Celeborn

personaggio della Terra di Mezzo
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'albero Celeborn di Tol Eressëa, discendente di Galathilion (sempre nel mondo immaginario di Arda), vedi Celeborn (albero).
Celeborn
Il Signore degli Anelli 107.jpg
Marton Csokas interpreta Celeborn nell'adattamento cinematografico di Peter Jackson
UniversoArda
Lingua orig.Inglese
SoprannomeAlbero d'argento
AutoreJ. R. R. Tolkien
Interpretato daMarton Csokas
Voce italianaAngelo Maggi
SpecieElfo
SessoMaschio
EtniaSindar
Data di nascitaattorno al 1362 Anni degli Alberi

Celeborn è un personaggio di Arda, l'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J. R. R. Tolkien. È un Elfo Sindarin, marito di Galadriel, padre di Celebrían, sposa di Elrond. Il personaggio appare nei romanzi Il Silmarillion, Il Signore degli Anelli, nei Racconti incompiuti e in The History of Middle-earth.

Il personaggioModifica

A differenza di molti altri personaggi le cui origini sono ben definite, non è possibile desumere la sua storia da Il Signore degli Anelli e da Il Silmarillion: da quest'ultima opera sappiamo infatti che è nato nel Doriath ed è imparentato con Thingol e che qui ha conosciuto sua moglie Galadriel. Nelle appendici de Il Signore degli Anelli, invece, apprendiamo che alla fine della Prima Era si è trasferito nel Lindon insieme alla moglie[1]. Celeborn e Galadriel hanno poi avuto una figlia, Celebrían, che in seguito ha sposato Elrond e dal quale ha avuto tre figli, Elladan, Elrohir e Arwen. In seguito, in un'epoca non specificata nel romanzo, Celeborn e Galadriel sono divenuti il Signore e la Dama del regno di Lothlórien: essi hanno ospitato la Compagnia dell'Anello durante il loro viaggio e hanno fornito loro le barche e molti doni, in particolare la Fiala di Galadriel, che è stata regalata a Frodo. Durante la Guerra dell'Anello, ha dovuto combattere contro gli Orchi che hanno invaso più volte il suo reame, e dopo aver conseguito la vittoria ha attraversato il fiume Anduin e ha incontrato il re del Bosco Atro Thranduil (che ha dovuto anch'egli combattere contro gli Orchi), con cui si è spartito il regno[2]. In seguito, ha partecipato al matrimonio di sua nipote Arwen con Aragorn, che era appena diventato Re del Regno Riunito di Arnor e Gondor. Nel prologo del romanzo, c'è scritto che dopo la partenza di Galadriel per Valinor si è trasferito a Gran Burrone insieme ai nipoti Elladan ed Elrohir e che non è documentato l'anno in cui ha abbandonato la Terra di Mezzo per raggiungere Galadriel, portando con sé l'ultimo ricordo dei Giorni Antichi della Terra di Mezzo[3] (sappiamo solo che quando Arwen ha deciso di lasciarsi morire a Lothlórien dopo la morte di Aragorn, Celeborn aveva già abbandonato il suo vecchio reame elfico[4]). Sua moglie Galadriel lo descrive come l'Elfo più saggio, ma quando accoglie la Compagnia giudica avventata la scelta di Gandalf di attraversare le miniere di Moria, e viene per questo redarguito da Galadriel.

La sua storia viene però approfondita nei Racconti incompiuti: viene intanto specificato che è figlio di Galadhon, figlio a sua volta di Elmo, fratello di Thingol; inoltre, ha un fratello, Galathil, che è il padre di Nimloth, moglie di Dior. Viene poi narrato che Celeborn e Galadriel si sono spostati dal Lindon nell'Eregion, dove sono rimasti fino a quando quel regno non è stato distrutto da Sauron. Dopo la caduta dell'Eregion, Celeborn si è trasferito a Gran Burrone, dove è stato raggiunto molti anni dopo da Galadriel. In seguito, si sono spostati nel Belfalas e nel 1981 T.E., dopo la scomparsa di Amroth, sono divenuti il Signore e la Dama di Lothlórien. Infine, viene detto che Celeborn era molto restio ad abbandonare la Terra di Mezzo.

La primissima versione, probabilmente, lo indicava come un Nandor della Valle dell'Anduin. Altre versioni più recenti lo indicano invece come un Telerin di Valinor che seguì i Noldor e l'amata Galadriel nella Terra di Mezzo anche dopo il Fratricidio di Alqualondë ai danni dei Teleri, compiuta da Fëanor e dai suoi seguaci. Inoltre, Amroth inizialmente era figlio di Celeborn e Galadriel.

Nell'adattamento cinematografico di Peter Jackson, in cui è interpretato dall'attore neozelandese Marton Csokas, Celeborn si unisce invece a Frodo, Bilbo, Gandalf, Elrond e Galadriel sulla nave per Valinor.

NomeModifica

Celeborn (pronuncia: /ˈkɛleborn/) è un nome Sindarin, composto da celeb ("argento") e dal suffisso -orn ("albero") e significa quindi "albero d'argento". È anche il nome dell'albero di Tol Eressëa discendente di Telperion.

Negli ultimi scritti, Tolkien riscrisse le origini di questo personaggio, facendone come detto uno dei Teleri, il cui nome in Quenya è quindi Teleporno (pronuncia: /tɛleˈpɔrno/): telep-, telpe è infatti la radice Telerin per argento (derivata dall'arcaico kyelep-, così come il Sindarin celeb e l'originale Quenya tyelep-, tyelpe, poi sostituito dalla forma Telerin).

Negli ultimi scritti filologici, Tolkien soggerì anche una nuova etimologia del nome, "alto argento", ottenuto facendo derivare il suffisso -orn dall'antico aggettivo ornā ("ascendente, alto") e non dal sostantivo ornē ("albero"). La nuova etimologia è da collegarsi all'alta statura del personaggio, di cui Tolkien parla in altri scritti pubblicati postumi.

Linea di CelebornModifica

Eru Ilúvatar
Melian
Thingol
Olwë
Elmo
Beren
Lúthien
Galadhon
Galathil
Galadriel
Celeborn
Dior
Nimloth
Elrond
Celebrían
(Amroth)[5]
Aragorn
Arwen
Elladan e Elrohir
Eldarion
Re dei Regni Uniti
(Arnor e Gondor)

NoteModifica

  1. ^ J. R. R. Tolkien, Il Signore degli Anelli, Milano, Bompiani, 2020, pag. 1156
  2. ^ J. R. R. Tolkien, op. cit., pagg. 1170, 1171
  3. ^ J. R. R. Tolkien, op. cit., pag. 28
  4. ^ J. R. R. Tolkien, op. cit., pag. 1131
  5. ^ Fu il fratello di Celebrían solo in un primo momento. Presto l'idea fu scartata da Tolkien

Collegamenti esterniModifica

  • (EN) Celeborn, in The Thain's Book (archiviato dall'url originale il 28 novembre 2006).
  Portale Tolkien: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Tolkien