Apri il menu principale

Il Centro novarese di studi letterari, fondato nel 1989 a Novara, è una associazione che si occupa di ricerca e di promozione in ambito letterario, in collaborazione con varie università ed enti[1] e con la Biblioteca Civica Negroni presso cui è depositata la propria biblioteca[2]. Cura una collana editoriale della casa editrice Interlinea e conduce varie attività [3].

Indice

Statuto e comitato scientificoModifica

È un'associazione di cultura, non ha fini di lucro e ha lo scopo di promuovere e coordinare l'attività di ricerca, la produzione ed educazione nel campo della letteratura e in generale della cultura [...]; promuove e attua ricerche bibliografiche e d'archivio e storico-critiche, organizzando gruppi di studio a livello scientifico o chiedendo la collaborazione di ricercatori e istituzioni culturali, quali ad esempio le università[4].

Hanno fatto parte del comitato scientifico, tra gli altri, Carlo Dionisotti, Luciano Erba, Giorgio Bàrberi Squarotti[5], Marziano Guglielminetti; tra i consulenti, Sebastiano Vassalli e Vanni Scheiwiller.

BibliotecaModifica

La biblioteca del Centro novarese di studi letterari è stata inaugurata il 26 ottobre 2002 da Sebastiano Vassalli, presso la sezione novarese della Biblioteca civica Negroni, a palazzo Vochieri, in corso Cavallotti 6 a Novara[6]. È una biblioteca specializzata in letteratura per autori e temi novaresi (ad esempio la Marchesa Colombi, Mario Bonfantini, Gianfranco Contini, Carlo Dionisotti, Enrico Emanuelli, Sebastiano Vassalli, Pina Ballario, Gianni Rodari, Anna Lavatelli). La biblioteca possiede inoltre un archivio di documentazione inedita. Le opere possono essere consultate, con servizio di consulenza gratuita per ricerche scolastiche e tesi di laurea.

Collana editorialeModifica

Il Centro cura la collana editoriale "Biblioteca del Centro novarese di studi letterari", che raccoglie opere dedicate alla letteratura italiana dell'800 e '900 (con due sezioni: "Saggi e testi" e "Narrativa"). Tra le pubblicazioni della collana, sono presenti opere narrative di Marchesa Colombi, Dante Graziosi e Benito Mazzi e opere miscellanee su Carlo Calcaterra, Francesco Pastonchi, Gianni Rodari, Clemente Rebora, Carlo Dionisotti e altri.[7]

Letteratura.itModifica

Il Centro pubblica il sito web Letteratura.it[8], in collaborazione con il Laboratorio di editoria dell'Università Cattolica di Milano,

NoteModifica

  1. ^ Vd. Letteratura e informatica books.google.it, o gushitalia.it Archiviato il 7 maggio 2010 in Internet Archive.
  2. ^ books.google.it; la biblioteca è a consultazione pubblica con schedatura in SBN on line
  3. ^ Progetti pluriennali significativi sono stati su Clemente Rebora, su Gianni Rodari, sulla geografia letteraria, con mostre bibliografiche, convegni e contenuti in internet. Tra le sue iniziative, il Premio letterario Dante Graziosi/Terra degli aironi (vedi piccolotorchio.com Archiviato il 28 marzo 2010 in Internet Archive.)
  4. ^ dall'art. 2 dello Statuto
  5. ^ Per i lavori da lui curati col Centro, vd. books.google.it
  6. ^ novara.com
  7. ^ L'elenco dei titoli della collana
  8. ^ Letteratura.it Letteratura.it

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0000 9956 1748 · LCCN (ENno94015918