Caterina di Lorena (1585-1618)

duchessa consorte di Nevers e di Rethel

Caterina di Mayenne, o Caterina di Lorena (1585Parigi, 18 marzo 1618), era figlia di Carlo di Lorena, duca di Mayenne (1554 – 1611) e di Enrichetta di Savoia-Villars (1541 – 1611).

Caterina di Lorena
Marguerite Bunel - Portrait of a lady in a high lace collar and jewelled silk costume.jpg
Duchessa consorte di Nevers
Duchessa consorte di Rethel
Stemma
Stemma
In carica1599-1618
Nascita1585
MorteParigi, 18 marzo 1618
Luogo di sepolturaCattedrale di Nevers
DinastiaDuchi di Guisa
PadreCarlo di Lorena
MadreEnrichetta di Savoia-Villars
ConsorteCarlo I di Gonzaga-Nevers
FigliFrancesco, Carlo, Ferdinando, Maria Luisa, Benedetta, Anna Maria di Gonzaga-Nevers

BiografiaModifica

Il 1º febbraio 1599 a Soissons Caterina sposò Carlo I Gonzaga (1580-1637), duca di Nevers e Rethel e, dal 1627, duca di Mantova e del Monferrato.

Caterina partecipò attivamente all'amministrazione ed all'organizzazione dei feudi del proprio marito. Come lo stesso, lei era sinceramente pia e devota. Creò fondazioni religiose, monasteri, abbazie e chiese, scuole e ospedali.

Secondo Hilarion de Coste:[1]

(FR)

«le grand nombre des Eglises et des Monasteres qu'elle a bastis et fondez en divers endroits de ses terres, sont encore de bonnes marques de sa devotion et de sa pieté, et de celle du Duc de Nevers son mary...»

(IT)

«… il gran numero di chiese e monasteri che lei ha costruito e fondato ai diversi angoli della terra sono ancora dei validi segni della sua devozione e della sua pietà e di quella del Duca di Nevers, suo marito…»

(Hilarion de Coste)

Allo stesso modo, nella nuova città da lei creata nel 1606 a Charles-ville:

(FR)

«on voit un College de la Compagnie de Jesus, où la jeunesse est instruite à la pieté et aux bonnes lettres. Il y a encor un Convent de Capucins, estably et basty de leurs aumosnes et liberalitez. L'Hospital de la mesme ville est encor un asseuré témoignage de leur benignité et misericorde envers les pauvres.»

(IT)

«… si vede un collegio della Compagnia di Gesù, ove la gioventù viene istruita nella pietà e nelle buone letture. C'è ancora un convento dei Cappuccini, realizzato e costruito grazie alle loro elemosine e liberalità. L'ospedale della stessa città è ancora sicura testimonianza della loro benignità e misericordia verso i poveri.»

(Hilarion de Coste)

Vi è poi un monastero carmelitano dell'antica osservanza, uno di carmelitane di Santa Teresa d'Avila, un collegio gesuita, un monastero del Santo Sepolcro, un convento francescano, una chiesa dei Cappuccini, un gran priorato della Milizia Christiana che serve da ospedale.

Alla sua morte, avvenuta all'età di 33 anni nel suo palazzo di Nevers, a Parigi, Caterina fu sepolta nella cattedrale di Nevers.

DiscendenzaModifica

Da Carlo I di Gonzaga-Nevers, Caterina ebbe:

AscendenzaModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Claudio I di Guisa Renato II di Lorena  
 
Filippina di Gheldria  
Francesco I di Guisa  
Antonia di Borbone-Vendôme Francesco di Borbone-Vendôme  
 
Maria di Lussemburgo-Saint-Pol  
Carlo di Lorena  
Ercole II d'Este Alfonso I d'Este  
 
Lucrezia Borgia  
Anna d'Este  
Renata di Francia Luigi XII di Francia  
 
Anna di Bretagna  
Caterina di Lorena  
Renato di Savoia-Villars Filippo II di Savoia  
 
Libera Portoneri  
Onorato II di Savoia-Villars  
Anna Lascaris Gian Antonio II Lascaris di Ventimiglia  
 
Isabella d'Anglure  
Enrichetta di Savoia-Villars  
Alain de Foix  
 
 
Jeanne Françoise de Foix  
Françoise de Prez de Monpezat  
 
 
 

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica