Apri il menu principale
Caterina Gonzaga
Nobildonna
Stemma
Nascita Mantova, 1434 circa
Morte 1495 circa
Dinastia Gonzaga
Padre Ludovico III Gonzaga
Consorte Francesco Secco
Figli Paola
Marchesato di Mantova
Gonzaga
Coat of arms of the House of Gonzaga (1433).svg

Gianfrancesco
Figli
Ludovico III
Federico I
Francesco II
Federico II
Figli
Modifica

Caterina Gonzaga Secco (Mantova, 1434 circa – 1495 circa) è stata una nobile italiana.

BiografiaModifica

Fu la figlia naturale di Ludovico III Gonzaga, secondo marchese di Mantova.

Nel 1451 sposò Francesco Secco, consigliere e confidente del padre, dal quale ebbe una figlia Paola, che maritò Marsilio Torelli, conte di Montechiarugolo.

Ebbe una vita travagliata a causa delle vicende del marito e quando questi cadde in disgrazia a causa dei contatti avuti con la casata nemica di Lorenzo de' Medici, nel 1491 Caterina intervenne a favore del marito presso i Gonzaga ma fu bandita. Francesco II Gonzaga allora intervenne operando la confisca di tutti i beni che il marito Francesco, fuggendo, le aveva affidato.

Caterina potrebbe essere stata rappresentata, cieca da un occhio, da Andrea Mantegna nella celebre Camera degli Sposi: si tratterebbe dell'ultimo personaggio sulla destra, in abito blu.[1]

NoteModifica

BibliografiaModifica