Centro nazionale di ricerca in virologia e biotecnologie VEKTOR

Il Centro nazionale Vektor, noto anche come Centro nazionale di ricerca in virologia e biotecnologie VEKTOR (in russo: Государственный научный центр вирусологии и биотехнологии “Вектор"?, traslitterato: Gosudarstvenyj naučnij centr virurologii i biotechnologii "Vektor"), è un istituto di ricerca situato a Kol'covo nel Oblast' di Novosibirsk, in Russia. È uno dei due depositi ufficiali che ospita il virus del vaiolo[1][2] ormai debellato e faceva parte del sistema di laboratori noto come Biopreparat.

Fondato nel 1974, il centro è attivo nell'ambito della virologia, conducendo studi e ricerche sul vaiolo.[1] Nel periodo post-sovietico il centro ha condotto numerose ricerche per un vaccino contro l'epatite A, vaccini antinfluenzali, vaccini per il virus Ebola, farmaci antivirali con analoghi nucleotidici, sistemi di test per la diagnostica dell'HIV e Epatite B.

Nel marzo 2020 gli scienziati dell'istituto hanno iniziato la ricerca e produzione di un vaccini contro il COVID-19, chiamato EpiVacCorona.[3]

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Alina Simone, This Is Where Russia Stores Its Stash of Smallpox, su Slate Magazine, 15 luglio 2014. URL consultato il 3 febbraio 2021.
  2. ^ Kathy (Author); CDC Nellis, SMALLPOX MEMORIES, su globalhealthchronicles.org, 26 ottobre 2007. URL consultato il 3 febbraio 2021.
  3. ^ Russia to test coronavirus vaccine prototype on animals, su web.archive.org, 24 aprile 2020. URL consultato il 3 febbraio 2021 (archiviato dall'url originale il 24 aprile 2020).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica