Cecina Decio Aginazio Albino (prefetto)

politico dell'Antica Roma

Cecina Decio Aginazio Albino (latino: Caecina Decius Acinatius Albinus; ... – ...; fl. 414417) è stato un politico romano di età imperiale.

Cecina Decio Aginazio Albino
Praefectus urbi di Roma dell'Impero romano d'Occidente
Nome originaleCaecina Decius Acinatius Albinus
GensCaecina
PadreCecina Decio Albino
PrefettoUrbi nel 402

Biografia

modifica

Membro della gens Caecina, Albino era probabilmente figlio di Cecina Decio Albino, praefectus urbi nel 402, e di una figlia del senatore Aginazio; era nipote per parte di padre del pontifex Cecina Albino, a sua volta figlio di Volusiano Lampadio. Ebbe un nipote omonimo, console nel 444.

Albino era un amico di Claudio Rutilio Namaziano, e gli succedette come praefectus urbi, nel 414. Durante il suo mandato restaurò le Terme di Decio sull'Aventino, e chiese all'imperatore Onorio di aumentare la fornitura di grano per la città, la cui popolazione stava aumentando nuovamente dopo il sacco di Roma del 410. Possedeva una villa a Vada Volterrana, in Etruria, che Namaziano visitò nel 417: forse è la villa di San Vincenzino presso l'attuale Cecina.

Filmografia

modifica

Cecina Decio Aginazio Albino appare nel film De Reditu - Il Ritorno del 2003, interpretato da Giovanni Visentin.

Bibliografia

modifica
  • «Caecina Decius Acinatius Albinus 7», PLRE II, pp. 50-51.
  • Lizzi Testa, Rita, Senatori, popolo, papi: il governo di Roma al tempo dei Valentiniani, EDIPUGLIA, 2004, ISBN 88-7228-392-2, p. 287.

Voci correlate

modifica