Centro geografico

In geografia, il centroide della proiezione di una regione della superficie terrestre su un ellissoide o sul geoide è definito come suo centro geografico. Non esiste un modo univoco di calcolo del centro geografico, tant'è che in Italia diverse località (Rieti nella sua Piazza San Rufo, Foligno, Narni in località Ponte Cardona[1], Monteluco, Todi ed Orvieto[2]), a seconda dei criteri di misurazione adottati, si contendono il primato di centro geografico d'Italia.

La non uniformità del calcolo è generalmente data dalle diverse modalità di computo del peso delle isole incluse nella regione di cui si vuole conoscere il centro geografico, ottenendo così risposte molto diverse. Lo stesso Istituto Geografico Militare di Firenze ha più volte dichiarato che è impossibile determinare univocamente il centro di una forma non geometrica come quella dell'Italia[3].

NoteModifica

  1. ^ Gruppo speleologico Narni, su utecnarni.altervista.org (archiviato dall'url originale il 9 marzo 2014).
  2. ^ Emma Louise Cheeseman, L’autorità olandese Kadaster individua a Orvieto l’esatto centro geografico dell’Italia, su www.orvietonews.it, 29 settembre 2009. URL consultato il 22 aprile 2021 (archiviato dall'url originale il 6 settembre 2012).
  3. ^ PETRANGELI: “IL CENTRO D’ITALIA NON SI TOCCA. SIAMO NOI!”, in RietiLife, 2 marzo 2015. URL consultato il 22 maggio 2016.
    «L’Istituto Geografico Militare ha smentito ai miei uffici la circostanza che la prestigiosa struttura dell’Esercito abbia curato uno studio sul centro d’Italia. L’Igm non solo non ne sa nulla ma ha anche ribadito, e lo farà formalmente nei prossimi giorni, un’informazione già nota: lo stivale non è una figura geometrica ed è perciò impossibile determinare la posizione esatta del centro d’Italia.».

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Geografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di geografia