 1948-49 vinse il suo primo titolo di campione di Francia battendo lo in finale Mont-de-Marsan per 14 a 3 grazie a tre mete (Jean Matheu, René Coll e Armand Balent).

La stagione successiva il secondo titolo consecutivo giunse battendo il Racing Club 11 a 8 grazie a 3 mete (Armand Balent, Jean Matheu e Robert Espanol).

A partire dagli anni '60 il club ebbe stagioni mediocri ed un costante declino fino a quando nel 1988 l'imprenditore farmaceutico Pierre Fabre, decise di rilevare il club e riportarlo al suo antico splendore.

Il campionato 1992-93 venne vinto da Castres che batté 14-11 Grenoble, ma la finale divenne famosa per un clamoroso errore arbitrale: Gary Whetton marcò la meta decisiva per Castres ma il difensore del Grenoble Franck Hueber aveva toccato per primo la palla nell'area di meta, nonostante ciò l'arbitro Daniel Salles assegnò la meta. Questo errore consegnò il terzo titolo a Castres. Salles ammatterà l'errore 13 anni dopo[1][2][3]. Due anni dopo (1994-95) fu di nuovo finale ma questa volta dovette arrendersi ai campioni in carica del Tolosa.

Nel campionato 2012-13 l'inaspettata finale consegna a Castres il quarto titolo battendo i campioni d'Europa di Tolone 19-14. L'anno successivo, dopo un sesto posto la fase regolare ed aver battuto Clermont e Montpellier ai play-off, in finale si ripeté il confronto con i provenzali che però ebbero la meglio per 18-10.

Castres conquistò il quinto Bouclier de Brennus nel 2017-18, contro il Montpellier col punteggio del 29-13, dopo aver battuto lo Tolosa e Racing 92 ai play-off. Questa è la prima volta che una squadra classificata sesta nella stagione regolare vince il titolo.

Rosa stagione 2019/2020Modifica

Avanti
PL    Marc Clerc
PL    Paea Fa'anunu
PL    Tapu Falatea
PL    Wilfrid Hounkpatin
PL    Daniel Kotze
PL    Tudor Stroe
PL    Antoine Tichit
PL    Matt Tierney
PL    Karena Wihongi
TL    Kévin Firmin
TL    Jody Jenneker
TL    Marc-Antoine Rallier
SL    Rodrigo Capo Ortega
SL    Loic Jacquet
SL    Victor Moreaux
SL    Hans N'Kinsi
SL    Christophe Samson
FL    Mathieu Babillot
FL    Baptiste Delaporte
FL    Camille Gérondeau
FL    Kévin Gimeno
FL    Anthony Jelonch
N8    Alex Tulou
N8    Ma'ama Vaipulu
Tre quarti
MM    Rory Kockott
MM    Ludovic Radosavljevic
MA    Thomas Fortunel
MA    Benjamin Urdapilleta
CE    Thomas Combezou
CE    Yann David
CE    Robert Ebersohn
CE    Florian Vialelle
TQ    Armand Batlle
TQ    Julien Caminati
TQ    Benjamin Lapeyre
TQ    Martin Laveau
TQ    Filipo Nakosi
TQ    Taylor Paris
ES    Julien Dumora
ES    Geoffrey Palis
Staff tecnico
Allenatore:    Mauricio Reggiardo
All. avanti:    Patrick Furet
All. tre quarti:    Stéphane Prosper


StadioModifica

Lo Stadio Pierre Fabre è lo stadio utilizzato dal Castres Olimpique. Inaugurato nel 1907, dal 1957 portava il nome di Jean Pierre-Antoine, giocatore di club che morì all'età di 35 anni a causa di un infortunio alla testa durante una partita allo Stade Ponts Jumeaux di Tolosa contro il Montréjeau.

Il 20 luglio 2013 morì il proprietario del team, Pierre Fabre[4], in sua memoria lo stadio è stato ribattezzato col suo nome durante la cerimonie in occasione della partita di Castres con Montpellier il 9 settembre 2017[5].

PalmarèsModifica

1948-49, 1949-50, 1992-93, 2012-13, 2017-18
1947-48
2002-03

NoteModifica

  1. ^ Finale Castres-Grenoble 93 : l’insupportable aveu de l’arbitre Salles., in rugbyolympic.com.
  2. ^ Daniel Salles à propos de Castres-Grenoble en 1993 : « Je me suis trompé », in sudouest.fr, 1º giugno 2013.
  3. ^ PARC DES PRINCES, PARIS, 5 JUIN 1993, in lnr.fr, 28 dicembre 2004.
  4. ^ Pierre Fabre, founder of pharmaceutical giant, dies, in france24.com, 20 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 23 luglio 2013).
  5. ^ Castres : ce sera le Stade Pierre-Fabre, in ladepeche.fr, 12 agosto 2017.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN141535439 · BNF (FRcb12007737d (data) · WorldCat Identities (EN141535439
  Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby