Apri il menu principale

Centrocampista

Ruolo di raccordo tra attacco e difesa
(Reindirizzamento da Centromediano)
Lo spagnolo Luis Suárez Miramontes, il primo centrocampista a vincere il Pallone d'oro (1960).

Il centrocampista è un ruolo presente in alcuni sport di squadra, tra cui il calcio e il football australiano.

Indice

CalcioModifica

L'introduzione del termine nel vocabolario calcistico è riconducibile al giornalista Gianni Brera[1], che inizialmente la riportò con un trattino in mezzo (centro-campista).[2] Viene così definito il calciatore che agisce nella fascia centrale del campo (il centrocampo, appunto) come raccordo - o filtro - tra la difesa e l'attacco.[2][3]

 
Il francese Michel Platini, per tre volte consecutive Pallone d'oro (1983, 1984 e 1985).

A seconda dei compiti che è chiamato a svolgere, il centrocampista può ricoprire posizioni differenti.[3] Gli interpreti di questo ruolo presentano, tuttavia, caratteristiche comuni[4]: resistenza fisica, velocità nella corsa, passo regolare (che può essere allungato o accorciato nelle varie fasi della partita), capacità nel gioco aereo, precisione nei passaggi e lanci.[5] Non da ultimo, i centrocampisti devono anche essere dotati di una buona visione di gioco (per seguire al meglio gli sviluppi dell'azione) e abili nel tiro, per sfruttare al meglio le opportunità di conclusione a rete che possono presentarsi (tra cui i calci di punizione).[6][7]

Le funzioni del ruolo includono il recupero dei palloni in fase difensiva, per dare avvio alla ripartenza, l'impostazione e la costruzione del gioco, l'assistenza alle punte per rifinire e finalizzare le azioni.[8] L'evolversi del calcio ha portato alla necessità di completezza da parte di ogni centrocampista, il cui contributo viene richiesto tanto in fase difensiva quanto offensiva.[8][7][9]

DifensiviModifica

  • Mediano (detto anche incontrista o interditore) è il più arretrato, giocando a ridosso dei difensori.[10] Si occupa di marcare e contrastare i centrocampisti avversari, fornendo il suo aiuto anche in fase di attuazione del pressing[11]; presidia la zona centrale del campo, per recuperare palloni da servire poi ai compagni.[11][12] Non è infrequente che, grazie alle doti fisiche e nel contrasto, un mediano venga utilizzato - soprattutto in casi d'emergenza - come stopper.[13]

Centrocampisti puriModifica

  • Regista: è il centrocampista cui viene affidata, in prevalenza, l'organizzazione del gioco.[11] Agisce principalmente a ridosso della linea difensiva, sebbene in posizione più avanzata rispetto al mediano.[14] È un ruolo ricoperto da calciatori nei quali si riscontra un notevole bagaglio tecnico[15], con abilità sia nell'impostazione che nel supporto agli attaccanti.[16] Soprattutto in tempi moderni, il regista è però andato incontro ad un progressivo declino[17]: le cause sono imputabili all'importanza stessa del ruolo, che costituendo un perno per la propria squadra rappresentava - al contempo - un punto di riferimento e «bersaglio» per gli avversari.[18] I tradizionali registi sono stati dunque rimpiazzati da centrocampisti più completi, in grado di assolvere anche ai compiti classicamente ricondotti al mediano.[19][20] È altresì una posizione talvolta accomunata al trequartista, nonostante i compiti loro assegnati siano differenti.[19][21]
  • Centrale: è una posizione che riassume i compiti del mediano e del regista, con l'obiettivo di intercettare palloni ma anche di costruire il gioco nella zona nevralgica del campo.[22]
  • Laterale: agisce nelle corsie esterne, a metà tra i terzini e le ali.[23] Si tratta di una posizione cui è richiesto aiuto sia in fase difensiva (rientrando per contrastare gli avversari) che offensiva, proponendosi in avanti con dribbling e cross.[24]

OffensiviModifica

 
L'olandese Johan Cruijff, tre volte Pallone d'oro (1971, 1973 e 1974).
  • Mezzala: chiamato anche interno, si occupa sia della fase di spinta che di interdizione.[25] Gli interni vengono utilizzati in appoggio alle punte, con frequenti inserimenti in zona d'attacco.[26] Nei primi moduli di gioco erano invece attaccanti, poiché nel 2-3-5 ricoprivano le posizioni immediatamente a fianco del centravanti.[27]
  • Ala tornante: è un esterno - solitamente di fascia destra - che parte da centrocampo per le proprie manovre offensive, sapendo anche ripiegare a supporto dei difensori.[28] Ricorre spesso a traversoni dalla linea di fondo, contro i quali le difese avversarie non possono praticare il fuorigioco.[29] Con l'introduzione del 4-4-2, il tornante è stato trasformato in centrocampista laterale.[30]
  • Trequartista: agisce tra le linee, muovendosi appunto nella trequarti.[31] Posizione spesso ricoperta da un calciatore tecnicamente dotato[32], il trequartista gioca alle spalle delle punte (come, ad esempio, nei moduli 4-3-1-2 o 4-2-3-1).[33] Generalmente abile nel fornire assist e nel concludere a rete in prima persona, se in possesso di notevoli doti offensive[34], può venire impiegato da mezzapunta in appoggio al centravanti.[34] Un'espressione gergale comunemente associata al ruolo era «fantasista», poi tramontata nel corso degli anni.[35]

Calcio gaelicoModifica

Nel calcio gaelico, sono 8 i centrocampisti: 3 mediani, 2 puri e 3 mezzepunte.[2]

  • Il mediano agisce da filtro, per schermare l'offensiva avversaria;
  • Il centrocampista puro costituisce il punto di ripartenza per le azioni d'attacco;
  • Le mezzepunte compongono un raccordo col reparto avanzato, muovendosi sulla trequarti.[2]

Football australianoModifica

Nel football australiano, esistono il centrocampista centrale e l'ala: il primo è solitamente più tecnico - con un buon controllo di palla - mentre il secondo si distingue per la velocità.[2][36]

NoteModifica

  1. ^ Gianni Brera: il vocabolario di Grangiuàn, su storiedicalcio.altervista.org. URL consultato il 13 ottobre 2017.
  2. ^ a b c d e Claudio Ferretti e Augusto Frasca, Enciclopedia dello Sport, Garzanti Libri, 2008, p. 1670, ISBN 9788811505228.
  3. ^ a b Damele, p. 91.
  4. ^ Ecco chi è Emre, centrocampista duttile, ma segna gol alla Maradona, su inter.it, 9 maggio 2001.
  5. ^ Andrea Schianchi, Tutti a lezione di lanci dal professor Pirlo, in La Gazzetta dello Sport, 9 agosto 2012.
  6. ^ Vieri Capretta, I centrocampisti più prolifici d'Europa, su it.uefa.com, 6 febbraio 2018.
  7. ^ a b Damele, p. 92.
  8. ^ a b Luca Calamai, Centrocampisti tuttofare cercasi Perché sono diventati così preziosi, in La Gazzetta dello Sport, 22 gennaio 2012.
  9. ^ Claudio Pellecchia, Il centrocampista del futuro, su rivistaundici.com, 10 luglio 2017.
  10. ^ Fabio Licari, Andrea Masala e Claudio Gregori, «Uno Zico davanti alla difesa», in La Gazzetta dello Sport, 27 settembre 2002.
  11. ^ a b c Damele, p. 94.
  12. ^ Dario Pergolizzi, L'importanza dei mediani al Mondiale, su ultimouomo.com, 12 luglio 2018.
  13. ^ Lele Raso, Il fallimento dei mediani come centrali di difesa, su mogor.it, 20 maggio 2017.
  14. ^ Alex Frosio, Serie A: il regista, beato chi ce l'ha. Ora i compiti di creazione vanno divisi, su gazzetta.it, 23 settembre 2018.
  15. ^ Daniele Berrone, Il regista di centrocampo: da Redondo a Verratti passando per Pirlo e Xavi, su fantagazzetta.com, 31 marzo 2013.
  16. ^ Cristiano Carriero e Michele Tossani, Il 5 è il nuovo 10, su rivistaundici.com, 24 febbraio 2017.
  17. ^ Enrico Turcato, L'estinzione dei registi nel calcio, su sportmediaset.mediaset.it, 23 agosto 2010.
  18. ^ Italia, non sparate sul regista: Jorginho è indispensabile, ma bisogna sostenerlo, su gazzetta.it, 10 settembre 2018.
  19. ^ a b Tommaso Giagni, Il regista, su vicolocannery.it, 17 settembre 2012.
  20. ^ Più muscoli e corsa, meno ricami, in la Repubblica, 11 agosto 2017, p. 13.
  21. ^ Andrea Schianchi, Hidegkuti, Baggio e Pirlo: evoluzione (ed estinzione?) del numero 10 nel calcio, su gazzetta.it, 14 agosto 2015.
  22. ^ Ruolo e attitudini del centrocampista moderno, su footballscout24.it, 11 gennaio 2017.
  23. ^ Andrea Schianchi, Gli esterni di centrocampo sono terzini, in La Gazzetta dello Sport, 16 giugno 2011.
  24. ^ Ruoli, è l'ora della svolta, su repubblica.it, 3 luglio 2015.
  25. ^ Nicola Berardino, Lazio, Durmisi ora studia da interno: è lui il jolly del centrocampo di Inzaghi, su gazzetta.it, 18 novembre 2018.
  26. ^ Nicola Tagliavini, La mezzala, su zerocinquantuno.it, 6 dicembre 2018.
  27. ^ Angelo Ricciardi, Al ritmo di Jorginho, su ultimouomo.com, 2 dicembre 2015.
  28. ^ Sebastiano Vernazza, Addio ad Armano, il gran tornante, in La Gazzetta dello Sport, 30 ottobre 2003.
  29. ^ Michele Plastino, Dimenticare pressing e fuorigioco, due punte e basta, in la Repubblica, 29 gennaio 1997, p. 7.
  30. ^ Sappino, p. 580.
  31. ^ Emiliano Battazzi, Trequartisti, su ultimouomo.com, 13 ottobre 2015.
  32. ^ Fabio Barcellona, Dizionario tattico: il trequartista, su ultimouomo.com, 31 luglio 2017.
  33. ^ Corrado Sannucci, Lo sgarbo di Del Piero "Non gioco trequartista", su repubblica.it, 18 maggio 2002.
  34. ^ a b Roberto Pinna, Euro 2016: tanti trequartisti, pochi centravanti. Ecco dove va il calcio..., su gazzetta.it, 10 giugno 2016.
  35. ^ Mattia Fontana, L'evoluzione del numero dieci: da Pelé a Pirlo, su it.eurosport.com, 21 luglio 2015.
  36. ^ Massimo Calandri, Football australiano "nostrano" Da sabato in quattro per la storia, su repubblica.it, 12 maggio 2011.

Voci correlateModifica

BibliografiaModifica

  • Fulvio Damele, Calcio da manuale, Demetra, 1998, ISBN 88-440-0670-7.
  • Marco Sappino, Dizionario biografico enciclopedico di un secolo del calcio italiano, vol. 2, Baldini Castoldi Dalai, 2000, ISBN 88-8089-862-0.

Altri progettiModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio